mercoledì 7 febbraio 2018

Recensione: L'albergo sulla baia di Mulberry - di Melissa Hill

Buongiorno cari lettori! 😊😊
Ultimamente ho letto un thriller davvero coinvolgente, di cui vi parlerò molto presto (la recensione devo ancora scriverla), ma oggi ho deciso di parlarvi di un libro più leggero che mi è piaciuto!
E' ambientato in Irlanda, sulla costa, e la cosa mi ha da subito attratto!
Curiosi di saperne un po' di più?


Trama
Elle Harte è una giovane architetta di successo, vive a Londra, e ormai da tempo ha lasciato l'Irlanda e il paese dove è nata, Mulberry Bay. Sua sorella minore Penny, invece, non ha mai abbandonato quel piccolo, idilliaco villaggio a picco sul mare, dove tutti si conoscono e il cui cuore pulsante è da decenni il Bay Hotel, lo storico albergo gestito proprio dalla loro famiglia, le cui sale hanno ospitato un'infinità di feste ed eventi. Quando però Anna, la loro gentile e infaticabile madre, muore, tutto è destinato a cambiare. Elle torna a casa e ad aspettarla trova i luoghi e gli affetti di una vita, un amore interrotto, ma anche spiazzanti sorprese e impreviste rivelazioni. L'antico hotel è in decadenza e non se la passa affatto bene e, senza Anna a occuparsi di tutto, loro padre Ned sembra perso nei ricordi scanditi dalle canzoni dei suoi amati Beatles. Elle dovrà allora affrontare spettri e delusioni del passato per ricomporre i pezzi del presente e tentare di salvare le sorti del Bay Hotel. Ma da dove incominciare? Come restituire la magia di un tempo a quell'albergo in rovina? Quali compromessi Elle sarà disposta a fare per il bene della sua famiglia e di tutta Mulberry Bay? Sullo sfondo del burrascoso mare di Irlanda e con le suggestioni dei Beatles, Melissa Hill ci regala un'imprevedibile storia d'amore, amicizia e speranza.



Ormai si sa, appena mi capita tra le mani un libro ambientato in Irlanda, il mio cervello si ferma e decido che quel libro lo devo assolutamente leggere!
Se poi aggiungiamo un vecchio hotel a ridosso di una meravigliosa scogliera che chiede di essere salvato, il gioco è fatto e sono ormai perduta!
A Mulberry Bay, un paesino che si affaccia sulla costa irlandese, si trova il Bay Hotel: un albergo che ha visto anni migliori, il cui fasto è stato oscurato dalle incurie del tempo.
La dolce proprietaria Anna, che lo ha rilevato insieme al marito e amato con tutto il cuore, muore precocemente, lasciandolo alle due figlie Elle e Penny non senza un rilevante accumulo di debiti.



Mentre Penny, dal carattere mite, è rimasta a lavorare all'hotel accanto alla madre, sua sorella Elle ha invece scelto un vita diversa, lontana dalla loro Isola, occupata nel campo dell'architettura.
E' con la morte di Anna che le due sorelle si ritrovano finalmente insieme, vicino ad un padre, Ned, chiuso nel proprio lutto e alle prese con una scelta assai importante: vendere l'hotel o farlo tornare al suo antico splendore.
Se venderlo sarebbe piuttosto semplice, mantenerlo e ristrutturarlo è la scelta più difficile ma anche quella che avrebbe fatto contenta la propria madre: una donna solare, che amava il Bay Hotel e che lo aveva reso un punto focale per tutta la comunità, organizzando balli, matrimoni e feste.

La scelta di sistemarlo è però difficile non solo dal punto di vista economico, ma anche personale.
Con una scrittura leggera e coinvolgente, vi trovere a simpatizzare per queste due sorelle così diverse tra loro. Ognuna di esse ha carattere e personalità completamente diversa dall'altra, e questo da modo al lettore di identificarsi un po' in una o nell'altra.
Grazie alle parole dell'autrice si riesce a respirare la magia che pervade un hotel davvero importante per la comunità locale: un simbolo di unione tra i cittadini che chiede di essere curato e amato come un tempo.
Grazie alla dedizione che Elle e Penny dimostrano nel volerlo salvare, il Bay Hotel contribuirà a rinsaldare un rapporto che si stava sgretolando, riportando a casa chi si era smarrito e creando situazioni in grado di smuovere i suoi abitanti da situazioni senza via d'uscita, iniziando un percorso che farà incontrare loro l'amore, riscoprire il legame con il padre, lenire vecchie ferite e comprendere cosa sia davvero importante.

"L'albergo sulla baia di Mulberry" è una storia dolce che ci trasporta in un luogo che ho trovato davvero incantevole: un hotel che aspetta solo di essere salvato dalle incurie del tempo, che chiede di essere nuovamente amato e che in cambio rinsalda i legami familiari e ne crea di nuovi.
Un albergo magico che si staglia sopra una scogliera, davanti all'oceano e che vi conquisterà con la sua bellezza!


__________________________________



E voi lettori avete già letto il libro?
Un abbraccio 😘😘












8 commenti:

  1. No, non l'ho letto. Ne lo conoscevo. Ma la copertina è molto bella, e magari ci farò un pensierino :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Gresi!
      é un libro da leggere nei momenti in cui si cerca una lettura senza impegno.
      L'atmosfera cattura il lettore nella magia dell'Irlanda, quindi adatta agli amanti di quelle zone e delle storie d'amore non troppo sdolcinate! ;)

      Elimina
  2. Ciao Jasmine, ho letto questo libro l'anno scorso. Adoro la Hill, ma questo secondo me non è uno dei suoi romanzi più riusciti, più che altro perchè l'ho trovato un po' troppo lento...
    Della stessa autrice ho adorato invece "All'improvviso a New York" e "Ti prego perdonami" :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ariel!
      Non sapevo avesse scritto altri libri questa autrice! Bhe, se gli altri sono ancora meglio me li segno subito! ;)

      Elimina
  3. Jasmine ciao!
    Quest'autrice la vedo ovunque ma non ho mai letto niente di suo, questo libro mi incuriosisce perchè castello e Irlanda fanno gola anchea me ^_^ anche se ammetto che dopo Outlander preferisco la Scozia *_*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Susy, ma come Outlander non c'è storia che tenga!! Quella resta la migliore!!! hahaha!! :D :D :D
      Sarei curiosa però di leggere un tuo parere su questo libro! :)

      Elimina
  4. Mi incuriosisce molto! Ho letto una storia simile però. Mi sembra un mix tra il libro dell'estate e la locanda dove il mare parla piano

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il libro dell'estate l'ho acquistato sul kindle ma non l'ho ancora letto... ora sono curiosa di vederne l'uguaglianza!

      Elimina

Questo blog vive grazie a voi lettori, che seguite e leggete i miei post.
Lasciate un commento e mi renderete felice! :)