mercoledì 24 maggio 2017

Recensione: L'incastro (im)perfetto - di Collen Hoover

Buon mercoledì cari lettori!
Come procedono le vostre letture?
Le mie stanno andando benissimo! Sto leggendo due libri davvero molto molto belli, di cui vi parlerò la settimana prossima: "Le pagine mai scritte del nostro amore" e "Leggimi tra vent'anni". 😊
Non inizio mai due libri contemporaneamente, ma questi due sono permeati di energie talmente diverse che sento il bisogno di leggerli in determinati momenti della giornata.
Poi non so voi, ma leggere a letto, al chiarore dell'abat-jour, con la finestra aperta sul cielo nero e un venticello dal sapore estivo che entra nella stanza, non ha prezzo.
Ma veniamo alla recensione di oggi... ecco: un libro che non mi ha entusiasmato molto nonostante le alte aspettative. 



Trama
Quando Tate Collins trova il pilota Miles Archer svenuto davanti alla sua porta di casa, non è decisamente amore a prima vista. Non si considerano neanche amici. Ciò che loro hanno, però, è un’innegabile reciproca attrazione.
Lui non cerca l’amore e lei non ha tempo per una relazione, ma la chimica tra loro non può essere ignorata. Una volta messi in chiaro i propri desideri, i due si rendono conto di aver trovato un accordo, almeno finchè Tate rispetterà due semplici regole: mai fare domande sul passato e non aspettarsi un futuro.
Tate cerca di convincersi che va tutto bene, ma presto si rende conto che è più difficile di quanto pensasse. Sarà in grado di dire di no a quel sexy pilota che abita proprio accanto a lei?




Ci è voluto davvero tanto, ma tanto tempo prima di decidermi a leggere qualcosa della famosa Colleen Hoover, e ora eccomi qui, a distanza di più di una settimana dal termine della lettura (cosa mai accaduta), a scrivere una recensione su uno dei suoi maggiori successi: una storia d'amore che nasce dall'attrazione fisica tra i due protagonisti, e che si svolge tutto nella stessa ambientazione, ossia il loro condominio.
Tate è una giovane infermiera che si trasferisce dal fratello per poter studiare e lavorare nella sua città.
Miles invece è un pilota dall'animo tormentato, il cui passato nasconde una ferita che non è in grado di rimarginarsi.
Si incontrano in modo strano e inizialmente si trovano un po' antipatici, ma l'attrazione tra i due è innegabilmente forte. Talmente forte che alla fine cadono nel cliché del: "Niente sentimenti, solo sesso". E inizia così la loro "relazione" tra parole non dette, sentimenti che cercano di sopprimere e azioni che fanno piangere lei, e sentire lui un caso irrecuperabile, dal cuore eternamente spezzato e che mai più tornerà ad essere com'era prima dell'orribile evento accaduto sei anni prima.

"L'amore non è sempre bello Tate.
Certe volte passi tutto il tempo a sperare che prima o poi diventi qualcosa di diverso.
Qualcosa di migliore.
Poi, prima di rendertene conto, ti ritrovi al punto di partenza e nel frattempo hai smarrito il tuo cuore."

Tate cerca di svelare il segreto di Miles, ma le regole stipulate sono ben chiare: niente domande!
Si innamorano perdutamente l'uno dell'altra (ovviamente), ma ci mettono una vita per ammetterlo non solo a se stessi ma anche all'altro.

"Cerco di proteggere il mio cuore da lui, ma è inutile: anche se so che prima o poi lo spezzerà, continuo a permettergli di riempirlo.
Ogni volta che sono con lui lo riempie di frammenti di sé, e più continuerà a farlo, più doloroso sarà quando me lo strapperà dal petto."

Il passato di Miles è stata la parte più interessante; quella che mi spronava ad avanzare nella lettura per capire cosa si nascondesse dietro la sua paura di tornare ad amare.
I personaggi principali sono senz'altro ben descritti e caratterizzati, ma la storia in sé non mi ha particolarmente coinvolta. Tutto pareva ruotare intorno ai loro incontri sotto le lenzuola (o dove capitava), ricordandomi un po' "Cinquanta sfumature di grigio".

Non sento di dover sconsigliare la lettura di questo libro (che poi sembra piacere a un grande pubblico), ma ammetto con me stessa che forse, il motivo per cui la storia non mi ha colpito, è perchè semplicemente non è un genere letterario che ha il potere di tenermi attaccata alle pagine.
Se leggerò qualcos'altro di questa autrice? Chissà...
Dopotutto a volte è bello poter dare una seconda opportunità! 😉












12 commenti:

  1. Ciao Jasmine!! Vorrei acquistare questo libro ma se te dici che assomiglia alle 50 sfumature magari evito!!! Non so :/
    ti lascio la recensione di un libro che ho letto e terminato ieri. E' fantastico!
    http://libriecreazioniamano.blogspot.com/2017/05/recensione-il-profumo-della-rosa-di.html
    Serena

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Serena!
      Non l'ho trovato brutto come libro, ma scontato sì, e le scene di sesso secondo me hanno tolto spazio a tanti altri particolari che si potevano inserire. :/
      Passo molto volentieri a leggere la tua recensione... mi hai incuriosito!! :)
      Un abbraccio!

      Elimina
  2. Molto bella la foto con le margherite gialle ☺ anche a me è piaciuto questo romanzo, ma un pó meno rispetto a Forse un giorno o Le coincidenze dell'amore ☺

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Gresi!
      Grazie!! Sono i fiori che mi ha regalato mio papà per la festa della mamma! :) non so come ma hanno resistito più di una settimana!!
      Penso che proverò a leggere "Le coincidenze dell'amore"... tanto per dare una seconda opportunità all'autrice! ;)

      Elimina
  3. Ciao Jasmine,
    mi dispiace che questo libro non non ti sia piaciuto :(
    Come sai io lo adoro perchè adoro quest'autrice.
    Come dice Gresi Forse un giorno o Le coincidenze dell'amore (da cui è stata tratta la serie) magari ti coinvolgono di più o anche 9 novembre. Insomma la scelta c'è basta solo aspettare il momento giusto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Susy!
      Non dico che non mi sia piaciuto perchè comunque si fa leggere velocemente, però mi aspettavo di più. Molto di più visto i numerosi pareri.
      Concordo in pieno con te: aspetto il momento giusto e poi riprovo a leggere qualche altra storia della Hoover! ;)
      Un bacione

      Elimina
  4. io invece ho ADORATO questo libro, dopo questo sono diventata una grande fan dell'autrice! A poco a poco sto recuperando tutti i suoi libri.
    Prova con FORSE UN GIORNO si basa più sei sentimenti che sulle prestazioni fisiche :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao! Allora vado a leggere la trama di "Forse un giorno"! ;)

      Elimina
  5. Ciao Jasmine :)
    Con la lettura di 9 Novembre io mi sono perdutamente innamorata di questa scrittrice *-*
    Te la consiglio, vedrai che ti conquisterà ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Nicky!
      Ho sentito parlare benissimo di 9 novembre in effetti... Metto in lista e poi chissà: magari l'autrice riuscirà a conquistarmi! ;)

      Elimina
  6. uh io invece questo l'ho adorato, tantissimo. Ma è normale avere gusti differenti. Per me questo è il migliore di questa autrice, che amo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I gusti son gusti, ma magari mi rifarò con qualcos'altro! 😉

      Elimina

Questo blog vive grazie a voi lettori, che seguite e leggete i miei post.
Lasciate un commento e mi renderete felice! :)