lunedì 22 maggio 2017

Recensione: Il respiro leggero dell'alba - di Simon Rachel

Buon lunedì cari lettori! 😊   
Anche questa settimana inizia con una recensione!
Grazie alla biblioteca ho potuto leggere un libro che era sulla mia lista da moltissimo tempo, ma che non mi decidevo mai a leggere!
Finalmente tre settimane fa ho avuto l'occasione di poterlo ricevere, ho scritto la recensione (meglio farlo sempre subito prima che le idee se ne volino lontane dalla mia testolina!), e ora sono qui a postarvela!



Trama
1968. In una notte di tempesta, qualcuno bussa alla porta della fattoria dove vive Martha, vedova, senza figli e maestra in pensione.
Sono un uomo di colore e una ragazza bianca, fradici e spaventati, in fuga da un famigerato Istituto nella contea vicina. Senza pensare alle possibili conseguenze, Martha li fa entrare in casa e offre loro tè caldo e abiti asciutti. Ma la polizia non tarda ad arrivare, e se l’uomo riesce a fuggire facendo perdere le proprie tracce, la ragazza viene presa in consegna e portata via dagli agenti. Prima di andare, però, la giovane sussurra una preghiera – «Nascondila!» – che sconvolgerà per sempre la vita di Martha. Perché ad attenderla in un angolo della soffitta l’anziana vedova trova una neonata della quale accetta di prendersi cura, in attesa che la madre, un giorno, possa tornare a riprendersela. Passeranno quarant’anni prima che ciò avvenga, e che i protagonisti di questa struggente, avventurosa storia d’amore tornino a incontrarsi.




In una tempestosa notte d'autunno, una vedova americana alla soglia della vecchiaia riceve la visita di due sconosciuti.
A bussare alla sua porta in cerca di riparo, vi sono un uomo di colore e una giovane donna bianca dai capelli biondi che stringe tra le braccia una neonata. Lui è sordomuto, mentre lei pare non saper parlare.
Martha, ispirata dal suo buon cuore, accetta di dar loro ospitalità, ma prima che la notte termini i responsabili della "Scuola" in cui i due fuggitivi erano rinchiusi, fanno irruzione in casa sua.
Mentre l'uomo riesce a scappare, Lynnie (la ragazza), viene invece catturata, lasciando in un sussurro una richiesta d'aiuto a Martha: "nascondila".

Martha le promette che onorerà la sua promessa, e che si prenderà cura di quella bambina, amandola come se fosse figlia sua.
Così mette in vendita la fattoria, sale sulla sua auto e fugge lontano, nella speranza di riuscire a cancellare le sue tracce e proteggere la neonata.

venerdì 19 maggio 2017

Recensione: Diario semiserio della mamma e del bebè - di Shannon Cullen

Buon venerdì cari lettori!
Com'è andata la vostra settimana? La mia è stata un po' da dimenticare... tra raffreddore, tosse, male alle orecchie, mal di gola, voce assente e pure l'allergia ai pollini, ho dato davvero il meglio di me!!
Se poi ci mettiamo un pancione che ha il suo notevole peso, potete immaginare come mi sia sentita.
Dormire è stato l'unico modo per soppravvivere!! 😝
Per fortuna è un arrivato un regalino dalla casa editrice DeAgostini, che con questo libro/diario ha migliorato di molto il mio umore, e che ringrazio tantissimo perchè è un regalo davvero molto molto bello e anche utile! 😍😍



Cos'è il "Diario semiserio della mamma e del bebè?"
Un libro da compilare, scarabocchiare, impiastricciare di pappine per neonati e macchie di vino, in ordine casuale, sull'onda dell'esigenza del momento. Dal cruciverba a base di cocktail alla tombola delle catastrofi educative della settimana, un diario disordinato, divertente e sincero per le mamme che amano l'avventura in cui si sono imbarcate, e che sanno che la chiave per godersi il viaggio è non prenderlo troppo sul serio.









Se all'inizio pensavo che questo libro fosse uno di quelli che contengono anche informazioni o suggerimenti su come gestire un neonato, una volta aperte le pagine ho capito che ero completamente fuori strada. 
Il "Diario semiserio..." è un vero e proprio diario che permette alle neo mamme di scrivere tutto ciò che di più significativo sta accadendo alle loro vite e a quella dei loro bebè, grazie alla meravigliosa (e stancante) esperienza di diventare mamme.
Un insieme di pagine da poter scarabocchiare, colorare, compilare e via dicendo, che permetta di fermare i propri ricordi per poterli poi rileggere in futuro, facendosi non solo una bella risata, ma magari ripensando con nostalgia a quel primo anno del proprio bimbo e a quanto ci abbia cambiate.
Ci sono tante pagine da compilare (224 per l'esattezza), e in alcune potrete lasciare le impronte dei piedini e delle manine dei bimbi, conservare la loro ciocca di capelli e qualsiasi ricordo lo riguardi.
Ho quindi deciso di mostrarvi cosa realmente contenga questo libro con delle fotografie, così da darvi un'idea più precisa di come sia strutturato perchè, anche se non siete mamme, potrebbe essere un ottimo regalo da fare a qualche amica che sta per diventarlo, e alla modica cifra di soli 12,90 euro!
Pronti a vedere qualche foto?? 😁


-Date che altrimenti non riusciresti mai a ricordarti-

-Mi stupisco sempre del fatto che...-
-Dopo i primi sei mesi da mamma, che cosa hai scoperto di te e del tuo bambino?-

-Attacca qui una ciocca dei capelli di tuo figlio.-
-Ci sono delle tradizioni, nella tua famiglia, che ti piacerebbe tramandare?-

-A quale personaggio dei cartoni animati assomiglia di più il tuo bambino?-
-Tuo figlio ha avuto il suo primo raffreddore. Disegna qui come ti sei sentita tu.-

 -Disegna ed etichetta dieci oggetti che metteresti in una capsula del tempo da mamma, da aprire nell'anno 3000.-
-Che cosa fai in una giornata di pioggia?-

 -La mia paura più grande è...-
-Test della stanchezza mattutina. Mi sono dimenticata di:-
 



Ecco qui lettori! Cosa ne pensate??
Non sarà la solita recensione di un romanzo, ma è un libro che merita comunque un post tutto suo perchè l'ho trovato davvero un bel gioiellino da non farsi sfuggire! 
E poi, - 1 mese e potrò iniziare a compilarlo e colorarlo perchè, si sa, i colori sono un ottimo antistress e qualcosa (anzi tutti) mi dice che ne avrò davvero bisogno!! 😊😊😊
Buon week end!!

 










mercoledì 17 maggio 2017

Parure paracolpi e sacco per piumino abbinati

Buongiorno visitatori del Blog!
Vi ricordate che per più di un anno sul Blog c'era anche una sezione che portava al mio negozio online su Miss Hobby, e che questo angolo virtuale era nato anche per pubbliccizzare le creazioni che mettevo in vendita?
Ecco, dimenticatelo, perchè ho ufficialmente chiuso il negozio "Stoffe d'Inchiostro".

Carica di speranze ho provato a cucire creazioni da vendere, ma ero davvero stanca e soprattutto scoraggiata nel trascorrere ore e ore a lavorare per vendere articoli a prezzi con cui non solo non guadagnavo nulla, ma ci rimettevo pure!
Per cui ho deciso di dedicarmi solo a cucire per me stessa e per le persone che conosco e a cui voglio bene! 😊


Lasciando però da parte le cose tristi, oggi vi presento la parure paracolpi + sacco per il piumino abbinati, che ho terminato lo scorso mese per il lettino del mio bimbo!
Ne avevo visti tantissimi nei negozi che mi piacevano davvero tanto, ma che prezzi!!!
Da mamma disoccupata purtroppo bisogna tenere d'occhio il budget, e visto che la futura nonna aveva tanta stoffa con i soldatini inglesi, ci è venuta l'idea di tagliare e progettare un completo per il lettino!


Quella che vedete è la culla di quando ero bambina. Penso ci abbiano dormito più di quattro bambini, e ormai ha la veneranda età di quasi 30 anni, ma al bisogno torna sempre come nuova!
Una bella ripulita dalle ragnatele della soffitta, materasso nuovo, corredino fatto dalla mamma e voilà: è bello come quando era più giovane!

 




C'è da dire che i paracolpi in vendita ho notato che sono piuttosto leggeri, mentre il mio ha due strati di imbottitura, così da farmi dormire sonni tranquilli senza temere che mio figlio possa farsi male.










Per l'estate ci sarà una copertina tutta bianca, ma con i primi freddi ho già pronto un piumino trapuntato tutto a mano, e il sacco che vedete nella foto in cui inserirlo: così sarà tutto abbinato!
Nella foto non ho inserito il piumino perchè è impacchettato troppo bene nell'armadio per tirarlo fuori!!
Di certo sarà più facile inserirlo visto il velcro che ho cucito nella parte finale.





Sei laccetti posizionati nei punti giusti assicurano che il paracolpi stia al suo posto, e anche se la fatica è stata tanta (ma davvero tanta), sono molto soddisfatta del lavoro finito!
Tagliare la stoffa e assemblarla sul pavimento (il tavolo della mia cucina era troppo piccolo per poter distendere sia l'uno che l'altro), in ginocchio, quando si ha una pancia che ingromba, è molto molto difficile.
Già penso a quando dovrò fargli il tappettone per i giochi che va impuntato tutto a mano tenendolo ben disteso a terra, e mi viene male!!
Meglio fare una cosa per volta... 😁


Ecco qui quindi, per oggi avete visto la mia ultima fatica! 
Mi viene da ridere quando la gente mi chiede: "Ma cosa fai a casa tutto il giorno"?
Se solo sapessero quanto tempo ci vuole a ideare, progettare, tagliare, cucire, assemblare e rifinire ogni idea creativa che mi frulla per la mente!!
Una cosa è sicura: di certo non mi annoio!!😁😁

Un abbraccio a tutti voi e a presto!!
 







lunedì 15 maggio 2017

Recensione: Il bambino bugiardo - di S.K. Tremayne

Buon inizio settimana a tutti!
Ci pensate che siamo già a metà maggio? Il tempo sembra davvero volare!!
Ieri è stata la festa della mamma... come l'avete festeggiata? Spero abbiate avuto l'occasione di stare un po' con le vostre mamme! 😊😊
Tornando a voi oggi vi parlerò del secondo libro dell'autrice S.K Tremayne "Il bambino bugiardo".
Un thiller che ho letto in poco tempo e che mi ha avvinghiata nella sua ragnatela sino alla fine.
Un grazie speciale va alla casa editrice Garzanti, per avermi inviato una copia digitale.



Trama
La vetrata del grande salone si affaccia sul mare della Cornovaglia. Mentre osserva le onde infrangersi sulla scogliera, Rachel si guarda intorno. Stenta ancora a credere che quella sala e l’intera tenuta di Carnhallow siano sue. Si è finalmente gettata alle spalle la sua vita tormentata grazie al matrimonio con David, un ricco avvocato, e al rapporto speciale che ha con il figlio di lui, Jamie, un bambino timido e silenzioso, segnato dalla tragedia della morte della madre, due anni prima. La donna è rimasta vittima di un terribile incidente nelle miniere sotterranee su cui si erge Carnhallow e il suo corpo non è mai stato ritrovato. Rachel si affeziona al piccolo come se fosse suo. Ma improvvisamente il comportamento del bambino diventa molto strano. Comincia a fare sogni premonitori e dice di sentire la voce della madre che lo chiama dal labirinto di cunicoli sotterranei. Finché un freddo pomeriggio d’autunno, mentre lui e Rachel sono soli sulle scogliere, le rivela: «Tu morirai il giorno di Natale». Un tarlo comincia a scavare nella mente di Rachel. Cosa è successo due anni prima? La madre di Jamie è davvero morta? Perché David si rifiuta di parlarne con lei? È possibile che il marito di cui è tanto innamorata le nasconda qualcosa? Dicembre si avvicina e Rachel sa che deve scoprire la verità, e in fretta, perché ogni angolo della sua nuova casa nasconde un pericolo mortale.



Rachel ha da poco sposato il ricco ed elegante David, proprietario ed erede della maestosa tenuta di Carnhallow e delle miniere che sorgono tutt'intorno.
Un notevole salto di qualità per lei, cresciuta nei bassifondi di Londra e desiderosa più che mai di abbandonare quell'ambiente e rifarsi una vita.
David Kerthen è l'uomo che ha sempre desiderato, l'amore più grande che potesse incontrare, e il suo bambino Jamie non è da meno: capelli biondi e ricci, occhi azzurri e un carattere dolce lo fanno sembrare il figlioccio ideale a cui fare da madre, perché quel tenero bambino di soli otto anni ha perso la mamma in un tragico incidente avvenuto proprio in una delle miniere.

Più si addentra nelle stanze della grande casa sulla costa della Cornovaglia, però, più Rachel scopre particolari inquietanti.
La defunta Nina sembra vagare ancora per quelle enormi stanze, il suo profumo ricercato talvolta permea gli ambienti, e quando Jamie inizia a sostenere di vederla e di parlarci insieme, la mente di Rachel inizia a vacillare.
Senza contare i pronostici che il bambino fa e che sembrano avverarsi.
Così, quando le dice: "Tu morirai il giorno di Natale", per la donna inizia un vero incubo.
Jamie è solo un bambino che non riesce a superare la morte della madre, o è davvero in grado di pronosticare il futuro?


venerdì 12 maggio 2017

Novità librose #26: MAGGIO 2017


Buon venerdì lettori!
Come proseguono le vostre letture?
Io sto terminando "Il bambino bugiardo" di S.K.Tremayne, di cui troverete la recensione lunedì prossimo!
Intanto oggi vi propongo tante nuovissime belle uscite che vi aspettano in libreria già da questa settimana, mentre altre usciranno la prossima.
Pronti a scoprirle? 😊😊



_______________________________________________________________

Uscite MONDADORI

Data uscita: 02 Maggio

Inghilterra, anni Cinquanta. Sfollata durante la guerra, Lottie Swift è stata accolta dai coniugi Holden a Merham, quieta località di mare. Lottie ama la tranquillità del luogo, mentre Celia, la figlia degli Holden, desidera una vita più movimentata. Ma quando un gruppo di bohémien si trasferisce da quelle parti, entrambe le ragazze subiscono il fascino di tanta imprevista vitalità. E ciò che accade a Villa Arcadia avrà conseguenze imprevedibili per tutti coloro che abiteranno il suo mistero...










Data uscita: 09 Maggio 
Quando è diventata mamma, Giorgia Lanzilli ha iniziato a tenere in rete un diario per custodire e condividere le proprie esperienze, e l'incredibile valanga di nuove emozioni che ha travolto le sue giornate. Il senso di inadeguatezza, le gioie e le difficoltà quotidiane, la sfida di essere mamma senza smettere di cercare la realizzazione professionale: riflessioni in cui centinaia di migliaia di mamme si sono identificate, dimostrando, ogni giorno di più, gratitudine e affetto nei confronti di Giorgia, capace di dar voce alle loro emozioni più profonde. Finalmente, questo seguitissimo diario virtuale è diventato un libro, che ripercorre le tappe fondamentali del diventare mamma e accoglie tante nuove riflessioni. A rendere unico e speciale ciò che Giorgia scrive è la capacità di raccontare come la maternità - spesso percepita come un ostacolo all'autonomia e alla realizzazione femminile - sia piuttosto un'occasione straordinaria per conoscersi meglio e toccare i propri limiti, sensi di colpa e di inadeguatezza compresi, per scoprire in se stesse risorse che non si sospettava di possedere. E Giorgia ci dice che per poterlo fare occorre coraggio. Il coraggio di scrivere, mettendo a nudo i propri sentimenti, il coraggio di parlare di quei momenti oscuri e difficili che non sono fuori di noi, ma da noi provengono - una reazione eccessiva, una voce troppo alzata, quella goccia di irritazione che fa esplodere una giornata fatta di stanchezza - e proprio per questo sono così difficili da perdonare a noi stesse. Ma anche il coraggio di parlare di quell'amore che travolge, talmente intenso, talmente traboccante da fare persino male. E non ha paura di usare il linguaggio della dolcezza, della tenerezza, delle piccole cose di cui ogni giornata di una mamma è fatta dal momento in cui suo figlio vede il mondo per la prima volta, accanto a lei.

mercoledì 10 maggio 2017

Recensione: Credimi - di Calia Read

Buon mercoledì cari lettori! 😊😊
Giornate strane qui in città, in un susseguirsi di sole e pioggia, pioggia e sole.
In compenso sono immersa in letture molto coinvolgenti che mi tengono sveglia sino a tardi!

Ieri ho passato il pomeriggio a fare la nuova tenda per la portafinestra della cameretta del mio cucciolo, con un grande aiuto di mia mamma, perché io di tende proprio non me ne intendo!
Comunque sia poi ho proceduto da sola e il risultato mi piace: una grande cascata azzurra che da un bel tocco di colore alle pareti bianche! 😍😍

Ma procediamo con la recensione del giorno: "Credimi" di Calia Read, per cui ringrazio la casa editrice Fabbri Editori per avermi inviato una copia digitale!


Trama
Sono passate settecentoventi ore da quando Naomi è stata ricoverata contro la sua volontà al Fairfax, un istituto psichiatrico. Da trenta giorni si sveglia in un luogo a lei sconosciuto, vede infermiere entrare e uscire in continuazione dalla sua stanza, viene controllata senza sosta. Eppure fino a un mese prima era felice: aveva Lachlan, il fidanzato di una vita, e Lana, la sua migliore amica. E anche Max, affascinante agente di borsa determinato a sedurla a tutti i costi, per il quale provava un'attrazione tanto intensa e travolgente quanto inspiegabile, e a cui non riesce a smettere di pensare. Ma allora perché si trova lì? Come mai nessuno le crede? E perché tutte le persone a cui tiene sembrano averla abbandonata? Tutte tranne Lachlan. Ad aiutarla a rispondere a queste domande sarà la dottoressa Routledge: con lei Naomi, lentamente e con molto sforzo, tra miglioramenti e ricadute, inizierà ad aprirsi, a rimettere insieme i frammenti del suo passato. Ma la verità che verrà a galla potrebbe essere più spiazzante e dolorosa di quanto avrebbe mai potuto immaginare…




Naomi è stata ricoverata in un istituto psichiatrico a causa di un crollo nervoso. Da un mese si trova al Fairfax, seguita da un medico con cui cerca di ricostruire ciò che l'ha portata al cedimento.
Dopo un iniziale fallimento arriva all'istituto la dottoressa Routledge: una donna giovane, amante del suo lavoro e decisa ad aiutare la sua paziente.
Così, durante le sue sedute, Naomi inizia ad aprirsi piano piano, a rimettere insieme i ricordi e ricostruire una storia di violenza e soprusi che hanno coinvolto la sua migliore amica, Lana.

Leggendo la storia dal suo punto di vista entriamo nell'agiata vita di Naomi, della sua infanzia e adolescenza che l'hanno vista innamorarsi del figlio dei suoi vicini di casa: Lachlan.
Un amore che è cresciuto piano piano e che li ha poi travolti con grande passione.
Ed è proprio lui, l'amico che l'ha vista diventare donna, l'unica persona che le fa visita al Fairfax. E' Lachlan il suo solo punto di forza; l'ancora di salvezza che la sprona ad impegnarsi per affrontare i suoi demoni e risalire il burrone in cui è precipitata.

Ero sicura, sicurissima di me.
Pensavo di poter controllare la mia vita, di avere il potere di prendere delle decisioni. Non  importava che fossero giuste o sbagliate, contava solo il fatto che erano mie.
La verità è che il potere che credevo di possedere non era mai stato mio: apparteneva al destino.

lunedì 8 maggio 2017

Rubrica Book's Soundtrack #7

Buon lunedì lettori! 😊😊
Come procede questo nuovo mese primaverile? Tra piogge e sole a me sembra di essere a marzo, ma vallo a capire questo strano meteo!
Nonostante ciò, noi proseguiamo e anche questo mese torna la rubrica Book's Soundrack con un nuovo tema!

E' inoltre l'occasione giusta per dirvi che questo mio post sarà l'ultimo che scriverò per la rubrica Book's Soudtrack: visto che il prossimo mese diventerò ufficialmente mamma e il tempo a disposizione sarà molto limitato, ho deciso che purtroppo è meglio mettere stop alle rubriche in collaborazione con altre persone, in modo da non avere scadenze o sensi di colpa se non riesco a postare alcune rubriche. Una scelta difficile, ma che è stata ben ponderata.😟

 

Di cosa parla la rubrica Book's Soundtrack?
Ogni secondo lunedì del mese io, Ely del blog Il Regno Dei Libri, Susy di I Miei Magici Mondi e Nik di Gli Alberi Da Libri scegliamo un tema, e in base ad esso vi abbiniamo un libro, una citazione e una canzone! 😊
Pronti per scoprire il tema di MAGGIO?


 La magia della cucina
Maggio si apre con un tema molto goloso, ossia la magia che possono compiere gli ingredienti che la natura ci offre e l'amore nel metterli insieme per creare prelibatezze per il palato e il buon umore! Poi non so voi, ma io sono una buona forchetta! Assaggio quasi tutto e amo cucinare per le persone che amo! Offrire loro qualcosa di buono fatto con le mie mani è uno dei gesti d'amore che più preferisco fare.😊



video

venerdì 5 maggio 2017

Monthly Recap #3: Aprile 2017



Buon nuovo mese cari lettori!
Oggi ritorno con la rubrica "Monthly Recap" per farvi un breve (spero) riassunto di tutto quello che è stato pubblicato sul blog lo scorso mese!😉


Il riassunto di APRILE:

mercoledì 3 maggio 2017

Recensione: Non vorrei lasciarti mai - di Emily Bleeker

Buonasera visitatori del Blog! 😊😊
Come stanno andando le vostre letture? Le mie si stanno accavallando in maniera incontrollabile... ho prenotato un sacco di libri in biblioteca perché davanti a me c'erano minimo tre prenotazioni per libro, e ora invece me le ritrovo tutte disponibili in un colpo solo!! Riuscirò a leggere tutto entro un mese? Ovviamente no!!! 😓
Ecco i problemi dei lettori compulsivi!!! 😁😁😁
Intanto sto proseguendo con la lettura di "Credimi" di Calia Read, che per ora mi sta coinvolgendo molto!
Bando alle ciance, vi lascio con la recensione di un libro che sono stata davvero felice di poter leggere, e di cui ringrazio la casa editrice Newton Compton Editori per avermi inviato una copia cartacea!


Trama
Natalie e Luke sono una coppia felice, fino al giorno in cui un tragico destino si abbatte su di loro. Natalie si ammala e muore prematuramente, lasciando il marito e i tre bambini. La famiglia, sconvolta dalla terribile perdita, prova a recuperare una sorta di normalità grazie ad Annie, la migliore amica di Natalie, ma ritrovare la pace sembra impossibile: Luke comincia infatti a ricevere delle strane lettere. E il mittente è proprio Natalie… Sono lettere che la moglie ha iniziato a scrivere quando ha capito che non ce l’avrebbe fatta. Sono lettere piene di indicazioni su come organizzare la sua nuova vita da padre single e su come gestire i bambini. Natalie ha anche indicato il nome della babysitter migliore per loro. Luke non riesce a immaginare chi sia a spedirgliele, ma segue tutti i consigli di Natalie. Fino a quando, tra i suoi effetti personali, non trova una busta, e allora comincia a dubitare di tutto ciò che
la riguardava. C’è qualcosa nella vita di Natalie che gli sfugge. E c’è una persona che salta fuori dal suo passato che alimenta troppi sospetti in Luke…




Luke e Natalie sono una coppia che si ama moltissimo. Hanno una bella vita e tre splendidi bambini, e quando la malattia entra nella loro vita il loro rapporto rimane comunque saldo e forte.
Natalie combatte con tutta se stessa contro un tumore che purtroppo, alla fine, se la porta via.
Ma nonostante il tragico evento che stava per arrivare e di cui era consapevole, Natalie decide di scrivere delle lettere al marito.
Pagine e pagine d'inchiostro che raccontano il suo percorso giorno dopo giorno, la sua frustrazione e la continua lotta per sconfiggere la malattia, ma anche il suo grande amore per il marito e i figli, e una serie di indicazioni e suggerimenti che guideranno Luke nel suo primo anno da padre vedovo.
Tra le sue parole d'amore, però, sorge il nome di un uomo che Luke non conosce: una persona che le è stata accanto in alcuni momenti di sconforto e per cui Natalie nutre un grande affetto.

Per questo scrivo delle lettere, sai? Per poterti dire cose che nella vita reale non riesco a dire... anche se so che ti faranno arrabbiare. 

lunedì 1 maggio 2017

Un libro al mese: Jasmine e Susy ti consigliano... #10 (Maggio2017)


Buon lunedì e soprattutto buon inizio Maggio a voi lettori del blog!!!😊
Questo mese inizia con qualche cambiamento sul blog, perchè la grafica è tutta nuova, così come molte cose sono state tolte e altre aggiunte!
Ma ovviamente non poteva mancare la rubrica "Un libro al mese"  con due consigli da non perdere!
In vista dell'uscita del nuovo libro della Tremayne, ho deciso di proporvi il suo primo romanzo "La gemella silenziosa", che spero sia apprezzato anche da chi non ha ancora avuto l'occasione di leggerlo.



Per chi si fosse scordato di cosa parla il post, faccio un breve riassunto.
Nella rubrica "Jasmine e Susy ti consigliano", ogni mese io e Susy del blog I miei magici mondi, consigliamo un libro a testa e rispondiamo a 5 brevi domande per darvi un'idea più precisa di cosa racchiudano questi romanzi! 
Passiamo quindi al consiglio di Maggio! 

venerdì 28 aprile 2017

Novità librose #26: Aprile 2017


Buon venerdì avventori del Blog! 😙
Questo inizio di week end vi lascio con tante nuove uscite librose che arriveranno in libreria nei prossimi giorni.
Spero vi piacciano e qualcosa vi incuriosisca! 😊






Data uscita: 18 Aprile
Jacopo e Dasha, due voci smarrite sullo spartito della vita, sono in scena per il Doppio concerto per violino e violoncello di Brahms che, pagina dopo pagina, è l'occasione per rivivere - in un serrato e immaginifico dialogo - i passi della loro storia d'amore.
Dopo una lunga assenza, Jacopo torna a Firenze, all'Istituto degli Innocenti, il luogo eletto che lo ha accolto quando venne abbandonato da una madre rimasta nell'ombra, la cui identità è diventata negli anni la sua claustrofobica ossessione. «Come posso scoprire la mia storia se non so da dove vengo?» si chiede. Adottato da una famiglia troppo fragile e gravato di aspettative insostenibili, Jacopo è stato privato della spensieratezza dell'infanzia. A salvarlo è stato un piccolo violino, l'àncora alla quale assicurare i desideri e i sogni. Perché, se la felicità è un talento, Jacopo riesce ad avvicinarla solo stringendo fra le braccia lo strumento.
Ma non sempre l'amore salva. Non se nell'amore pulsano, insistenti, vecchie ferite.
Dasha, nata in un piccolo paese in Albania, è cresciuta circondata da un amore che Jacopo non conosce. Grazie a un padre devoto e illuminato, ha potuto frequentare il Conservatorio di Tirana, dove ha incontrato il violoncello, destinato a diventare il suo unico amico. Fuggita dal porto di Durazzo, sola con il suo strumento, dopo la rovinosa caduta del regime, è sbarcata a Brindisi il 7 marzo del 1991, insieme a migliaia di profughi. Anche le sue radici sono state recise, ma la musica ha compiuto il miracolo di preservare dal dolore il suo animo delicato e forte. Eppure nemmeno Dasha, che ora suona di nuovo accanto a lui, è riuscita a distogliere Jacopo dalla ricerca di un passato che ha il potere di avvelenare il presente, rendendo orfani i due amanti di un futuro possibile. Dove ad aspettarli, forse, c'è un bambino.
Nel corso dell'esecuzione del Doppio di Brahms accadrà qualcosa di totalmente imprevisto.
La musica si fa eco dell'amore e di una sconvolgente rivelazione, cui non può seguire altro se non un silenzio colmo di incanto, lo stesso che resta nel cuore del lettore.



Data uscita: 24 Aprile
Amy Smith lavora in un caffè e abita in un piccolo monolocale nella periferia di Houston. È riservata, scontrosa e abitudinaria. Ogni martedì e giovedì pranza al Red Dragon, un ristorante cinese dove riesce a rilassarsi. Amy non si è ancora accorta che in quel locale qualcuno la osserva in silenzio e aspetta il suo arrivo. Finché un giorno, partecipando alle riprese di una specie di gioco che verrà trasmesso su YouTube, Amy conosce Cai, il ragazzo che lavora al ristorante. All’inizio è quasi infastidita dall’odore di fritto che lui emana, ma quando le sue braccia la stringono, qualcosa cambia. Cai inizia a corteggiarla: ha dei modi di fare eleganti ed è molto delicato. Ma il suo passato è inaccessibile. La sua storia prima del suo arrivo a Houston è un mistero. Lentamente Amy si lascia andare e s’innamora. Lei è l’altro capo del filo rosso che lega il loro destino di anime gemelle, le dice Cai una sera. Il giorno dopo però, scompare nel nulla… Chi è, allora, quel ragazzo che Amy incontra quattro anni dopo? Che ha un nome diverso ma è identico a Cai?



Data uscita: 26 Aprile
Sono passate settecentoventi ore da quando Naomi è stata ricoverata contro la sua volontà al Fairfax, un istituto psichiatrico. Da trenta giorni si sveglia in un luogo a lei sconosciuto, vede infermiere entrare e uscire in continuazione dalla sua stanza, viene controllata senza sosta. Eppure fino a un mese prima era felice: aveva Lachlan, il fidanzato di una vita, e Lana, la sua migliore amica. E anche Max, affascinante agente di borsa determinato a sedurla a tutti i costi, per il quale provava un'attrazione tanto intensa e travolgente quanto inspiegabile, e a cui non riesce a smettere di pensare. Ma allora perché si trova lì? Come mai nessuno le crede? E perché tutte le persone a cui tiene sembrano averla abbandonata? Tutte tranne Lachlan. Ad aiutarla a rispondere a queste domande sarà la dottoressa Routledge: con lei Naomi, lentamente e con molto sforzo, tra miglioramenti e ricadute, inizierà ad aprirsi, a rimettere insieme i frammenti del suo passato. Ma la verità che verrà a galla potrebbe essere più spiazzante e dolorosa di quanto avrebbe mai potuto immaginare…
 

lunedì 24 aprile 2017

Recensione: La ragazza di prima - di J.P Delaney

Buon lunedì cari lettori! 😊
Il nuovo libro di cui vi parlerò oggi è un thriller psicologico che mi ha da subito incuriosito.
Una storia dai contorni sfocati che si fa via via sempre più chiara, e che mi è piaciuta davvero molto!
Colgo quindi l'occasione per ringraziare la casa editrice Mondadori che mi ha fatto omaggio di una copia digitale!


Trama
Con quest'uomo ci andrei a letto. Gli ho detto poco più che buongiorno, eppure la parte più segreta di me, quella che sfugge al mio controllo, ha già espresso il suo giudizio. Lui mi tiene aperta la porta della sala riunioni e persino questo piccolo gesto di cortesia mi sembra carico di significato.
Non posso credere di essere a un passo, un solo piccolo passo, dall'aggiudicarmi la casa che lui, Edward Monkford – un innovatore, un architetto riservato e profondo –, ha progettato e realizzato in Folgate Street, civico 1, Londra.
Una casa straordinaria. Un edificio che coniuga l'avanguardia europea ad antichi rituali giapponesi. Design minimalista di pietra chiara, lastre di vetro insonorizzate e sensibili alla luce, soffitti immensi. Nessun soprammobile, niente armadi, niente cornici alle finestre, nessun interruttore, nessuna presa elettrica. Un gioiello della domotica, dove tutta la tecnologia è nascosta.
Una casa che però ha le sue regole, il Regolamento come lo chiamo: se diventerà mia non dovrò soltanto rinunciare a tappeti, fotografie alle pareti, piante ornamentali, animali domestici o feste con gli amici, ma dovrò plasmare il mio carattere, accettare una concezione della vita in cui il meno è il più, in cui l'austerità e l'ordine sono la purezza, e la sobrietà la ricompensa.
Perché lui vuole così, perché lui è così. Ha voluto sapere tutto di me, mi ha chiesto un elenco di tutte le cose che considero essenziali per la mia vita. Dicono che quest'uomo, dai capelli di un biondo indefinito e dall'aspetto poco appariscente, con gli occhi di un azzurro chiaro e luminoso, sia un architetto eccezionale perché non cede a nessuna tentazione.
Tuttavia, la casa è già stata abitata, una volta. Da una ragazza della mia stessa età, quasi una mia gemella, mi hanno detto. Anche lei, come me, non insensibile al fascino di quest'uomo.
Una ragazza che tre anni fa è morta. In questa casa.




 
A Londra, Folgate Street civico 1, c'è una casa molto diversa dalle altre. Un inno all'architettura moderna ed essenziale. Un'abitazione costruita dal noto architetto minimalista Edward Monkford, che richiede inquilini appartenenti ad una specifica tipologia e detta rigorose regole su come comportarsi all'interno della casa.
Per alcuni queste regole sarebbero davvero improponibili e restrittive, ma per Emma è la soluzione ideale. Dopo il furto avvenuto in casa sua non si sente più tranquilla, ma lì, in Folgate Street, le cose potrebbero andare diversamente.
Uguale è il pensiero di Jane, che dopo aver perso una figlia e il lavoro, cerca un posto economico in cui poter lasciarsi alle spalle il brutto evento.
Due donne estremamente diverse, eppure molto simili fisicamente ed entrambe reduci da eventi che le hanno sconvolte.

venerdì 21 aprile 2017

Recensione: La cucina degli ingredienti magici - di Jael McHenry

Buon venerdì cari lettori! 😊
Un altro week end si avvicina: un momento ideale per gli amanti della cucina che possono prendersi del tempo per provare nuove ricette!
Perché vi parlo di cucina vi chiederete voi? Perché il libro di oggi è incentrato proprio su questo... e anche tanto altro!
Il romanzo che recensisco oggi giace nella mia libreria da tempo immemorabile. Lo so, lo so, dovrei vergognarmene... però aspettavo il momento giusto per leggerlo, e questa settimana è arrivato!
Siete quindi curiosi di addentrarvi nella cucina di Ginny?



Trama
Dopo l'improvvisa scomparsa dei genitori, Ginny, una ventiseienne riservatissima e patologicamente timida, abituata a vivere in un suo mondo protetto fra le pareti domestiche, cerca consolazione nella cucina di casa e fra le ricette di famiglia. Da sempre cucinare è per lei una scappatoia quando non riesce a reggere l'angoscia, ma questa volta il profumo corposo e piccante della zuppa della nonna fa apparire in cucina un ospite inatteso: il fantasma della nonna stessa, morta vent'anni prima, che le sussurra una frase sibillina: «Non permetterglielo!» prima di scomparire. Un ammonimento che la mette in allarme... Che cosa non deve permettere? E a chi? Forse alla sorella Amanda che, abituata a organizzare tutto, ha deciso di vendere la casa in cui hanno vissuto i genitori e la sorella fino a quel momento? Ginny non avrebbe mai pensato di doversi trasferire, ma ormai rassegnata all'idea, incomincia a radunare le cose a cui tiene di più e in questa sua ricerca scopre dei segreti sepolti negli angoli più remoti: una lettera della madre nascosta nel camino della camera da letto, fotografie del padre con una donna di cui lei ignora l'identità. Via via più desiderosa di conoscere la verità, pensa di trovarla nelle parole dei suoi cari richiamandone i fantasmi attraverso le ricette da loro ereditate... Un romanzo d'esordio magico, forte e avvincente sui legami fra sapori e memoria, famiglia e identità.



"Voglio che addentino un biscotto e pensino a me, e sorridano.
Il cibo è amore.
Il cibo ha un potere.
Lo sapevo già, razionalmente, ma adesso lo sento nel cuore." 


 
E' la seconda volta che mi approccio ad un romanzo che parla di cucina, e fortunatamente ne sono rimasta molto soddisfatta (la prima non era andata molto bene. Anzi, malissimo perché non ho neppure terminato quel libro di cui ho cancellato anche il titolo).
Ginny ha ventisei anni ma è una ragazza un po' "speciale": vive con i suoi genitori in una grande casa a Philadelphia e con loro si sente protetta e al sicuro.
Sì, perché Ginny soffre della sindrome di Asperger: un problema che porta le persone a temere il contatto fisico e visivo con gli altri, a rintanarsi nel proprio guscio ed evitare le folle.
Ma sono anche persone dotate di grande memoria visiva e non, e il loro problema si può comunque "arginare" con alcune tattiche.

martedì 18 aprile 2017

Recensione: Sette lettere da Parigi - di Samantha Vérant

Buon martedì cari lettori! 😊
Com'è andato il vostro lungo week end di Pasqua? Avete ricaricato le batterie?
Oggi vi presento un libro uscito in libreria l'anno scorso, la cui particolarità è quella di essere una storia del tutto vera, scritta in prima persona dall'autrice del libro, che ha appunto vissuto questa avventura che scalda il cuore!
Di questa lettura devo proprio ringraziare la mia amica blogger Susy che mi ha consigliato di leggerlo: grazie cara!!😘


Trama
Sembrava l'inizio del più classico film romantico: una ragazza americana in vacanza a Parigi, un giovane francese affascinante, l'incontro casuale in un caffè e ventiquattr'ore vissute intensamente insieme nella città degli innamorati. Eppure, il giorno dopo, Samantha e Jean-Luc si dicono addio alla Gare de Lyon.
Per tenere viva la fiamma che si è accesa tra loro, il giovane scrive a quella ragazza indimenticabile sette lettere d'amore appassionate. Ma lei non gli risponderà mai. Neanche una parola. E quella favola sembra finire come un sogno.
Vent'anni dopo, la vita di Samantha è un disastro su tutta la linea: non ha più un lavoro, il suo matrimonio è agli sgoccioli ed è piena di debiti. Abbattuta, si decide a tornare a casa dei genitori e a fare la dog-sitter per pochi dollari, sperando di rimettersi in qualche modo in sesto. È proprio allora che, tra uno scatolone e una bolletta, ritrova le lettere di quel ragazzo francese mai del tutto dimenticato.
Così, proprio mentre tutto nella sua vita è in discussione, decide di ricominciare da un gesto molto semplice: chiedere scusa per quel lungo silenzio. Internet le facilita il compito e, una volta rintracciato Jean-Luc, scopre che la passione tra loro non si è mai spenta. Dopo centinaia di mail, telefonate infinite ed equivoci linguistici che avrebbero fatto scappare un uomo meno coraggioso, Jean-Luc le manda un biglietto aereo per Parigi. Prendere un volo per ritrovare qualcuno che hai visto per un solo giorno quando avevi diciannove anni può sembrare una follia; ma è la follia che Samantha aspettava da tutta la vita. E da allora lei e Jean-Luc sono inseparabili.
La loro storia è così incredibile che si legge come un romanzo. Raccontata in prima persona da Samantha, è un'irresistibile iniezione di speranza e positività. È un inno alle seconde chance che la vita ci sa offrire. E al coraggio di ricominciare, anche quando tutto sembra perduto.




 
Due giovani ragazze americane si concedono una vacanza in Francia: una è Tracey, l'altra Samantha. Il viaggio è lungo, le mete da visitare molte, ma a Parigi Samatha fa l'incontro più inaspettato: Jean-Luc, un ragazzo di qualche anno più grande di lei, con un bel sorriso e occhi che parlano d'amore. 
L'attrazione tra i due è molto forte, ma lei deve proseguire il suo viaggio.
Si lasciano sulla banchina della stazione del treno con la promessa di tenersi in contatto, e una volta a casa Samatha vede recapitarsi una lettera. E poi una seconda. Ma qualcosa le impedisce di rispondere a quelle frasi appassionate e cariche d'amore e di speranza.
La settima sarà l'ultima che l'affascinante ragazzo francese le scriverà, prima di arrendersi al fatto che forse, ciò che prova lui non è ciò che sente lei. 

"Tutto quello di cui avevo bisogno era una vita ricca d'amore.
E di passione.
Sì, di molta passione." 

sabato 15 aprile 2017

Novità librose #25: Aprile 2017



Buon sabato cari lettori! 😙
Questo lungo week end vi lascio in compagnia di un paio di uscite librose che risalgono a un paio di mesi fa (Ritratto di dama), e altre che invece arriveranno in libreria la settimana prossima.
Curiosi di scoprire quali sono?







Data uscita: 27 febbraio
Il viaggio di due anime che si amano da sempre e che combattono per incontrarsi, una favola metropolitana dalle atmosfere parigine. Notte di San Lorenzo. Seduta su una panchina di fronte a Notre Dame una ragazza sembra aspettare qualcuno. Guillaume, studente di Storia dell'arte, la nota da lontano. Incrocia il suo sguardo e ha un sussulto: è identica alla famosa Belle Ferronnière ritratta da Leonardo da Vinci. Con una immediata complicità, dal Point Zéro inizia la loro passeggiata attraverso la Ville Lumière. I due parlano di ciò di cui è fatta la vita: arte, fato, desideri, morte. Ma soprattutto d'amore. A un passo dall'alba, la ragazza svela a Guillaume il suo segreto...





Data uscita: 11 Aprile
Un bellissimo faro sul mare e tre settimane di vacanza. Per quattordici ragazzi sta per iniziare un'estate magnifica. Un'estate di amicizie, amori e anche piccoli dissapori. Ognuno di loro ha una storia diversa alle spalle, una ferita da nascondere, un segreto da custodire. Come Samuele, sempre pronto ad attaccare briga con tutti; o Fran, che è così timida da non riuscire a parlare con nessuno; o ancora Ahmed, il ragazzo scappato dalla guerra... E poi c'è Lin, tredici anni e un numero di assenze ingiustificate sufficiente a farsi cacciare da scuola. Dalla vita ha imparato due cose: la prima è che non bisogna mai abbassare la guardia, la seconda è che non ci si può fidare di nessuno. Per questo Lin preferisce starsene per conto proprio piuttosto che fare amicizia con i compagni. Ma una scoperta nella cava di pietra ai piedi del faro cambia tutto: uno strano graffito che mette Lin sulle tracce di una misteriosa e romantica storia d'amore. E così, tra calde giornate d'agosto e meravigliose notti stellate, Lin avrà bisogno di tutto l'aiuto dei suoi amici per riallacciare gli ingarbugliati fili del passato, scoprire la verità e vivere un'avventura che la cambierà per sempre.


Data uscita: 18 Aprile
Il suo nome esprime allegria, invece agli occhi degli altri Gioia non potrebbe essere più diversa. A diciassette anni, a scuola si sente come un’estranea per i suoi compagni. Perché lei non è come loro. Non le interessano le mode, l’appartenere a un gruppo, le feste. Ma ha una passione speciale che la rende felice: collezionare parole intraducibili di tutte le lingue del mondo, come cwtch, che in gallese indica non un semplice abbraccio, ma un abbraccio affettuoso che diventa un luogo sicuro. Gioia non ne hai mai parlato con nessuno. Nessuno potrebbe capire.
Fino a quando una notte, in fuga dall’ennesima lite dei genitori, incontra un ragazzo che dice di chiamarsi Lo. Nascosto dal cappuccio della felpa, gioca da solo a freccette in un bar chiuso. A mano a mano che i due chiacchierano, Gioia, per la prima volta, sente che qualcuno è in grado di comprendere il suo mondo. Per la prima volta non è sola. E quando i loro incontri diventano più attesi e intensi, l’amore scoppia senza preavviso. Senza che Gioia abbia il tempo di dare un nome a quella strana sensazione che prova.
Ma la felicità a volte può durare un solo attimo. Lo scompare, e Gioia non sa dove cercarlo. Perché Lo nasconde un segreto. Un segreto che solamente lei può scoprire. Solamente Gioia può capire gli indizi che lui ha lasciato. E per seguirli deve imparare che il verbo amare è una parola che racchiude mille e mille significati diversi.


Data uscita: 19 Aprile
Ward Camden è un famoso scrittore di thriller, bestseller in tutto il mondo, ma è anche un misogino con il carattere schivo e nessuna voglia di stare al centro dell’attenzione. Il suo sogno è fuggire da Los Angeles, dalla sua agente e da Linda, la fidanzata. In un impeto di ribellione, decide così di partire per la Toscana, per ritrovare se stesso e la perduta voglia di scrivere. Il destino si presenta a lui con il nome di Sissi Fiori, una giovane violinista che prima lo travolge con la sua bicicletta, poi con il suo carattere solare e appassionato, infine lo coinvolge in una vacanza inaspettata e piena di sorprese. L’attrazione fra i due è immediata, ma ci pensano Andrea ed Emma, i più cari amici di Sissi, a complicare le cose. In un tale vortice di eventi, emozioni e fraintendimenti, Ward e Sissi riusciranno a lasciarsi andare al sentimento che sta nascendo fra loro?



mercoledì 12 aprile 2017

Primo lavoro di cucito per il mio bimbo: Un accapatoio giallo con elefantini!

Buongiorno visitatori del Blog!
Oggi è una giornata super speciale perché, finalmente, dopo ben otto mesi, sul Blog ritorna un post dedicato all'altra metà di Stoffe d'Inchiostro: il cucito creativo!
Scommetto che quasi quasi vi eravate dimenticati che il mio angolino virtuale raccoglie anche alcuni lavori di cucito creativo fatti dalla sottoscritta!
Ma come darvi torto?? In questi mesi ho limitato l'uso della macchina da cucire al minimo indispensabile, e solo ora ho ricominciato a cucire per passione. 😊




Do quindi inizio a questo nuovo periodo con un lavoretto fatto esclusivamente per il mio bimbo in arrivo. Una cosina che ho preparato per lui con tanto amore in vista dei primi bagnetti: un accappatoio color del sole le cui misure mi permetterà di sfruttarlo fino ai 12 mesi! 😍😍








 
Tempo fa ne avevo fatto uno per un regalo nascita bimba che mi era stato commissionato, così ho rispolverato il modello e l'ho ideato in versione maschile.
Onestamente ho visto questi accappatoi fatti a rombo anche in vendita, ma la spugna usata era di qualità piuttosto bassa, e ovviamente non personalizzabile!


lunedì 10 aprile 2017

Rubrica Book's Soundtrack #6

Buon nuovo lunerì lettori! 😊😊
Anche questo mese torna la rubrica Book's Soundrack con un nuovo tema e un periodo dell'anno che finalmente è arrivato!
Sto parlando della primavera (mia cara, quanto ti ho desiderato questo inverno!!!😍😍)
Tra nausee e mal di testa da gravidanza non ne potevo più di stare al chiuso, in un inverno che sembrava non finire mai!!


 

Di cosa parla la rubrica Book's Soundtrack?
Ogni secondo lunedì del mese io, Ely del blog Il Regno Dei Libri, Susy di I Miei Magici Mondi e Nik di Gli Alberi Da Libri scegliamo un tema, e in base ad esso vi abbiniamo un libro, una citazione e una canzone! 😊
Pronti per scoprire il tema di APRILE?


 I Fiori
Aprile segna l'arrivo definitivo della primavera, quindi quale tema più adatto se non quello floreale?
Visto che la natura pare rianimarsi di colore dopo il lungo inverno, oggi parliamo di fiori e di... significati!😉
Prima però gustatevi questo breve video che io e le altre ragazze abbiamo voluto condividere con tutte voi! 😊

video

sabato 8 aprile 2017

Novità librose #24: Aprile 2017



Buon sabato amanti dei libri! 😙
Oggi vi saluto con alcune tra le novità librose che potrete trovare in libreria sia da questa settimana, che dalla prossima.
Avrei voluto postare il tutto ieri ma, mistero dei misteri, blogger aveva deciso di non funzionare in alcun modo, perciò ho dovuto slittare la rubrica ad oggi.
Pronti a correre in libreria?



Data uscita: 04 Aprile
Con quest'uomo ci andrei a letto. Gli ho detto poco più che buongiorno, eppure la parte più segreta di me, quella che sfugge al mio controllo, ha già espresso il suo giudizio. Lui mi tiene aperta la porta della sala riunioni e persino questo piccolo gesto di cortesia mi sembra carico di significato.
Non posso credere di essere a un passo, un solo piccolo passo, dall'aggiudicarmi la casa che lui, Edward Monkford – un innovatore, un architetto riservato e profondo –, ha progettato e realizzato in Folgate Street, civico 1, Londra.
Una casa straordinaria. Un edificio che coniuga l'avanguardia europea ad antichi rituali giapponesi. Design minimalista di pietra chiara, lastre di vetro insonorizzate e sensibili alla luce, soffitti immensi. Nessun soprammobile, niente armadi, niente cornici alle finestre, nessun interruttore, nessuna presa elettrica. Un gioiello della domotica, dove tutta la tecnologia è nascosta.
Una casa che però ha le sue regole, il Regolamento come lo chiamo: se diventerà mia non dovrò soltanto rinunciare a tappeti, fotografie alle pareti, piante ornamentali, animali domestici o feste con gli amici, ma dovrò plasmare il mio carattere, accettare una concezione della vita in cui il meno è il più, in cui l'austerità e l'ordine sono la purezza, e la sobrietà la ricompensa.
Perché lui vuole così, perché lui è così. Ha voluto sapere tutto di me, mi ha chiesto un elenco di tutte le cose che considero essenziali per la mia vita. Dicono che quest'uomo, dai capelli di un biondo indefinito e dall'aspetto poco appariscente, con gli occhi di un azzurro chiaro e luminoso, sia un architetto eccezionale perché non cede a nessuna tentazione.
Tuttavia, la casa è già stata abitata, una volta. Da una ragazza della mia stessa età, quasi una mia gemella, mi hanno detto. Anche lei, come me, non insensibile al fascino di quest'uomo.
Una ragazza che tre anni fa è morta. In questa casa.


Data uscita: 04 Aprile
Novembre 1991. La notte di Halloween Craig Ellison, star della squadra di basket della scuola superiore di Battle Creek, si avventura nel bosco da solo e scompare. Tre giorni dopo lo ritrovano con una pallottola in testa e una pistola in mano, e quel gesto all'apparenza inspiegabile sconvolge profondamente i membri di quella tranquilla cittadina della Pennsylvania, già turbati da voci inquietanti sulla presenza di sette sataniche nella zona.
Hannah Dexter, diciassettenne brillante ma solitaria, incontra Lacey Champlain poco tempo dopo la tragedia. Capelli nerissimi, look goth e una passione per Kurt Cobain che sfiora l'ossessione, Lacey è una ragazza carismatica e dal fascino perverso che si insinua nella vita e nella mente dell'impressionabile Dex, plasmandone il carattere a propria immagine e somiglianza fino a risvegliare una parte ribelle e oscura di lei che le trascina in una spirale di violenza sempre più febbrile e pericolosa.



Data uscita: 06 Aprile
Può bastare un solo sguardo per tutto quello che le parole non sanno dire.
Zoe ha 5 anni quando metà del suo mondo si appanna; una malattia rende cieco il suo occhio sinistro, trasformandolo in una specie di perla. Solo grazie all’affetto dei genitori, e soprattutto del padre, che le insegna a vivere in modo sereno e positivo, Zoe riesce a sentirsi non diversa ma «speciale»: la sua sensibilità le permette di vedere ciò che altri non vedono, le dà una marcia in più per combattere le battaglie della vita.
Zoe ha 21 anni quando la sua intera esistenza cambia: dopo la morte della madre, torna a casa, in quel paesino da cui era fuggita per inseguire il sogno di diventare pianista. Nulla sembra cambiato, ma tutto è diverso, perché suo padre – il suo energico, allegro, coraggioso padre – si è chiuso in un mutismo assoluto, il cuore indurito dal dolore e dalla solitudine.
Toccherà quindi a Zoe riaccendere in lui la speranza, senza sapere però che quella fiammella illuminerà un segreto destinato a cambiare la sua vita e quella dell’intero paese, riscrivendo le storie grandi e piccole che lo animano. Perché ci sono sempre cose belle che si vogliono ricordare. Basta cercarle e guardarle con occhi nuovi, occhi «di perla»…