venerdì 21 aprile 2017

Recensione: La cucina degli ingredienti magici - di Jael McHenry

Buon venerdì cari lettori! 😊
Un altro week end si avvicina: un momento ideale per gli amanti della cucina che possono prendersi del tempo per provare nuove ricette!
Perché vi parlo di cucina vi chiederete voi? Perché il libro di oggi è incentrato proprio su questo... e anche tanto altro!
Il romanzo che recensisco oggi giace nella mia libreria da tempo immemorabile. Lo so, lo so, dovrei vergognarmene... però aspettavo il momento giusto per leggerlo, e questa settimana è arrivato!
Siete quindi curiosi di addentrarvi nella cucina di Ginny?



Trama
Dopo l'improvvisa scomparsa dei genitori, Ginny, una ventiseienne riservatissima e patologicamente timida, abituata a vivere in un suo mondo protetto fra le pareti domestiche, cerca consolazione nella cucina di casa e fra le ricette di famiglia. Da sempre cucinare è per lei una scappatoia quando non riesce a reggere l'angoscia, ma questa volta il profumo corposo e piccante della zuppa della nonna fa apparire in cucina un ospite inatteso: il fantasma della nonna stessa, morta vent'anni prima, che le sussurra una frase sibillina: «Non permetterglielo!» prima di scomparire. Un ammonimento che la mette in allarme... Che cosa non deve permettere? E a chi? Forse alla sorella Amanda che, abituata a organizzare tutto, ha deciso di vendere la casa in cui hanno vissuto i genitori e la sorella fino a quel momento? Ginny non avrebbe mai pensato di doversi trasferire, ma ormai rassegnata all'idea, incomincia a radunare le cose a cui tiene di più e in questa sua ricerca scopre dei segreti sepolti negli angoli più remoti: una lettera della madre nascosta nel camino della camera da letto, fotografie del padre con una donna di cui lei ignora l'identità. Via via più desiderosa di conoscere la verità, pensa di trovarla nelle parole dei suoi cari richiamandone i fantasmi attraverso le ricette da loro ereditate... Un romanzo d'esordio magico, forte e avvincente sui legami fra sapori e memoria, famiglia e identità.



"Voglio che addentino un biscotto e pensino a me, e sorridano.
Il cibo è amore.
Il cibo ha un potere.
Lo sapevo già, razionalmente, ma adesso lo sento nel cuore." 


 
E' la seconda volta che mi approccio ad un romanzo che parla di cucina, e fortunatamente ne sono rimasta molto soddisfatta (la prima non era andata molto bene. Anzi, malissimo perché non ho neppure terminato quel libro di cui ho cancellato anche il titolo).
Ginny ha ventisei anni ma è una ragazza un po' "speciale": vive con i suoi genitori in una grande casa a Philadelphia e con loro si sente protetta e al sicuro.
Sì, perché Ginny soffre della sindrome di Asperger: un problema che porta le persone a temere il contatto fisico e visivo con gli altri, a rintanarsi nel proprio guscio ed evitare le folle.
Ma sono anche persone dotate di grande memoria visiva e non, e il loro problema si può comunque "arginare" con alcune tattiche.

martedì 18 aprile 2017

Recensione: Sette lettere da Parigi - di Samantha Vérant

Buon martedì cari lettori! 😊
Com'è andato il vostro lungo week end di Pasqua? Avete ricaricato le batterie?
Oggi vi presento un libro uscito in libreria l'anno scorso, la cui particolarità è quella di essere una storia del tutto vera, scritta in prima persona dall'autrice del libro, che ha appunto vissuto questa avventura che scalda il cuore!
Di questa lettura devo proprio ringraziare la mia amica blogger Susy che mi ha consigliato di leggerlo: grazie cara!!😘


Trama
Sembrava l'inizio del più classico film romantico: una ragazza americana in vacanza a Parigi, un giovane francese affascinante, l'incontro casuale in un caffè e ventiquattr'ore vissute intensamente insieme nella città degli innamorati. Eppure, il giorno dopo, Samantha e Jean-Luc si dicono addio alla Gare de Lyon.
Per tenere viva la fiamma che si è accesa tra loro, il giovane scrive a quella ragazza indimenticabile sette lettere d'amore appassionate. Ma lei non gli risponderà mai. Neanche una parola. E quella favola sembra finire come un sogno.
Vent'anni dopo, la vita di Samantha è un disastro su tutta la linea: non ha più un lavoro, il suo matrimonio è agli sgoccioli ed è piena di debiti. Abbattuta, si decide a tornare a casa dei genitori e a fare la dog-sitter per pochi dollari, sperando di rimettersi in qualche modo in sesto. È proprio allora che, tra uno scatolone e una bolletta, ritrova le lettere di quel ragazzo francese mai del tutto dimenticato.
Così, proprio mentre tutto nella sua vita è in discussione, decide di ricominciare da un gesto molto semplice: chiedere scusa per quel lungo silenzio. Internet le facilita il compito e, una volta rintracciato Jean-Luc, scopre che la passione tra loro non si è mai spenta. Dopo centinaia di mail, telefonate infinite ed equivoci linguistici che avrebbero fatto scappare un uomo meno coraggioso, Jean-Luc le manda un biglietto aereo per Parigi. Prendere un volo per ritrovare qualcuno che hai visto per un solo giorno quando avevi diciannove anni può sembrare una follia; ma è la follia che Samantha aspettava da tutta la vita. E da allora lei e Jean-Luc sono inseparabili.
La loro storia è così incredibile che si legge come un romanzo. Raccontata in prima persona da Samantha, è un'irresistibile iniezione di speranza e positività. È un inno alle seconde chance che la vita ci sa offrire. E al coraggio di ricominciare, anche quando tutto sembra perduto.




 
Due giovani ragazze americane si concedono una vacanza in Francia: una è Tracey, l'altra Samantha. Il viaggio è lungo, le mete da visitare molte, ma a Parigi Samatha fa l'incontro più inaspettato: Jean-Luc, un ragazzo di qualche anno più grande di lei, con un bel sorriso e occhi che parlano d'amore. 
L'attrazione tra i due è molto forte, ma lei deve proseguire il suo viaggio.
Si lasciano sulla banchina della stazione del treno con la promessa di tenersi in contatto, e una volta a casa Samatha vede recapitarsi una lettera. E poi una seconda. Ma qualcosa le impedisce di rispondere a quelle frasi appassionate e cariche d'amore e di speranza.
La settima sarà l'ultima che l'affascinante ragazzo francese le scriverà, prima di arrendersi al fatto che forse, ciò che prova lui non è ciò che sente lei. 

"Tutto quello di cui avevo bisogno era una vita ricca d'amore.
E di passione.
Sì, di molta passione." 

sabato 15 aprile 2017

Novità librose #25: Aprile 2017



Buon sabato cari lettori! 😙
Questo lungo week end vi lascio in compagnia di un paio di uscite librose che risalgono a un paio di mesi fa (Ritratto di dama), e altre che invece arriveranno in libreria la settimana prossima.
Curiosi di scoprire quali sono?







Data uscita: 27 febbraio
Il viaggio di due anime che si amano da sempre e che combattono per incontrarsi, una favola metropolitana dalle atmosfere parigine. Notte di San Lorenzo. Seduta su una panchina di fronte a Notre Dame una ragazza sembra aspettare qualcuno. Guillaume, studente di Storia dell'arte, la nota da lontano. Incrocia il suo sguardo e ha un sussulto: è identica alla famosa Belle Ferronnière ritratta da Leonardo da Vinci. Con una immediata complicità, dal Point Zéro inizia la loro passeggiata attraverso la Ville Lumière. I due parlano di ciò di cui è fatta la vita: arte, fato, desideri, morte. Ma soprattutto d'amore. A un passo dall'alba, la ragazza svela a Guillaume il suo segreto...





Data uscita: 11 Aprile
Un bellissimo faro sul mare e tre settimane di vacanza. Per quattordici ragazzi sta per iniziare un'estate magnifica. Un'estate di amicizie, amori e anche piccoli dissapori. Ognuno di loro ha una storia diversa alle spalle, una ferita da nascondere, un segreto da custodire. Come Samuele, sempre pronto ad attaccare briga con tutti; o Fran, che è così timida da non riuscire a parlare con nessuno; o ancora Ahmed, il ragazzo scappato dalla guerra... E poi c'è Lin, tredici anni e un numero di assenze ingiustificate sufficiente a farsi cacciare da scuola. Dalla vita ha imparato due cose: la prima è che non bisogna mai abbassare la guardia, la seconda è che non ci si può fidare di nessuno. Per questo Lin preferisce starsene per conto proprio piuttosto che fare amicizia con i compagni. Ma una scoperta nella cava di pietra ai piedi del faro cambia tutto: uno strano graffito che mette Lin sulle tracce di una misteriosa e romantica storia d'amore. E così, tra calde giornate d'agosto e meravigliose notti stellate, Lin avrà bisogno di tutto l'aiuto dei suoi amici per riallacciare gli ingarbugliati fili del passato, scoprire la verità e vivere un'avventura che la cambierà per sempre.


Data uscita: 18 Aprile
Il suo nome esprime allegria, invece agli occhi degli altri Gioia non potrebbe essere più diversa. A diciassette anni, a scuola si sente come un’estranea per i suoi compagni. Perché lei non è come loro. Non le interessano le mode, l’appartenere a un gruppo, le feste. Ma ha una passione speciale che la rende felice: collezionare parole intraducibili di tutte le lingue del mondo, come cwtch, che in gallese indica non un semplice abbraccio, ma un abbraccio affettuoso che diventa un luogo sicuro. Gioia non ne hai mai parlato con nessuno. Nessuno potrebbe capire.
Fino a quando una notte, in fuga dall’ennesima lite dei genitori, incontra un ragazzo che dice di chiamarsi Lo. Nascosto dal cappuccio della felpa, gioca da solo a freccette in un bar chiuso. A mano a mano che i due chiacchierano, Gioia, per la prima volta, sente che qualcuno è in grado di comprendere il suo mondo. Per la prima volta non è sola. E quando i loro incontri diventano più attesi e intensi, l’amore scoppia senza preavviso. Senza che Gioia abbia il tempo di dare un nome a quella strana sensazione che prova.
Ma la felicità a volte può durare un solo attimo. Lo scompare, e Gioia non sa dove cercarlo. Perché Lo nasconde un segreto. Un segreto che solamente lei può scoprire. Solamente Gioia può capire gli indizi che lui ha lasciato. E per seguirli deve imparare che il verbo amare è una parola che racchiude mille e mille significati diversi.


Data uscita: 19 Aprile
Ward Camden è un famoso scrittore di thriller, bestseller in tutto il mondo, ma è anche un misogino con il carattere schivo e nessuna voglia di stare al centro dell’attenzione. Il suo sogno è fuggire da Los Angeles, dalla sua agente e da Linda, la fidanzata. In un impeto di ribellione, decide così di partire per la Toscana, per ritrovare se stesso e la perduta voglia di scrivere. Il destino si presenta a lui con il nome di Sissi Fiori, una giovane violinista che prima lo travolge con la sua bicicletta, poi con il suo carattere solare e appassionato, infine lo coinvolge in una vacanza inaspettata e piena di sorprese. L’attrazione fra i due è immediata, ma ci pensano Andrea ed Emma, i più cari amici di Sissi, a complicare le cose. In un tale vortice di eventi, emozioni e fraintendimenti, Ward e Sissi riusciranno a lasciarsi andare al sentimento che sta nascendo fra loro?



mercoledì 12 aprile 2017

Primo lavoro di cucito per il mio bimbo: Un accapatoio giallo con elefantini!

Buongiorno visitatori del Blog!
Oggi è una giornata super speciale perché, finalmente, dopo ben otto mesi, sul Blog ritorna un post dedicato all'altra metà di Stoffe d'Inchiostro: il cucito creativo!
Scommetto che quasi quasi vi eravate dimenticati che il mio angolino virtuale raccoglie anche alcuni lavori di cucito creativo fatti dalla sottoscritta!
Ma come darvi torto?? In questi mesi ho limitato l'uso della macchina da cucire al minimo indispensabile, e solo ora ho ricominciato a cucire per passione. 😊




Do quindi inizio a questo nuovo periodo con un lavoretto fatto esclusivamente per il mio bimbo in arrivo. Una cosina che ho preparato per lui con tanto amore in vista dei primi bagnetti: un accappatoio color del sole le cui misure mi permetterà di sfruttarlo fino ai 12 mesi! 😍😍








 
Tempo fa ne avevo fatto uno per un regalo nascita bimba che mi era stato commissionato, così ho rispolverato il modello e l'ho ideato in versione maschile.
Onestamente ho visto questi accappatoi fatti a rombo anche in vendita, ma la spugna usata era di qualità piuttosto bassa, e ovviamente non personalizzabile!


lunedì 10 aprile 2017

Rubrica Book's Soundtrack #6

Buon nuovo lunerì lettori! 😊😊
Anche questo mese torna la rubrica Book's Soundrack con un nuovo tema e un periodo dell'anno che finalmente è arrivato!
Sto parlando della primavera (mia cara, quanto ti ho desiderato questo inverno!!!😍😍)
Tra nausee e mal di testa da gravidanza non ne potevo più di stare al chiuso, in un inverno che sembrava non finire mai!!


 

Di cosa parla la rubrica Book's Soundtrack?
Ogni secondo lunedì del mese io, Ely del blog Il Regno Dei Libri, Susy di I Miei Magici Mondi e Nik di Gli Alberi Da Libri scegliamo un tema, e in base ad esso vi abbiniamo un libro, una citazione e una canzone! 😊
Pronti per scoprire il tema di APRILE?


 I Fiori
Aprile segna l'arrivo definitivo della primavera, quindi quale tema più adatto se non quello floreale?
Visto che la natura pare rianimarsi di colore dopo il lungo inverno, oggi parliamo di fiori e di... significati!😉
Prima però gustatevi questo breve video che io e le altre ragazze abbiamo voluto condividere con tutte voi! 😊

video

sabato 8 aprile 2017

Novità librose #24: Aprile 2017



Buon sabato amanti dei libri! 😙
Oggi vi saluto con alcune tra le novità librose che potrete trovare in libreria sia da questa settimana, che dalla prossima.
Avrei voluto postare il tutto ieri ma, mistero dei misteri, blogger aveva deciso di non funzionare in alcun modo, perciò ho dovuto slittare la rubrica ad oggi.
Pronti a correre in libreria?



Data uscita: 04 Aprile
Con quest'uomo ci andrei a letto. Gli ho detto poco più che buongiorno, eppure la parte più segreta di me, quella che sfugge al mio controllo, ha già espresso il suo giudizio. Lui mi tiene aperta la porta della sala riunioni e persino questo piccolo gesto di cortesia mi sembra carico di significato.
Non posso credere di essere a un passo, un solo piccolo passo, dall'aggiudicarmi la casa che lui, Edward Monkford – un innovatore, un architetto riservato e profondo –, ha progettato e realizzato in Folgate Street, civico 1, Londra.
Una casa straordinaria. Un edificio che coniuga l'avanguardia europea ad antichi rituali giapponesi. Design minimalista di pietra chiara, lastre di vetro insonorizzate e sensibili alla luce, soffitti immensi. Nessun soprammobile, niente armadi, niente cornici alle finestre, nessun interruttore, nessuna presa elettrica. Un gioiello della domotica, dove tutta la tecnologia è nascosta.
Una casa che però ha le sue regole, il Regolamento come lo chiamo: se diventerà mia non dovrò soltanto rinunciare a tappeti, fotografie alle pareti, piante ornamentali, animali domestici o feste con gli amici, ma dovrò plasmare il mio carattere, accettare una concezione della vita in cui il meno è il più, in cui l'austerità e l'ordine sono la purezza, e la sobrietà la ricompensa.
Perché lui vuole così, perché lui è così. Ha voluto sapere tutto di me, mi ha chiesto un elenco di tutte le cose che considero essenziali per la mia vita. Dicono che quest'uomo, dai capelli di un biondo indefinito e dall'aspetto poco appariscente, con gli occhi di un azzurro chiaro e luminoso, sia un architetto eccezionale perché non cede a nessuna tentazione.
Tuttavia, la casa è già stata abitata, una volta. Da una ragazza della mia stessa età, quasi una mia gemella, mi hanno detto. Anche lei, come me, non insensibile al fascino di quest'uomo.
Una ragazza che tre anni fa è morta. In questa casa.


Data uscita: 04 Aprile
Novembre 1991. La notte di Halloween Craig Ellison, star della squadra di basket della scuola superiore di Battle Creek, si avventura nel bosco da solo e scompare. Tre giorni dopo lo ritrovano con una pallottola in testa e una pistola in mano, e quel gesto all'apparenza inspiegabile sconvolge profondamente i membri di quella tranquilla cittadina della Pennsylvania, già turbati da voci inquietanti sulla presenza di sette sataniche nella zona.
Hannah Dexter, diciassettenne brillante ma solitaria, incontra Lacey Champlain poco tempo dopo la tragedia. Capelli nerissimi, look goth e una passione per Kurt Cobain che sfiora l'ossessione, Lacey è una ragazza carismatica e dal fascino perverso che si insinua nella vita e nella mente dell'impressionabile Dex, plasmandone il carattere a propria immagine e somiglianza fino a risvegliare una parte ribelle e oscura di lei che le trascina in una spirale di violenza sempre più febbrile e pericolosa.



Data uscita: 06 Aprile
Può bastare un solo sguardo per tutto quello che le parole non sanno dire.
Zoe ha 5 anni quando metà del suo mondo si appanna; una malattia rende cieco il suo occhio sinistro, trasformandolo in una specie di perla. Solo grazie all’affetto dei genitori, e soprattutto del padre, che le insegna a vivere in modo sereno e positivo, Zoe riesce a sentirsi non diversa ma «speciale»: la sua sensibilità le permette di vedere ciò che altri non vedono, le dà una marcia in più per combattere le battaglie della vita.
Zoe ha 21 anni quando la sua intera esistenza cambia: dopo la morte della madre, torna a casa, in quel paesino da cui era fuggita per inseguire il sogno di diventare pianista. Nulla sembra cambiato, ma tutto è diverso, perché suo padre – il suo energico, allegro, coraggioso padre – si è chiuso in un mutismo assoluto, il cuore indurito dal dolore e dalla solitudine.
Toccherà quindi a Zoe riaccendere in lui la speranza, senza sapere però che quella fiammella illuminerà un segreto destinato a cambiare la sua vita e quella dell’intero paese, riscrivendo le storie grandi e piccole che lo animano. Perché ci sono sempre cose belle che si vogliono ricordare. Basta cercarle e guardarle con occhi nuovi, occhi «di perla»…

mercoledì 5 aprile 2017

Recensione: Infine, tu - di Lisa Kleypas

Buon mercoledì avventori del blog!! 😊😊
Siamo a metà settimana, e dopo aver iniziato e abbandonato ben due libri (fortunatamente presi a prestito in biblioteca), con il terzo mi è andata meglio!
Per la prima volta mi sono infatti approcciata con una scrittrice nota per i suoi romanzi rosa storici, molto apprezzati dal pubblico femminile.
Onestamente tempo fa avevo acquistato "Sognando te", anche se solo questa settimana ho scoperto che fa parte di una serie, e il primo è appunto "Infine, tu".
Di positivo c'è che ogni storia è a sè, perchè sono romanzi in cui alcuni personaggi vengono ripresi nel libro successivo, e fanno solo da contorno all'intreccio della trama, lasciando spazio ad altri per essere i protagonisti di turno.


Serie "I giocatori"
- Infine, tu
- Sognando te
- Nodi d'amore


Trama
Impulsiva e bellissima, Lily Lawson si diverte a scandalizzare la buona società londinese. E per salvare la sorella dall'indesiderato matrimonio con l'arrogante lord Alex, conte di Raiford, non esita a trattare il futuro cognato in maniera sfacciata e oltraggiosa. Ma la reazione dell'uomo non è quella che Lily si aspetta. Deciso a far pagare alla ragazza l'audace intromissione, Alex si comporta da quell'abile giocatore che è sempre stato: con modi gentili e soprattutto con il suo fascino riesce a legarla a sé anima e corpo. Senza immaginare che sarà poi lei a rubargli il cuore.





Comincio subito col dire che questo è il tipico romanzo storico con alcuni clichè: lei è bellissima e dal carattere ribelle, lui è un uomo dal triste passato con addominali scolpiti, un aspetto affascinante, un carattere indomito e una passionalità da farvi venire il latte alle ginocchia.
Sono secoli che non leggevo un libro di questo genere (l'ultima volta avevo diciotto anni e mi bevevo tutti i libri di Kathleen Woodiwiss), ma ora, chissà perchè, mi è venuta voglia di staccarmi da libri più seri e inoltrarmi tra le pagine di un tipico romanzo rosa.
E ne sono rimasta davvero soddisfatta: la trama è ben delineata, l'intreccio è coinvolgente, i personaggi intriganti e la ricostruzione storica ben eseguita!

lunedì 3 aprile 2017

Un libro al mese: Jasmine e Susy ti consigliano... #9 (Aprile 2017)


Buon lunedì e soprattutto buon inizio di Aprile a voi lettori del blog!!!😊
Quest'anno sono proprio contenta che sia arrivato questo nuovo mese: avevo proprio bisogno di sentire il sole sulla pelle dopo un inverno che mi sembrava non finire mai.
Certo l'allergia ai pollini mi sta mettendo K.O già da subito, ma io resisto e mi godo ugualmente le belle giornate di primavera!😊
Il mazzo di lavanda che ho piantato due anni fa sul mio terrazzo è nuovamente fiorito, e questo mi ha dato lo spunto per un determinato consiglio libroso: una storia d'amore ambientata in Provenza, tra campi di lavanda e segreti di famiglia.


Per chi si fosse scordato di cosa parla il post, faccio un breve riassunto.
Nella rubrica "Jasmine e Susy ti consigliano", ogni mese io e Susy del blog I miei magici mondi, consigliamo un libro a testa e rispondiamo a 5 brevi domande per darvi un'idea più precisa di cosa racchiudano questi romanzi! 
Passiamo quindi al consiglio di Aprile! 

venerdì 31 marzo 2017

Monthly Recap #2: Marzo 2017



Buon venerdì lettori del blog!!
Il week end si avvicina, e visto che oggi è l'ultimo giorno di Marzo ho deciso di salutare questo mese con la rubrica Monthly Recap, così la prossima volta che mi leggere sul Blog sarà già un periodo tutto nuovo! 😊😊
Devo ammettere con grandissimo stupore che a Marzo ho letto davvero tanti libri. Una cosa così non mi capitava da secoli, anche se so che per altre blogger è semplice routine! 😜
Ci sono stati libri che mi sono piaciuti molto (L'universo nei tuoi occhi, Piccole grandi bugie e La ragazza delle fragole), un'autrice che è stata un'autentica scoperta (La mia vita non proprio perfetta), e un piccola delusione (Le ragazze vogliono la luna).
La rubrica "Book's Soundrack" per questo mese è saltata, ma ci sono stati due bei consigli librosi e finalmente è tornata anche la rubrica "Frammenti di poesie".
Inoltre c'è stato un leggero restyling della grafica e di alcune cosette presenti sul blog.

Ora bando alle ciance: si parte subito con il riassunto di MARZO:

mercoledì 29 marzo 2017

Novità librose #23: Marzo 2017


Buon mercoledì amanti dei libri! 😙
Anche questa settimana ho spluciato per voi alcune nuove uscite librose che mi hanno particolarmente colpito e che spero incontrino anche i vostri gusti!






Data uscita: 14 Marzo
Immagina che la polizia arrivi a casa tua e ti mostri una foto in cui tu – con i capelli di quel tuo rosso inconfondibile, il tuo cappotto blu – stai baciando un uomo. Peccato che quell'uomo sia stato trovato morto trentuno ore prima, e tu non ricordi di averlo mai baciato. Anzi, lo conoscevi appena. Era il tuo nuovo capo, l'uomo che ti aveva dato in gestione la galleria per conto di un misterioso proprietario. Il lavoro dei tuoi sogni: ti era sembrato troppo facile, troppo bello per essere vero. Eppure tutto era andato liscio, la galleria esisteva davvero, avevi firmato un contratto regolare. Adesso, però, guardando quella foto capisci che non c'era niente di regolare. Niente di facile. Perché là fuori qualcuno sta cercando di incastrarti, anche se non riesci a immaginare il motivo. Qualcuno che sa molte cose di te. E che forse ti è molto vicino…
In questo thriller in cui nulla è come sembra, Alice Humphrey vede crollare intorno a sé, come un castello di carte, ogni certezza. Compresa quella più importante: la sua stessa innocenza.




Data uscita: 21 Marzo
Una giovane donna attende con ansia fuori da una stanza d'ospedale. È stata lei ad accompagnare lì d'urgenza l'uomo che ora è ricoverato in gravi condizioni. È stata lei a soccorrerlo in spiaggia, mentre passava per caso, dice. Non dice - non può farlo - che invece erano insieme, che sono amanti. Lo stesso giorno, in un'altra ala dell'ospedale, una donna è in attesa di notizie sul marito, vittima di un incidente d'auto. Non era con lui al momento dell'impatto; non era rintracciabile mentre la famiglia, da ore, cercava di mettersi in contatto con lei. E adesso, quando la informano che in macchina con il marito cera una sconosciuta, non sembra affatto stupita. La prima donna è Giulia. La seconda è ancora Giulia. E il destino, con la sua ironia, ha scelto proprio quel giorno per fare entrare in collisione le due metà della sua vita: da una parte, quella in cui è, o sembra, una moglie fortunata e una figlia devota; dall'altra, quella in cui vive di nascosto una passione assoluta e sfugge al perbenismo di sua madre - alle ipocrisie, ai non detti, a una verità inconfessabile. Una verità che perseguita Giulia come una spina sotto pelle; un segreto che fa di lei quell'essere così tormentato e unico, luminoso e buio; un vuoto d'amore che si porta addosso come una presenza ingombrante, un caos che può soltanto esplodere. Perché l'amore è una voce che non puoi zittire e una forza che non puoi arrestare. L'unica spinta che può riportarti a ciò che sei veramente.


lunedì 27 marzo 2017

Recensione: Piccole grandi bugie - di Liane Moriarty

Buon pomeriggio cari lettori!! 😊😊
Oggi ritorno con un libro di narrativa che ha le sfumature di un giallo.
Un'autentica sorpresa perchè ne avevo sentito parlare bene, ma non mi aspettavo di fare addirittura le ore piccole per volerlo finire a tutti i costi!
E' stata senza alcun dubbio una bellissima lettura, e colgo l'occasione per ringraziare la casa editrice Mondadori per avermi inviato una copia digitale del libro! 
Curiosi di leggere la recensione? Allora pronti, partenza... VIA! 😃



Trama
Una cittadina di provincia come tante, fatta di villette, giardini con i giochi e piscine gonfiabili, famiglie sorridenti, madri che chiacchierano all'uscita della scuola. Un luogo in cui è spontaneo conversare con i vicini e trovarsi per una grigliata dietro casa nei pomeriggi estivi. È facile per Madeline, Celeste e Jane diventare amiche. Anche se non potrebbero essere più diverse, e non possono dire di conoscersi davvero.
Madeline è divertente e caustica, si ricorda tutto e non perdona nessuno. Il suo ex marito si è appena trasferito con la giovane moglie e la figlioletta nelle vicinanze e, quel che è peggio, la sua primogenita adolescente è già totalmente conquistata dalla nuova matrigna. Com'è possibile? si tormenta Madeline. Celeste è quel genere di bellezza che tutti si voltano a guardare quando cammina per la strada, ha due gemelli e un marito adorabile e bello quanto lei, sono ammirati da tutti, specialmente dai genitori della scuola dei figli. Tanta fortuna non potrebbe avere un prezzo? E quanto sarebbe disposta a pagare? si domanda Celeste. E poi c'è Jane, che si è appena trasferita in città. Una mamma single provata da un passato di tristezze, piena di dubbi e segreti che riguardano suo figlio.
Madeline e Celeste prendono subito Jane sotto la propria ala protettrice, senza capire quanto il suo arrivo, e quello del suo imperscrutabile bambino, stia per cambiare per sempre le loro vite. Senza rendersi conto che a volte sono le bugie più piccole, quelle che raccontiamo a noi stessi per sopravvivere, che possono rivelarsi le più pericolose...


Tre donne, tre madri.
La storia che ci racconta Liane Moriarty ruota attorno a una tragedia che si è consumata in una piovosa serata di beneficenza, nella scuola dei loro figli.
I capitoli si alternano dando spazio alla vita personale di Madeline, Jane e Celeste, al termine dei quali a parlare sono gli invitati alla festa.
Ognuno di loro lascia un commento all'agente di polizia, dando il suo punto di vista circa l'accaduto e la dinamica delle relezioni tra genitori e insegnanti all'interno della scuola.
Dalle loro parole si intuisce che sia stato compiuto un omicidio, ma vittima e assassino sono preclusi al lettore, e per comprendere chi siano non resta che leggere il libro sino alla fine.
Ma chi sono queste tre madri?

venerdì 24 marzo 2017

Frammenti di poesie #10: "Marzo" - di Alfred De Musset

Buon pomeriggio cari lettori!
Oggi finalmente ho deciso di rispolverare letteralmente una rubrica che giace del dimenticatoio da troppi mesi (ossia da giugno!).😣😣
Ok, lo so, mi vergogno moltissimo di averla proprio tralasciata, e sinceramente non so come sia stato possibile.
Visto che però siamo a marzo inoltrato (e tra un po' sarà anche finito), ho pensato di coccolarvi con questa bellissima poesia scritta da Alfred De Musset, che richiama i primi suoni della primavera e lo schiudersi di una nuova stagione.





Marzo
- di Alfred De Musset-


Nei boschi, da sera a mattina,
si schiudono fresche sorprese:
leggero sui prati cammina
Marzo, incantevole mese.
Ancora non c'è l'usignolo
ricolmo di note e di trilli,
ma lungo le prode e nel bosco
già fremono e parlano i grilli.
E, guarda, la siepe s'è desta
coperta di fiori, odorosa;
il pesco s'ammala di festa
schiudendo i suoi petali rosa.
C'è pioggia, c'è vento, c'è sole:
è Marzo, ogni cosa ha un incanto;
è Marzo che piange e non vuole,
che mostra il sorriso tra il pianto.


Sperando abbiate gradito questo ritorno di rubrica, vi mando un forte abbraccio! 😘😘
 
 
 
 
 


martedì 21 marzo 2017

Recensione: L'universo nei tuoi occhi - di Jennifer Niven

Buon martedì cari lettori!! 😊😊
Oggi è una giornata nuvolosa e piuttosto triste, ma ho comunque deciso di darmi al giardinaggio e sistemare un po' di fiori ed erbe aromatiche sul terrazzo!
Non so voi, ma affondare le mani nella terra e lavorare a contatto con la natura, mi da un immenso senso di pace.
Ora invece mi preparo a scrivere la recensione di un libro di cui la casa editrice DeAgostini mi ha gentilmente inviato una copia digitale, e che ringrazio di cuore!
Dopo aver letto "Raccontami di un giorno perfetto" di Jennifer Niven (QUI trovate la mia recensione), non potevo non leggere anche questo suo nuovo romanzo!



Trama
Affascinante. Divertente. Distaccato. Ecco le tre parole d’ordine di Jack Masselin, diciassette anni e un segreto ben custodito: Jack non riesce a riconoscere il volto delle persone. Nemmeno quello dei suoi genitori, o quello dei suoi fratelli. Per questo si è dovuto impegnare molto per diventare Mister Popolarità. Si è esercitato per anni nell’impossibile arte di conoscere tutti senza conoscere davvero nessuno, di farsi amare senza amare a propria volta. E finora è riuscito a cavarsela. Ma le cose prendono una piega inaspettata quando Jack vede per la prima volta Libby. Libby che non è come le altre ragazze. Libby che porta addosso tutto il peso dell’universo: un passato difficile e tanti, troppi chili per poter essere accettata dai suoi compagni di scuola. Un giorno, per non sfigurare davanti agli amici, Jack prende di mira Libby in un gioco crudele, che spedisce entrambi in presidenza. Libby però non è il tipo che si lascia umiliare, e il suo incontro con Jack diventa presto uno scontro. Al mondo non esistono due caratteri più diversi dei loro. Eppure… più Jack e Libby si conoscono, meno si sentono soli. Perché ci sono persone che hanno il potere di cambiare tutto. Anche una vita intera.



Ci sono autori che riescono a raccontare storie di vita comune con grande enfasi. E storie che meritano e devono essere raccontate, perchè i giovani d'oggi devono leggerle, aprire gli occhi su ciò che ci circonda e imparare ad essere più empatici con il prossimo, mettendosi anche nei panni degli altri, prima di commettere il terribile errore di giudicare.

Jake Masselin è il tipico belloccio ben voluto da tutti i ragazzi del liceo: carino, simpatico, intelligente, alla mano ed estroverso.
Eppure nasconde un segreto che nessuno conosce: soffre di prosopagnosia, ossia non riesce a memorizzare, e quindi riconoscere, i volti delle persone. Neppure quelli della sua famiglia.
Con il tempo ha imparato ad affinare la percezione di come si muovono amici e familiari. Ha memorizzato i loro gesti, i tratti fisici più distintivi e fa leva su questi per riconoscere la persona che gli sta di fronte.

Libby è una ragazza dal passato difficile.
Dopo il trauma causato dalla perdita della madre, il bullismo, l'isolamento e il dolore, il suo unico rifugio è diventato il cibo.
Mangiare era l'unico conforto che avesse; l'unica medicina ad averla relegata in un letto dentro le quattro mura della sua stanza.
Per tre anni è rimasta fuori dal mondo, sola con il suo romanzo preferito, le serie tv e la voglia di una vita diversa. 

Lui sa bene quanto me qual'è il motivo: lo scombussolamento che c'è stato nella mia vita quando avevo dieci anni; 
gli episodi di bullismo e la paura. 
Paura di tutto, ma in particolare della morte. 
Della morte improvvisa. E il terrore della vita.
Il vuoto immenso che ho nel petto". 

lunedì 20 marzo 2017

Un annuncio da condividere: Diventerò mamma!

Buondì cari lettori del Blog!😚
Oggi è un giorno importante per me, il primo in cui mi espongo così tanto sul blog da voler condividere una cosa personale ma carica di felicità.
Ci ho messo parecchio per decidermi a compiere questo passo, ma visto che nei prossimi giorni inizierò a postare nuove creazioni di cucito creativo dedicato a un esserino in particolare, tanto vale annunciare a piene lettere "DIVENTERO' MAMMA"!!!!! 💗💗💗
Oggi sono ufficialmente entrata nel 7° mese, e per giugno avrò un bel frugoletto tra le braccia.
Come ogni mamma chioccia che si rispetti, ho cominciato a prepare il mio nido, con tante nuove idee creative che mi frullano per la mente! 😊
Accappatoi, bavaglini, porta pannolini e chi più ne ha ne metta: tutto per il mio cucciolo!
Certo il pancione mi limita nei movimenti e nella velocità di fare le cose, ma quando lo sento scalciare non posso che sorridere, in attesa del momento in cui potrò tenerlo tra le braccia.


Ecco quindi svelato anche il motivo per cui nel periodo da ottobre a gennaio sono praticamente sparita dal web: le nausee e le emicranie mi hanno fatto talmente tanta compagnia, che PC e libri erano diventati una missione impossibile!
Passati quei cinque mesi però mi sono rimessa in carreggiata, anche se non so se dopo la nascita riuscirò a restare online come ora. Vedremo... e intanto incrocio le dita.

Il mio istinto di lettrice si è già fatto sentire perchè ora, quando entro in libreria, non mi soffermo solo tra gli scaffali di narrativa per adulti, ma vado alla ricerca anche di quelli dedicati alle letture per bambini... osservo i libri delle fiabe, sfoglio quelli d'avventura e mi immagino a leggere incredibili storie al mio bimbo, o a sfogliare i libri insieme a lui. Sperando, ovviamente, che sia un amante di carta e inchiostro quanto me!  😊




Un grande abbraccio😘😘





venerdì 17 marzo 2017

Recensione: La ragazza delle fragole - di Lisa Stromme

Buon venerdì cari lettori!! 😊😊
Finalmente ci si può crogiolare al sole con queste belle giornate che mi erano mancate proprio tanto!
Come stanno procedendo le vostre letture?
Io in questi giorni ho finalmente deciso di leggere un libro che fa parte della mia libreria da più di sei mesi, perciò preparatevi: sto per condurvi indietro nel tempo, in una terra fredda che d'estate si rianima di vita, e nel cuore pulsante dell'arte del famoso pittore Munch!😉

Trama
Norvegia, 1893. Nel pittoresco villaggio di Åsgårdstrand, che si affaccia sui fiordi del Mare del Nord, a qualche chilometro da Oslo, molti artisti trascorrono le vacanze estive. A pochi passi dal mare c’è anche la piccola casa di Edvard Munch, il pittore “malato” che la comunità locale guarda con grande sospetto. Nonostante il divieto di rivolgergli la parola e di contemplare le sue tele, la piccola Johanne non resiste, e ogni volta che viene mandata a raccogliere le fragole da vendere ai turisti, si intrattiene con il giovane artista. È proprio la pittura e il mondo dell’arte ad affascinarla e Munch sembra l’unico ad averlo intuito e a incoraggiarla in quella direzione. L’estate di libertà di Johanne finisce però quando sua madre la manda a servizio da una delle famiglie più in vista del luogo, per tenere compagnia a Tullik, una ragazza di qualche anno più grande di lei. Ed è così che Johanne sarà testimone di un evento sconcertante: tra Tullik e Munch scoppia una passione febbrile e pericolosa. Un sentimento tanto impetuoso quanto osteggiato che sconvolgerà la vita delle due ragazze fino a mettere in pericolo le stesse opere di Munch.



Johanne è una bambina che vive in un villaggio norvegese. La sua famiglia non è agiata, e per contribuire al sostentamento di tutti, d'estate raccoglie fragole, ribes e lamponi per poi venderli al mercato.
La comunità in cui vive è molto piccola, ma nella bella stagione si anima di famiglie altolocate che decidono di trascorrervi le vacanze, tra balli e passeggiate all'aria aperta.
Ogni anno Åsgårdstrand accoglie anche una persona eccentrica e fuori dagli schemi. Un pittore dall'anima frastagliata e complessa, che dipinge uomini e donne tormentati dalle proprie paure e i propri demoni.
La gente teme le sue opere. L'inquietudine che ne traspare non piace a nessuno, ed Edvard Munch viene emarginato, guardato con sospetto e additato come un uomo in combutta con il Maligno.
Ma non per Johanne: per lei Munch è una fonte d'ispirazione. Un uomo gentile che le insegna i rudimenti della pittura, le permette di dipingere nel suo capanno e la incita a dare voce alla propria anima attraverso le tele e i colori. 

"Cos'è che la spinge a dipingere così?" chiese Tullik.
"Mi sforzo di ritrarre gli enigmi insolubili dell'esistenza, 
le cose che ci lasciano perplessi
Cerco di rappresentare la vita, così come viene vissuta."