sabato 29 ottobre 2016

Aggiornamento: Il Blog rallenta



Buongiorno cari lettori!
Il post di oggi è scritto a malincuore, ma è dettato da esigenze che non posso più tralasciare.
Per motivi personali che spero si risolvano in fretta, mi vedo costretta a rallentare di molto la mia permanenza non solo sul mio blog, ma anche sui vostri.
Causa problemi personali non potrò più seguivi come un tempo, motivo per il quale mi troverete a commentare i vostri post con molta meno frequenza.
Ovviamente anche il mio blog verrà aggiornato molto meno.
Ci tengo a far uscire le due rubriche principali "Un libro al mese" e "Book's Soundrack", più le nuove uscite in libreria che le case editrici mi inviano, ma le recensioni vedranno un rallentamento considerevole. 
Mi dispiace moltissimo (soprattutto per tutti i libri che mi sono stati inviati dalle case editrici e che aspettano di esser letti), ma non sono proprio nella condizione fisica di poterli leggere.

Spero di riuscire presto a riacquistare i ritmi abituali, e tornare a farvi visita come sempre! :)

Un grande abbraccio,
Jasmine





Novità librose #12: Novembre - Gennaio 2016


Buongiorno cari lettori!
Oggi vi posto le nuove uscite edite per due grandi case editrici!
Della Mondadori a gennaio troverete in libreria il primo libro della nuova serie di Veronica Roth,  l'autrice che ha scritto la triologia di "Divergent", e di cui potete leggere il primo capitolo cliccando  QUI. Il suo nuovo libro si intitola "Carve The Mark".

Per la Newton e Compton, invece, la prossima settimana vedrà pubblicate tante nuove uscite di cui, la maggior parte, farà contenti gli amanti delle serie.






Data uscita: 17 gennaio
In una galassia lontana, dove la vita degli uomini è dominata dalla violenza e dalla vendetta, ogni essere umano possiede un "donocorrente", ovvero un potere unico e particolare, in grado di determinarne il futuro. Ma mentre la maggior parte degli uomini trae un vantaggio dal dono ricevuto in sorte, Akos e Cyra non possono farlo. Al contrario, i loro doni li hanno resi vulnerabili al controllo altrui.   Cyra è la sorella del brutale tiranno Shotet Ryzek. Il suo donocorrente, ovvero la capacità di trasmettere dolore agli altri attraverso il semplice contatto fisico, viene utilizzato dal fratello per controllare il loro popolo e terrorizzare i nemici. Ma Cyra non è soltanto un'arma nelle mani di un tiranno. La verità è che la ragazza è molto più forte e in gamba di quanto Ryzek pensi.   Akos appartiene al pacifico popolo dei Thuve, e la lealtà nei confronti della famiglia è assoluta. Quando lui e il fratello vengono catturati dai soldati Shotet di Ryzek, l'unico suo pensiero è di riuscire a liberarlo e a portarlo in salvo, costi quel che costi. Quando poi viene costretto a entrare a far parte del mondo di Cyra, l'ostilità tra i loro due popoli sembra diventare insormontabile, tanto da costringere i due ragazzi a una scelta drammatica e definitiva: aiutarsi a vicenda a sopravvivere o distruggersi l'un l'altro.


Data uscita: 03 Novembre
Cinque anni fa Aidan Tyler ha lasciato New York sul carro dei vincitori, diretto verso il sole e il divertimento della California. Fresco di Premio Pulitzer grazie al suo primo libro, coccolato dalla critica e forte di un notevole numero di copie vendute, era certo che quello fosse solo l’inizio di una luminosa e duratura carriera. Peccato che le cose non stiano andando proprio così: il suo primo libro è rimasto l’unico, l’agente letterario e l’editore gli stanno con il fiato sul collo perché consegni il secondo, per il quale ha già incassato un lauto anticipo. Un romanzo che Aidan proprio non riesce a scrivere. Disperato e a corto di idee, in cerca di ispirazione prova a rientrare nella sua città natale, là dove tutto è iniziato. E sarà proprio a New York che conoscerà Laurel, scrittrice di romanzi rosa molto prolifica. Già, “rosa”: un genere che Aidan disprezza. Perché secondo lui quella è robaccia e non letteratura. E chiunque al giorno d’oggi è capace di scrivere una banale storia d’amore… O no? 


mercoledì 26 ottobre 2016

Recensione: Dentro soffia il vento - di Francesca Diotallevi

Buongiorno cari lettori!
Nel mercoledì che spezza la settimana vi propongo la recensione di un libro che mi ha letteralmente conquistato. Ho aspettato tanti mesi per leggerlo, troppi.
E alla fine l'ho preso in prestito dalla biblioteca: uno sbaglio perché avrei preferito poterlo custodire sulla mia libreria.
Primo libro della Diotallevi che leggo, e che mi resterà nel cuore per moltissimo tempo.
Se amate le atmosfere cupe e fredde, dove segreti e sentimenti mal celati aspettano solo di uscire prorompenti come la frana di una montagna, allora questo libro fa proprio per voi.
Sul finale mi sono persino commossa. Lacrime di felicità per la precisione, quindi non spaventatevi! ;)


Trama
In un avvallamento tra due montagne della Val d'Aosta, al tempo della Grande Guerra, sorge il borgo di Saint Rhémy: un piccolo gruppo di case affastellate le une sulle altre, in mezzo alle quali spunta uno sparuto campanile. Al calare della sera, da una di quelle case, con il volto opportunamente protetto dall'oscurità, qualche "anima pia" esce a volte per avventurarsi nel bosco e andare a bussare alla porta di un capanno dove vive Fiamma, una ragazza dai capelli così rossi che sembrano guizzare come lingue di fuoco in un camino. Come faceva sua madre quand'era ancora in vita, Fiamma prepara decotti per curare ogni malanno: asma, reumatismi, cattiva digestione, insonnia, infezioni... Infusi d'erbe che, in bocca alla gente del borgo diventano "pozioni" approntate da una "strega" che ha venduto l'anima al diavolo. Così, mentre al calare delle ombre gli abitanti di Saint Rhémy compaiono furtivi alla sua porta, alla luce del sole si segnano al passaggio della ragazza ed evitano persino di guardarla negli occhi. Il piccolo e inospitale capanno e il bosco sono perciò l'unica realtà che Fiamma conosce, l'unico luogo in cui si sente al sicuro. La solitudine, però, a volte le pesa addosso come un macigno, soprattutto da quando Raphael Rosset se n'è andato. Era inaspettatamente comparso un giorno al suo cospetto, Raphael, quando era ancora un bambino sparuto, con una folta matassa di capelli biondi come il grano e una spruzzata di lentiggini sul naso a patata...


Il paesino di Saint Rhémy sorge in una remoto avvallamento della Valle d'Aosta.
I suoi abitanti sono perlopiù contadini e boscaioli, nessuno possiede più di qualche abito e pochi averi.  
La vita per loro è molto dura: la montagna non guarda in faccia nessuno, elargisce i suoi doni con generosità, ma quando arriva l'inverno, solo il più forte sopravvive.


"Dio, bambina mia, non è qui. Dio è la montagna che ci tiene al sicuro, pur esponendoci a tanti pericoli. E' l'acqua  e il cibo che ci permettono di vivere, il fuoco che ci riscalda. 
Dio è la pioggia che bagna i campi e il sole che scioglie la neve. 
Dio è nei dettagli, figlia mia".


Per il reverendo Agape, ambientarsi in un simile villaggio dopo gli agi di Roma, è assai difficile.
Soprattutto perché deve convivere con un ex parroco arcigno, despota e arrogante.
Per non parlare delle mille superstizioni che infestano il suo nuovo gregge.
La colpa di ogni sfortuna, bestiame malato o scarsità di raccolto, viene attribuita alla Strega: una ragazza che vive sola nei boschi, la cui lunga chioma rossa non può che essere il marchio che il diavolo ha voluto porre su di lei.
Eppure, al calar del sole, chiunque abbia bisogno di una pozione o un  rimedio per guarire i dolori del corpo, è tra le fronde del bosco che si addentrano, sino all'uscio della sgangherata capanna della ragazza.


La superstizione, in quella valle di leggende e storie fantastiche, aleggiava in ogni discorso, si mescolava a tutto ciò che non si poteva spiegare; si modellava sulle cose complicate, quelle che per la loro natura misteriosa risultavano incomprensibili, diverse.


Fiamma, questo è il suo nome, è ormai avvezza ad essere considerata una reietta.
Emarginata, sola con se stessa e la conoscenza delle erbe di cui la madre le ha fatto dono, trascorre le sue giornate ad osservare le piante, studiarne le proprietà e a pensare.
Pensa a Raphael; a quel ragazzino, il suo unico amico, con cui ha condiviso tutta la giovinezza.
Un uomo che un giorno è partito per la guerra, e non è più tornato.


Raphael era un fratello. Era la mia famiglia. 
Con te è diverso, tu sei il vento che mi soffia dentro, sei colui che muove i miei passi.
Se sparissi in questo momento, sparirei con te.


Ogni sera, all'imbrunire, Fiamma si avvicina a quella che era la casa di Raphael, e osserva Yann, suo fratello.
L'uomo che la montagna ha reso storpio, ma di cui Fiamma ha ricucito l'anima.
Si osservano. I loro riflessi vagano dagli occhi guardinghi e impregnati di acredine di lui, a quelli di lei, selvaggi e determinati.
Entrambi nascondono segreti che temono possano essere svelati, e si rincorrono in sguardi carichi di colpe e parole non dette.


Io e mia madre l'avevamo sottratto alla morte, afferrando la sua anima e ricucendola alla carne, ma l'uomo che avevamo riportato indietro dal mondo delle ombre non sarebbe mai più stato lo stesso.

 
Con un linguaggio superbo, che va dritto al cuore del lettore, Francesca Diotallevi ci porta in una terra selvaggia, lontana dal mondo, in cui la montagna è l'unico vero Dio che gli abitanti di Saint Rhémy conoscano.
A parlare a capitoli alterni sono il reverendo Agape, Yann e Fiamma.
Tre persone dal carattere ben definito, ognuno in cerca di qualcosa.
Agape spera di trovare la fede che non pensa di avere; Yann ha bisogno di perdonare se stesso per ciò di cui non ha colpa, e Fiamma è il cardine che li aiuterà a trovare le riposte che cercano.


No, io non volevo guarire. 
Io volevo tenermelo dentro quel fratello che non avevo saputo proteggere, che non avevo potuto strappare via dalla morte, come lui aveva fatto con me.
Quel fratello che non aveva tomba nè fiori; che non avrebbe avuto un posto, nel mondo, dove chi lo aveva amato potesse ricordarlo, piangere per lui.


"Dentro soffia il vento"  è il fulcro di segreti celati da gente che preferisce tacere, è la storia di un'amicizia forte e speciale, e di un amore che sboccia in fretta, ma che si gela nel lungo inverno dell'omertà, e che tornerà a riscaldare cuore e mente, solo se i protagonisti troveranno la forza di ammettere i loro sentimenti e combattere per essi.


 Credevo di odiarla, per avermi salvato sottraendomi alla montagna, che era l'unica cosa che amavo; ma non era vero: amavo lei più di qualsiasi altra cosa.
Lei, che aveva guardato dentro di me e si era lasciata guardare dentro.
Lei, che della montagna aveva la stessa imperiosa tenacia e quella limpidezza che era propria del ghiaccio e dell'acqua di fonte.


Un romanzo struggente, impregnato di rancore, perdono, e soprattutto amore.
Un amore che conquista il lettore e il suo cuore.


Rhian aveva ragione: non me ne sarei mai andata. 
Ero il bosco e il ruscello che lo attraversava, ero la roccia ferrosa e il ghiaccio del valico.
La mia casa era lì.


Voto: 4/4 Stupendo









martedì 25 ottobre 2016

Novità librose #11: Ottobre 2016

Buongiorno cari lettori!
Anche questa settimana ci saranno delle belle uscite! In particolare se siete amanti del genere storico! :)





Data uscita: 27 Ottobre
Il mondo di Azzurra va in pezzi quando scopre che il suo legame con Leo è costruito su una menzogna: il tradimento di lui è un duro colpo, ma ancora di più lo è sapere che il ragazzo che credeva di amare non è mai stato sincero e le ha nascosto un segreto che forse non aveva confessato neanche a se stesso. Un amore che finisce ti spezza sempre il cuore: ti fa soffrire, sgretola le tue certezze, ti fa piangere fino quasi ad allagarti dentro. Ma quando a ridurti così è la tua prima cotta, l’amico di una vita e il compagno di tante avventure, superarlo appare davvero impossibile. Dopo Leo, infatti, ogni relazione sembra difficile, e soprattutto sembra difficile poter ricominciare a credere in sé e negli altri. Eppure ci sono dolori per cui piangiamo, ma che non rimpiangeremo mai. Perché ci fanno comprendere che a volte l’amore è tutto, e a volte non è abbastanza. Che per rinascere bisogna morire. Che prima di piacere agli altri bisogna provare a voler bene a se stessi. E perché sono l’inizio di un cammino che ci insegna a crescere, a superare le delusioni e a vivere ogni emozione fino in fondo, trasformando le nostre insicurezze in splendide ali di farfalla.


Data uscita: 27 Ottobre 
Quando sua nonna Mariam muore, Katerina eredita un’antica scatola da spezie. Al suo interno, avvolti da un intenso profumo, trova delle lettere e un diario scritto in armeno. Katerina scopre così che la sua famiglia è stata devastata dalla tragedia armena del 1915. Non solo Mariam, ancora bambina, è stata esiliata dalla sua casa in Turchia e separata dall’amata famiglia, ma ha anche dovuto affrontare il terribile dolore per la perdita del primo amore. Inquieta per ciò che ha scoperto, Katerina vuole andare a fondo in quella storia. Decide allora di mettersi sulle tracce dell’amata nonna e intraprende un viaggio che la porterà dall’Inghilterra a Cipro e poi dall’altra parte del mondo, a New York. Sarà un tuffo nel passato, ma anche un modo, per Katerina, di liberarsi di ricordi dolorosi in cui è ancora intrappolata.

domenica 23 ottobre 2016

Recensione: La donna della cabina numero 10 - di Ruth Ware

Buona domenica cari lettori!
Non so che tempo faccia da voi, ma qui da me è la tipica giornata autunnale: fa freddo, il cielo è grigio e c'è una leggera umidità.
Poi sono anche a casa sola soletta, quindi postarvi questa recensione è d'obbligo. Poi mi tufferò in un libro che mi tenga compagnia fino al rientro dal lavoro della mia dolce metà! ;)

Oggi vi propongo un thriller che mi è piaciuto davvero tanto, e per cui ringrazio la casa editrice Corbaccio, che mi ha gentilmente donato una copia digitale del libro. :)
Ovviamente recupererò al più presto anche il primo libro di questa autrice, intitolato "L'invito", perchè questo mi è piaciuto davvero moltissimo!!


Trama
Doveva essere la crociera perfetta. Le luci del grande Nord su una nave di lusso, l’Aurora Borealis, in compagnia di pochi e selezionatissimi ospiti. Un’ottima opportunità professionale per la giornalista Lo Blackwood, incaricata di sostituire il suo capo e ben felice di trovare sollievo dallo choc provocato da un tentativo di furto subito nella sua casa di Londra.
Ma la crociera si trasforma ben presto in un incubo atroce… Durante la prima notte di viaggio, Lo assiste a quello che ha tutta l’aria di essere un omicidio, proprio nella cabina accanto alla sua, la numero 10. Non solo nessuno le crede, ma la ragazza che dice di aver incontrato nella stessa cabina sembra non essere mai esistita: non è a bordo, nessuno la conosce, e le tracce lasciate dalla sua misteriosa presenza svaniscono una dopo l’altra. Bloccata sulla nave e sempre più isolata nella sua ricerca, Lo cade in preda al terrore. Sta forse impazzendo? Oppure è intrappolata in mezzo all’oceano, unica testimone di un delitto e in balia di uno spietato assassino?
Inquietante, coinvolgente, claustrofobico, «La donna della cabina numero 10» conferma la nascita di una nuova autrice di grande talento nel panorama del thriller internazionale.

Trascorrere cinque giorni su una nave da crociera di lusso e adatta ad ospitare soltanto pochi passeggeri, è per Lo l'occasione di una vita che si avvera: con l'articolo che scriverà sull'Aurora Borealis, salirà finalmente di un gradino nel grande mondo del giornalismo, e in quel lavoro che da dieci anni l'ha relegata in un cantuccio del suo ufficio.

La nave a prima vista è stupenda: lampadari di cristallo, soltanto dieci cabine (tutte suite), personale che segue ogni esigenza dei passeggeri, Spa, e chi più ne ha ne metta.
Un vero sogno ad occhi aperti, realizzabile solo per chi possiede un portafogli molto molto capiente.

giovedì 20 ottobre 2016

Recensione: Dreamology - di Lucy Keating

Buongiorno cari lettori!!
Questa volta ci ho messo davvero una vita a scrivere una recensione!! Quattro giorni che ho terminato il libro, e zero ispirazione per raccontarvi di questa lettura!!
Sono state delle giornate davvero molto strane..
Va bé, bado alle ciance e procediamo! ;)
Ovviamente ringrazio Simona della casa editrice Newton Compton, che mi ha fatto un regalo inaspettato, spedendomi il cartaceo  "Dreamology" in anteprima!
Voi lettrici di sicuro lo sapete: quando al citofono sentiamo dire "C'è un pacco per lei", e sappiamo di non aspettare nessun pacco, la gioia sprizza da tutti i pori!!!  :D


Trama
Per quanto Alice può riuscire a ricordare, Max è sempre stato parte integrante dei suoi sogni. Insieme hanno girato il mondo, vissuto esperienze straordinarie e si sono innamorati alla follia. Max è il ragazzo perfetto… Peccato che non sia reale. Perché Max non esiste. O almeno, così ha sempre pensato Alice. Fin quando entra nella sua nuova classe, il primo giorno di scuola, e… non riesce a credere ai suoi occhi: il suo Max è lì, davanti a lei, in carne e ossa. Ben presto però dovrà fare i conti col fatto che il Max reale è molto diverso dal Max dei sogni. Il Max reale è testardo e problematico, ha una vita complicata e intensa, di cui Alice non fa parte, nonché una ragazza, Celeste. Anche il loro incontro e il loro rapporto non sono così perfetti come lei aveva sperato. Quando si è vissuto un amore da sogno, ci si potrà mai accontentare della realtà?




 
Una delle cose più difficili che può capitare ad un lettore, è apprezzare, stimare o innamorarsi di un protagonista.
Non sempre ci riusciamo, e il più delle volte ci passano accanto indifferenti.
Questa volta, però, sono rimasta sorpresa dalla protagonista di Dreamology.
Alice è una ragazza molto giovane, sui sedici anni, alle prese con un padre che vive in un mondo tutto suo, una madre che l'ha abbandonata per studiare le scimmie, un'amica del cuore che non può più vedere perchè si è dovuta trasferire, e un ragazzo bello, interessante e intelligente... che vede solo nei suoi sogni.
Ma questo rende speciale ogni notte, perchè appena chiude gli occhi Max è già pronto ad aspettarla per vivere avventure strepitose, viaggi in paesi sconosciuti e sentimenti che fanno battere il cuore.
Max è il suo migliore amico e fidanzato. Ma è solo frutto della sua immaginazione.
O forse no?

lunedì 17 ottobre 2016

Recensione: La piccola libreria del destino - di Sophie Nicholls

Buon lunedì cari lettori!
Ho pensato di iniziare la settimana parlandovi di un bel libro terminato sabato: una storia delicata e dolce, che parla di magia e del potere femminile.
Pronti per scoprire qualcosa di più?


Trama
La libreria di Ella, a York, in Inghilterra, è piccola, ma accogliente. Un luogo in cui rifugiarsi e cercare riparo dalle tempeste della vita. Almeno finché Ella non comincia a fare strani, oscuri sogni e non scopre che sono identici a quelli della madre, trasferitasi in California, dove ha aperto una boutique di abiti vintage. Separate da un oceano eppure unite da qualcosa d’invisibile e potentissimo, madre e figlia provano a dare un senso a quelle immagini che le tormentano e si convincono che esso si trovi nel passato: sia in quello che le circonda, fatto di pagine e di stoffe, sia nelle loro comuni, dolorose esperienze. Così si affidano al Libro dei sogni di Miss Mary, un antico, prezioso diario, e alla saggezza della nonna di Ella, che arriva da molto lontano per aiutare la figlia e la nipote. Perché la strada del destino è spesso tortuosa, ma, quando incrocia quella della verità, rende la vita una pagina bianca su cui scrivere il proprio futuro.



 
I sogni sono da sempre un mezzo antico e potente per leggere il proprio futuro, o ciò che portiamo nel cuore.
Per Ella e Fabia, sua madre, un soffice cuscino di piume non è più un modo per abbandonarsi alla stanchezza, ma una via verso sogni paurosi in cui un grande uccello dalle piume rosse e verdi, le spaventa e le spinge a svegliarsi tra freddi brividi e strani presentimenti.
Le loro vite non potrebbero essere più diverse: Ella è la proprietaria di una piccola libreria a York, una cittadina inglese, mentre Fabia possiede un negozio di stoffe nell'assolata California.
Eppure entrambe hanno il potere di sentire i Segni: sensazioni che appartengono a sé stesse o agli altri, e che si manifestano in gusti, visioni o caratteristiche tattili.


Era quello che voleva credere a proposito dei suoi sogni: 
che alla fin fine ci fosse, al di sotto di tutto, un significato ultimo; 
un piccolo nucleo immobile dove confluissero i mille rivoli della vita.

sabato 15 ottobre 2016

Novità librose #10: Ottobre 2016

Buon sabato cari lettori!
Ecco tante nuove uscite che potete già trovare in libreria, o che usciranno la settimana prossima!
Pronti ad aprire il portafogli!!??  :D :D



Data uscita: 13 Ottobre
Doveva essere la crociera perfetta. Le luci del grande Nord su una nave di lusso, l’Aurora Borealis, in compagnia di pochi e selezionatissimi ospiti. Un’ottima opportunità professionale per la giornalista Lo Blackwood, incaricata di sostituire il suo capo e ben felice di trovare sollievo dallo choc provocato da un tentativo di furto subito nella sua casa di Londra.
Ma la crociera si trasforma ben presto in un incubo atroce… Durante la prima notte di viaggio, Lo assiste a quello che ha tutta l’aria di essere un omicidio, proprio nella cabina accanto alla sua, la numero 10. Non solo nessuno le crede, ma la ragazza che dice di aver incontrato nella stessa cabina sembra non essere mai esistita: non è a bordo, nessuno la conosce, e le tracce lasciate dalla sua misteriosa presenza svaniscono una dopo l’altra. Bloccata sulla nave e sempre più isolata nella sua ricerca, Lo cade in preda al terrore. Sta forse impazzendo? Oppure è intrappolata in mezzo all’oceano, unica testimone di un delitto e in balia di uno spietato assassino?

mercoledì 12 ottobre 2016

Recensione: I sei volti dell'amore - di Sarah Jio

Buongiorno cari lettori!
Per oggi ho abbandonato i temi drammatici che ultimamente mi divoro pagina dopo pagina, e ho deciso di alternare queste letture ad altre più "soft"! :)
Ecco perchè mi trovo a presentarvi la recensione del romanzo "I sei volti dell'amore", di Sarah Jio.
Un insieme di storie d'amore che vi faranno scoprire quante possano essere le sfumature di questo incredibile sentimento.



Trama
Jane Williams non ha dubbi: tanto i fiori sono semplici e diretti – le rose rosa servono per chiedere perdono, quelle rosse per mettersi in mostra, le glossinie per indicare l’amore a prima vista – quanto le persone sono complicate e inaffidabili. Così, mentre il suo negozio è aperto a chiunque voglia mandare il messaggio giusto, il suo cuore è chiuso e impenetrabile. Troppi sbagli, troppo dolore, troppi rimpianti. In più, da qualche tempo, Jane è inquieta: di tanto in ta|nto la vista le si offusca e lei cade in preda a violenti emicranie. Un mistero, dicono i medici, incapaci di individuare l’origine di quei malesseri…
Poi, nel giorno del suo ventinovesimo compleanno, una donna si presenta nel negozio di Jane; sostiene di conoscerla dal giorno in cui è nata e che quei disturbi non sono affatto sintomi di una malattia, bensì la manifestazione di un dono straordinario: la capacità di «vedere» l’amore, quello puro e sincero. Un dono che Jane rischia tuttavia di pagare a caro prezzo: prima che il sole tramonti sul suo trentesimo compleanno, infatti, lei dovrà individuare le sei diverse forme di amore che danno senso alla vita di tutti gli esseri umani. Altrimenti non vedrà mai il volto della sua anima gemella…


Se voi poteste descrivere l'amore, quali parole usereste per definirlo?
Audace, provocatorio, puro, sensuale, timido, nostalgico o gioioso?
Oppure malinconico, frizzante, disperato, fedele, soffocante, devoto, infedele o liberatorio? 
La verità è che tra tutti i sentimenti, l'Amore è forse quello più complesso e dalle mille sfumare.

Alla soglia dei suoi ventinove anni, Jane Williams non ha mai conosciuto l'amore. O almeno non quello con la A maiuscola.
Possiede un negozio di fiori ereditato da sua madre, di cui si occupa con gioia e dedizione, perchè i fiori sono l'unica cosa che conosca bene e di cui possa fidarsi.
Il loro significato e le loro certezze sono tutto ciò di cui ha bisogno.


martedì 11 ottobre 2016

Novità librose #9: Ottobre - Novembre 2016

Buongiorno lettori!
Qui sotto trovate le nuove uscite della settimana, più una di novembre! ;)



Data uscita: 13 Ottobre
Tutti hanno avuto il cuore spezzato almeno una volta nella vita. Poi ci sono i recidivi, che almeno una volta nella vita hanno avuto il cuor contento. E infine gli irriducibili, quelli che, col cuore in pezzi, ci sono nati. Ecco un manuale per superare il mal d'amore in tutte le sue declinazioni, un percorso di autoguarigione. Amalia Andrade con illustrazioni e citazioni ci regala consigli pratici e spirituali, playlist infallibili e ricette golose (ma a prova di abbuffata) per superare ogni delusione. E sopravviverle, almeno fino alla prossima.






Data uscita: 13 Ottobre
È la metà di gennaio, ma l’incendio nel bosco dietro casa di Spencer Hastings sembra sia stato così intenso da propagarsi come fosse piena estate. Dopo che Spencer, Emily, Aria e Hanna si sono salvate dal violento rogo, adesso hanno intenzione di andare fino in fondo e scoprire di cosa sono state testimoni. Giurano di aver visto qualcuno che doveva essere morto risorgere dalle ceneri. Ma nessuno crede alla loro storia, vengono sbeffeggiate dai compagni di scuola e dai media e chiamate “bugiarde”. Forse è ora che qualcuno  chiuda la bocca a queste quattro bugiardelle, una volta per tutte. Dopotutto a nessuno piace chi grida al lupo al lupo…






Data uscita: 13 Ottobre
Tanto tempo fa, Carrie pensava che lei e Finn avrebbero vissuto per sempre felici e contenti, ma la vita vera non sempre concede il lieto fine. La sua fiducia nell’uomo che ama è stata messa a dura prova: Finn la faceva sentire al sicuro, protetta, amata, ma ora lui è la causa del suo dolore più grande. Possibile che un errore, una distrazione in un momento di debolezza, possa distruggere tutto ciò per cui si è duramente lottato? Finn non si dà pace. Il problema della fiducia è che è più facile perderla che costruirla. Ma proprio quando sta per arrendersi ai demoni del suo passato, un evento inaspettato gli ricorda la cosa che sa fare meglio: proteggere la donna che ama. Che Carrie lo voglia o no, Finn è pronto a lottare fino all’estremo per lei e per la loro figlia. Lui deve tenerle al sicuro, anche a costo di mettere in gioco la sua vita e il suo cuore.

  


lunedì 10 ottobre 2016

Nuova rubrica: Book's Soundtrack #1



Buongiorno cari lettori!!
Oggi parte la collaborazione per una nuova rubrica tra quattro blogger: la sottoscritta, Ely del blog Il Regno Dei Libri, Susy del blog I Miei Magici Mondi e Nik di Gli Alberi Da Libri.
È davvero un bel traguardo per noi,  che ci siamo trovate a condividere pensieri e idee per dar vita a questa rubrica!  Ovviamente sono molto felice di questa iniziativa, perché le ragazze con cui collaboro sono tutte dolcissime e con loro è facile condividere  le idee! :)
Ma di cosa parlerà questa rubrica,  vi chiederete?  
La rubrica Book's Soundtrack consiste nello scegliere ogni mese un tema, e consigliare in base ad esso un libro, una citazione e una canzone,  che uscirà il secondo lunedì di ogni mese!
Sperando vi possa piacere tanto quanto ha entusiasmato noi, parto con il tema di Ottobre.


L'amicizia





 
Ottuagenaria e tormentata dai rimorsi, Giglio Bianco ripensa al proprio passato e a Fiore di Neve, l'amica scomparsa da molti anni che ha avuto un ruolo cruciale nella sua esistenza. Poiché le rimane solo il dono del tempo, vuole onorarlo raccontando la storia della sua laotong - la compagna di parole segrete - e del tragico equivoco che ha amaramente segnato un legame lungo una vita.
Ha inizio così una vicenda di intensa drammaticità ambientata nella Cina del XIX secolo, quando mogli e figlie ancora avevano i piedi bendati e vivevano in uno stato di isolamento pressoché totale. Allora le donne di una remota contea dello Hunan ricorrevano a un codice segreto per comunicare tra loro. Si scambiavano lettere tracciate a pennello sui ventagli o messaggi ricamati sui fazzoletti, e inventavano racconti, sfuggendo così alla propria reclusione per condividere speranze, sogni e conquiste.
Un viaggio a ritroso orchestrato con magistrale realismo verso un periodo della storia cinese commovente e doloroso insieme, che all'attenzione ai particolari storici e di costume fonde una capacità evocativa straordinaria. Un romanzo lirico e carico di emozioni che analizza una delle relazioni umane più forti e misteriose: l'amicizia femminile.


sabato 8 ottobre 2016

Recensione: Ho lasciato entrare la tempesta - di Hannah Kent

Buon sabato cari lettori!
Ieri ho avuto ufficialmente la sensazione che l'autunno sia finalmente arrivato.
è bastato un mercoledì di pioggia e da allora, nonostante il sole, gli alberi paiono essersi improvvisamente spogliati delle loro foglie, i marciapiedi si sono colorati di rosso e giallo, e la sera dormo rannicchiata al calduccio sotto la trapunta.
In questa stagione di passaggio, che peraltro amo molto, ho terminato di leggere un romanzo piuttosto triste, che da voce alla storia di Agnes Magnùsdottir: l'ultima donna ad essere stata condannata a morte in Islanda.
Se siete curiosi di leggere un racconto di vita semplice ma toccante, e di un amore che conduce a un fato avverso, allora spero vogliate restare ancora un po' in questa pagina.


Trama
Strega, seduttrice, colpevole, assassina: Agnes Magnúsdóttir è accusata di molte cose. Perché nell'Islanda dell'Ottocento - immersa nella nebbia come in mille superstizioni - lei, con la sua bellezza, il suo animo ribelle, la sua intelligenza troppo vivace, è diversa da tutte. Diversa anche per l'uomo che si è scelta: Natan Ketilsson, un uomo più vicino ai diavoli dell'inferno che agli angeli del paradiso, come mormorano nel villaggio, capace di risuscitare i morti con pozioni a base di erbe conosciute solo da lui. E ora che Natan è morto, ucciso da diciotto coltellate, il villaggio decide che la colpevole dell'efferato omicidio non può che essere lei, Agnes. La donna che lo amava. E mentre, ormai condannata, attende la morte per decapitazione, Agnes racconta la sua versione della storia alle uniche persone amiche che il destino le concede nei suoi ultimi giorni: la moglie del suo carceriere, e un giovane e inesperto confessore. E anche se la morte sarà la fine inevitabile, per Agnes la vita continua altrove: nei pensieri, nei sogni, nelle storie che ha letto, e nell'amore per Natan. Le cose che appartengono soltanto a lei, e che nessuno potrà toglierle.
 
Corre l'anno 1828, e  in Islanda una donna attende la propria sentenza di morte in una cella umida e fredda.
Si chiama Agnes Magnùsdottir, ha soli 33 anni, ed è accusata di aver ucciso Natan Ketilsson, l'uomo per cui lavorava come serva.
Nessuno ha creduto alla versione di Agnes, e a ciò che accadde quella notte di un anno prima.
è sempre stata una serva che si spostava di fattoria in fattoria, guardata con gelosia da ragazze che ne invidiavano la bellezza, le abilità domestiche e il sagace intelletto.

giovedì 6 ottobre 2016

Novità librose #8: Ottobre 2016


Buongiorno cari lettori!
Anche questa settimana vi aspettano un sacco di belle uscite!
Cosa aspettate? Correte in libreria!! :)




Data uscita: 06 Ottobre
A Agli occhi di tutti coloro che la conoscono, Zoe Maisey, prima bambina prodigio e poi genio della musica, è una ragazza perfetta. Eppure, diversi anni fa Zoe ha causato la morte di tre adolescenti. Ha scontato la sua pena, e ora potrebbe guardare al futuro. La sua storia e la sua nuova vita iniziano la sera in cui tiene il concerto più importante della sua carriera. Sei ore dopo, a mezzanotte, sua madre morirà...










Data uscita: 06 Ottobre
Venezia, estate 1975. Olimpia ha solo quindici anni quando conosce Anselmo Calvani, proprietario di una storica bottega d’antiquariato. È un incontro decisivo, Anselmo intuisce subito l’intelligenza e la sensibilità della ragazza e la incoraggia a seguire la sua inclinazione. Giovanissima ma già appassionata lettrice, Olimpia comincia a frequentare il suo negozio, a lavorare lì e, con il suo aiuto, inizia a collezionare preziosi libri messi all’indice dalla Chiesa. Mentre cresce la sua passione per quei volumi antichi, anche quella per Davide, il nipote di Anselmo, segreta e non dichiarata, brucia l’animo della ragazza. E una notte, sospinti dalla lettura dei versi erotici di una cortigiana veneziana, i due cedono ai loro sentimenti…

Parigi, estate 1999. Olimpia vive ormai nella capitale francese. Ha aperto una casa d’aste, specializzata in libri e manoscritti antichi, tra le più quotate ed eleganti della città. Ogni anno riceve da Davide uno strano regalo: un pacchetto che contiene lettere un tempo censurate, insieme a un libro considerato in passato “proibito”, di cui Olimpia riconosce il grande valore. Sono l’eredità di Anselmo... Ma come poteva un modesto antiquario veneziano esserne in possesso? E che legame c’è tra quelle lettere e la bottega da cui provengono?




Data uscita: 06 Ottobre
A distanza di un anno dall’improvvisa e tragica morte del suo fidanzato, Estelle stenta a far ripartire la propria vita e, per cercare di superare il dolore, decide di trasferirsi per un po’ da suo fratello Vic. Appena arrivata, si ritrova faccia a faccia con Oliver, il suo primo grande amore, ed Estelle sente il cuore tornare a battere forte anche dopo così tanto tempo. Oliver, il migliore amico di suo fratello, per lei era il principe azzurro, il ragazzo dei sogni, ma lui l’ha trattata sempre e solo come una sorellina da proteggere e nulla di più. Ciò che Estelle non sa è che anche Oliver era terribilmente attratto da lei, ma aveva deciso di ignorare i propri sentimenti per non perdere l’amicizia di Vic, il quale non avrebbe tollerato avances nei confronti della sorella. Adesso però lei è tornata in città e sono entrambi adulti e indipendenti... Oliver è deciso a prendersi ciò che ha sempre desiderato, ma Estelle non è più la ragazzina spensierata di un tempo: ha sofferto molto e neppure lei sa come coltivare, nel suo cuore ormai arido, l’idea di una seconda possibilità...


martedì 4 ottobre 2016

Recensione: Mia nonna saluta e chiede scusa - di Fredrik Backman

Buongiorno cari lettori!!
Oggi vi presento un libro molto particolare: "Mia nonna saluta e chiede scusa" di Fredrik Bakcman.
Non ho mai letto nulla di questo autore, la cui scrittura è stata piuttosto inconsueta, e ringrazio Anna della casa editrice Mondadori per avermi inviato una copia digitale del libro! :)


Trama
Elsa ha sette anni, ma non le riesce granché bene avere sette anni. A scuola dicono che è "molto matura per la sua età" e lei sa che significa "parecchio disturbata per la sua età". Sua nonna ha settantasette anni, e neanche a lei riesce granché bene avere la sua età. Dicono che è "arzilla", ma Elsa sa che vogliono dire "pazza". La nonna è anche il suo miglior amico, il solo, e insieme loro due hanno inventato un mondo alternativo dove non ci sono genitori che si separano, compagni di classe che fanno scherzi cattivi, un luogo dove tutti possono essere diversi e non c'è bisogno di essere normali.
Ma un rivolgimento del destino sorprende Elsa lasciandola da sola con una lunga serie di lettere in cui la nonna chiede scusa a molte persone della sua vita. Elsa ha un compito, consegnare ciascuna lettera al suo destinatario. È l'inizio di una grande avventura: lettera dopo lettera, facendo la conoscenza di vicini di casa alcolizzati e vecchietti innamorati e cani isterici, Elsa conoscerà la vera (e sorprendente) vita di sua nonna.

La vita di una bambina di quasi otto anni non è mai tanto semplice, soprattutto se si è vittima di bullismo perchè considerati "diversi", e definiti dagli insegnanti "speciali".
Elsa lo sa. Sa che è più intelligente degli altri, si tiene sempre informata sul significato di parole che non conosce, sfoglia Wikipedia fino all'esasperazione e ha un suo personale parere su tutto e tutti. 
Figlia di genitori divorziati, vive con la mamma Ulrika e il compagno George, in un condomio abitato da strani personaggi.
Ci sono Maud e Lennart, una coppia di adorabili vecchietti, Alf il taxista, gli amministratori dello stabile Britt-Marie e Kent, e alcuni personaggi di cui non sapremo mai il nome, come il "bambino con la sindrome e la sua mamma", il "Mostro", "la donna con la gonna nera" e la infine la nonna di Elsa.


"Solo le persone diverse cambiano il mondo. 
Nessuna persona normale ha mai cambiato un accidente", diceva la nonna.


lunedì 3 ottobre 2016

Un libro al mese: Jasmine e Susy ti consigliano... #4

Ben ritrovati cari lettori!!
Eccoci ad ottobre con la rubrica mensile che condivido con Susy de I miei magici mondi!
Per chi non lo sapesse, in questa rubrica ogni mese io e Susy consigliamo un libro a testa e rispondiamo a 5 brevi domande per darvi un'idea più precisa di cosa racchiudano questi bellissimi consigli! :)
Allora, siete pronti per le letture di ottobre??