giovedì 29 settembre 2016

Recensione: Ci proteggerà la neve - di Ruta Sepetys

Buongiorno cari lettori!
Questa mattina vi saluto con un libro semplicemte ME-RA-VI-GLIO-SO!!
Uno di quelli destinati a diventare un tutt'uno con la propria libreria!
Ringrazio quindi Francesca e Bianca della casa editrice Garzanti, che mi hanno fatto dono di una copia di questo magnifico romanzo.



TRAMA
Il vento solleva strati leggeri di fiocchi ghiacciati. Joana ha ventun anni e intorno a sé vede solo una distesa di neve. È fuggita dal suo paese, la Lituania. È fuggita da una colpa a cui non riesce a dare voce. Ma ora davanti a sé ha un nuovo nemico: è il 1945 e la Prussia è invasa dalla Russia. Non ha altra scelta che scappare verso l’unica salvezza possibile: una nave pronta a salpare verso un luogo sicuro. Eppure la costa è lontana chilometri. Chilometri fatti di sete e fame. E Joana non è sola. Accanto a lei ci sono altre anime in fuga, ognuna dal proprio incubo, in viaggio verso la stessa meta. Emilia, una ragazza polacca che a soli quindici anni aspetta un bambino, e Florian, un giovane prussiano che porta con sé il peso di un segreto inconfessabile. I due hanno bisogno di Joana. Perché lei non ha mai perso la speranza. Perché la guerra può radere al suolo intere città, ma non può annientare il coraggio e la voglia di vivere. È grazie a questa sua forza che Joana riesce ad aiutare Emilia nella gravidanza e a far breccia nel carattere chiuso e diffidente di Florian. I loro giorni e le loro notti hanno un’unica eco: sopravvivere. E quando la nave finalmente si intravede all’orizzonte, la paura vorrebbe riposare in un porto sicuro. Ma Joana sa che non si finisce mai di combattere per la propria vita, ed è pronta ad affrontare ogni ostacolo, ogni prova, ogni scherzo del destino. Finché guardando in alto vedrà un cielo infinito pieno di neve, saprà che quel candore le darà la forza per non arrendersi.



Ci sono libri che una volta letti non puoi più dimenticare. Storie che fanno commuovere, amare, sperare.
Anche in questo suo nuovo romanzo, Ruta Sepetys lascia spazio alla narrazione in prima persona. Quattro ragazzi, quattro storie che si alternano pagina dopo pagina.

Incontriamo Joana, giovane infermiera lituana che fugge dal suo paese a causa dell'invasione russa; Emilia, ragazzina Polacca, incinta, denigrata dalla Germania e braccata dalla Russia; Florian, prussiano, la cui grande abilità è copiare l'arte altrui sin nei minimi dettagli; Alfred, una recluta tedesca che si attiene scrupolosamente alla mentalità nazista.


Gli uccelli emisero strida rauche sopra di me, lanciando un avvertimento.
Conoscevo le leggende sugli uccelli. I gabbiani erano le anime dei soldati morti.
I gufi erano le anime delle donne. 
Le colombe erano le anime appena defunte delle ragazze nubili.
C'era un uccello per le anime di persone come me?

Joana ed Emilia sono in fuga verso un paese libero. Un paese in cui poter essere accolte e vivere in pace.
Florian medita una personale vendetta verso Hitler e il suo regime, e nello zaino che porta in spalla è racchiuso lo scopo del suo viaggio.
Alfred è un reietto che aspira al titolo di Eroe. Vorrebbe la gloria, essere riconosciuto per la persona importante che crede di essere, ma alla fine rimane un essere spregevole, adorante dei preconcetti hitleriani e del proprio ego.

I primi tre ragazzi avanzano nelle neve verso la sopravvivenza e si trovano a dover convivere con il gelo, la fatica, la fame e la sete.
Si sono lasciati alle spalle amici, familiari, sogni infranti, un'infanzia terminata bruscamente e sensi di colpa che attanagliano la loro coscienza.
La loro unica speranza è raggiungere le sponde del Mar Baltico e salire sulla Wilhelm Gustloff: una nave crociera adibita per l'evacuazione delle popolazioni tedesche, in cui poi conosceranno Alfred.

Ogni passo strascicato sulla neve è un passo verso un futuro migliore. Proseguire è l'unica alternativa possibile alla morte.
La nave è proprio lì che li aspetta: attende di poter portare in salvo più di 10.000 persone, anche se è stata costruita per alloggiarne 1400, le scialuppe di salvataggio sono circa 12, e i Russi sono sempre in agguato con i loro sommergibili.


Due nazioni in guerra avevano inghiottito la Polonia come bambine che litigano per una bambola. Una la prendeva per una gamba, l'altra per un braccio.
Tiravano così forte che un giorno la testa era saltata via.
I nazisti avevano mandato la nostra gente nei ghetti e nei campi di concentramento.
I sovietici avevano mandato la nostra gente nei gulag e in Siberia. 


Dopo aver letto "Avevano spento anche la luna", posso dire che Ruta Sepetys è una scrittrice che sa come smuovere la parte più profonda della coscienza umana.
Dal far parlare i protagonisti in prima persona, alle descrizioni concise ma potenti, le sue parole evocano un periodo della storia dalle mille sfumature.
Leggere un suo libro vuol dire accendere la luce in stanze che non immaginavamo neppure esistessero.

Con Florian, Joana ed Emilia, ho attraversato le distese di gelida neve, le immense lastre di ghiaccio sotto la contraerea russa che sparava all'impazzata, con lo stomaco che implorava un po' di cibo e un'immensa stanchezza.
Sono salita sulla Wilhelm Gustloff, ammassata come tonno in una scatoletta a migliaia di altre persone. Poi sono arrivati i siluri, e tutto è precipitato.
è nel caos e nel terrore dettato dal profumo della morte, che la gente perde il senno della ragione.
Si farebbe qualsiasi cosa pur di mettersi in salvo, anche calpesatare chiuque perda l'equilibrio e cada a terra.
Le parole scritte con l'inchiostro hanno il potere di evocare le urla, il terrore cieco e un istinto di sopravvivenza animalesco.
Eppure, nel mezzo di tutto questo, il lettore vede una luce: un gesto d'amore, puro e candido come una rosa bianca, che squarcia l'egoismo umano e dona speranza.


"Proprio quando pensi che questa guerra ti ha portato via ogni cosa che amavi, 
 incontri qualcuno e ti rendi conto che, chissà come, hai ancora molto da dare".


Leggere "Ci proteggerà la neve" vuol dire fare un viaggio nel tempo: tornare al 1945, in una parte d'Europa che avrebbe rivisto la pace solo cinquant'anni dopo; vuol dire guardare dentro le vite di milioni di persone che cercavano la salvezza, un posto in cui crescere i loro bambini lontano dagli orrori della guerra.
Vuol dire prendere consapevolezza di eventi di incredibile importanza ma, per qualche strano motivo, conosciuti da pochi.


La neve bianca copriva la scura verità, una tovaglia candida stirata su un tavolo graffiato, un lenzuolo pulito e inamidato su un materasso sporco.
La natura.
Era un'altra cosa che la guerra non sarebbe riuscita a portarmi via. 
I nazisti non potevano fermare il vento e la neve.
I russi non potevano prendere il sole e le stelle.


"Ci proteggerà la neve" non è solo un romanzo: è la testimonianza del dolore, della fatica, della perseveranza e disperazione di un'intero popolo che fugge da una guerra priva di logica.
Piangere è una prerogativa di questo libro: nessuno può restare insensibile alle vicende dei personaggi. Non potrete fare altro se non innamorarvi di Florian, Emilia e Joana, perchè sono tre ragazzi che lottano con tutto il proprio coraggio, ma senza dimenticare chi hanno dovuto lasciare e chi possono ancora aiutare.
Perchè ogni gesto di gentilezza, anche il più piccolo, può riportare le stelle nella notte più buia.


  
 Voto: 4/4 Stupendo
 








martedì 27 settembre 2016

Novità librose #7: Settembre 2016





Data uscita: 23 settembre
Un uomo esce di casa per andare a lavorare. Ha una vita normale, di quelle che si possono considerare «fortunate»: ha una moglie, un lavoro, degli amici. E ha anche una ragione particolare per sentirsi felice: ha un macchina nuova. Ma all’autogrill dove si ferma per fare colazione gliela rubano. Ed è l’inizio di una vicenda sconvolgente, che lo porterà a perdere tutto: portafogli, cellulare, carte di credito, in una truffa perfettamente organizzata… Ma chi è il regista di questa operazione? E qual è il suo scopo? Smarrito ma incuriosito al tempo stesso, il protagonista cerca di venire a capo di questa vicenda, incontrando nel suo cammino persone apparentemente comuni, come lui, come lui intrappolate in una vita che credono di volere, e senza più la forza di sognare. Fino a quando, nei modi più inaspettati, si trovano di fronte alla possibilità di ricominciare tutto daccapo. Magari, grazie a un furto…




Data uscita: 27 settembre
Elsa ha sette anni, ma non le riesce granché bene avere sette anni. A scuola dicono che è "molto matura per la sua età" e lei sa che significa "parecchio disturbata per la sua età". Sua nonna ha settantasette anni, e neanche a lei riesce granché bene avere la sua età. Dicono che è "arzilla", ma Elsa sa che vogliono dire "pazza". La nonna è anche il suo miglior amico, il solo, e insieme loro due hanno inventato un mondo alternativo dove non ci sono genitori che si separano, compagni di classe che fanno scherzi cattivi, un luogo dove tutti possono essere diversi e non c'è bisogno di essere normali.
Ma un rivolgimento del destino sorprende Elsa lasciandola da sola con una lunga serie di lettere in cui la nonna chiede scusa a molte persone della sua vita. Elsa ha un compito, consegnare ciascuna lettera al suo destinatario. È l'inizio di una grande avventura: lettera dopo lettera, facendo la conoscenza di vicini di casa alcolizzati e vecchietti innamorati e cani isterici, Elsa conoscerà la vera (e sorprendente) vita di sua nonna.



Data uscita: 27 settembre
Un tradimento, come ce ne sono tanti.
Ma quando irrompe nel suo matrimonio, Tessa reagisce in modo inaspettato. Senza scenate e senza urla, si trova a riprendere un viaggio in un passato che credeva di essersi lasciata alle spalle.
Mentre tenta di fare chiarezza ricompare Clara, la sua amica del cuore, con cui ha fumato le prime sigarette, ha ascoltato fino a consumarle le cassette dei Guns 'n' Roses e trascorso ore al telefono... Quella amica speciale che un giorno è uscita dalla sua vita senza un perché. Lenito il dolore di quella ferita, Tessa aveva smesso di cercarla, ma a volte il destino segue dei percorsi tutti suoi e così, vent'anni dopo, le due amiche si ritrovano.
Forse per caso. O forse no.
Ora Tessa è mamma, ha un lavoro da editor ed è una donna riservata. Clara è una donna in carriera, sposata ma senza figli. Tante cose sono cambiate, ma i fili di quell'amicizia si intrecciano di nuovo e quando Tessa e Clara tornano nella casa in Abruzzo, dove hanno trascorso tante estati della loro giovinezza, trovano ad accoglierle un melograno in fiore. Lo stesso che a sedici anni avevano piantato per gioco. Lo avevano giurato: "Saremo amiche per sempre, finché morte non ci separi".
Ma è possibile rimanere amiche per sempre?
Perdersi per anni e poi ritrovarsi?
La risposta è nascosta all'ombra di quel melograno diventato grande. Qui, finalmente, proveranno a sciogliere i nodi delle loro esistenze. Con una scrittura fresca e spigliata, che non si sottrae alla dolcezza malinconica del ricordo, Francesca Del Rosso evoca la potenza e le mille sfaccettature dell'amicizia femminile raccontando due donne nelle diverse età della vita: ragazzine inseparabili tra anni Ottanta e Novanta, adulte responsabili ma non meno appassionate vent'anni dopo. Due donne allo specchio, due amiche per sempre.



Data uscita: 29 settembre
Avery Hartley è la classica brava ragazza ricca che si comporta sempre come gli altri si aspettano che faccia. Quando scopre che il suo ragazzo la tradisce però, perde la testa e gli distrugge la macchina. Viene così condannata a trecento ore di servizi sociali. Seth Hunter è appena uscito di prigione e deve concludere il suo percorso di riabilitazione lavorando come netturbino prima di poter ricominciare da capo. Non chiede granché dalla vita e comunque per adesso la cosa che gli importa di più è proteggere sua sorella dal patrigno, l’uomo che lo ha fatto finire in prigione. Una storia d’amore tra Avery e Seth non è pensabile, sarebbe un disastro totale. Le ragazze come Avery vogliono castelli e cavalli bianchi, e Seth nei panni del principe azzurro non è davvero credibile. E poi è così arrabbiato con il mondo che a volte c’è da aver paura anche solo a stargli vicino. Ma quando Seth si ritrova a passare del tempo con Avery, piano piano comincia a pensare che forse anche lui ha la possibilità di cambiare, di aspirare a qualcosa di diverso da una vita fatta di rabbia e che, addirittura, gli piacerebbe provare a essere felice…



Data uscita: 29 settembre
Jess Lockhart è arrivata a ventinove anni ancora illibata, ma ciò non significa che non sia interessata agli uomini. Anzi, è proprio l’opposto: sogna di trovare l’uomo perfetto che possa soddisfare ogni suo desiderio. Il nuovo capo, l’affascinante miliardario Ellis McKenna, sembrerebbe essere quello giusto. È anche chiaro che entrambi sono fisicamente attratti l’una dall’altro. Tuttavia, un tragico passato ha segnato Ellis, che si è ripromesso di non avere più relazioni sentimentali serie e durature. E Jess, dopo aver permesso a Ellis di sedurla e aver preso un posto speciale nel suo cuore e nel suo letto, saprà convincerlo a lasciarsi andare all’amore?







Data uscita: 29 settembre
Sto per lanciare un posacenere in testa al mio capo. Sì, perché ho appena scoperto chi c'è dietro i miei bollenti romanzi d'amore preferiti, quelli che leggo solo quando sono da sola, l'unica via di fuga dopo una lunga giornata alle prese con il Capo Infernale. A scriverli non è la dolce Natalie McBride, casalinga di campagna con un talento particolare per le storie piccanti. È lui. Esatto: il mio capo, Adrian Risinger, trentatré anni, sexy da impazzire, irritante miliardario e ragazzaccio che pensa di controllare la mia vita, è anche l'autore di tutte le mie fantasie più profonde e segrete. E, come se questa rivelazione non fosse già abbastanza scioccante, ora il bastardo vuole che impersoni "Natalie" in occasione di una serie di firma copie e incontri. Solo se tengo al mio posto di lavoro, ovviamente. Ora che ci penso, mi servirà qualcosa di più pesante di un posacenere.





Data uscita: 29 settembre
Haley è stanca della propria timidezza. Ne ha abbastanza di essere considerata da tutti un’ingenua facile da raggirare e calpestare. Ha deciso che le cose cambieranno e che, a partire da subito, affronterà di petto chi ha approfittato della sua buona educazione. A cominciare dal suo irritante vicino, quello tutto fascino e sregolatezza. Dovrà stare attenta a non farsi risucchiare nel suo mondo… ma Haley ha un piano per uscire vincitrice: sa bene ciò di cui è capace il cattivo ragazzo della porta accanto e non si lascerà confondere da lui. L’ultima cosa che Jason si aspettava era che la piccola, innocua vicina si trasformasse in un tornado per vendicare i suoi fiori rovinati. Dopo aver deciso di essere comprensivo e di prenderla sotto la sua ala, non può fare a meno di notare che la vita sembra più eccitante ora che c’è lei. Bisogna soltanto convincerla che il loro non è affatto un gioco.





Data uscita: 29 settembre
Carla Kelly, una top model di successo, una mattina si sveglia e trova la culla della sua bambina, una neonata di soli due giorni, fredda e vuota. Sua figlia Isobel è stata rapita. Sull’orlo della disperazione, Carla chiede aiuto alle autorità e alla stampa nazionale, ma invece di ricevere aiuto viene giudicata per come si è comportata nei mesi precedenti, quando è apparsa su tutti i media con il pancione, usando la gravidanza per guadagnare visibilità e denaro. Oltre alle offese e alle critiche della gente, le indagini vanno a rilento. Non c’è nemmeno uno straccio di pista da seguire, niente che possa far sperare in una rapida soluzione del caso. Un giorno, però, Carla riceve la lettera di qualcuno che le offre un aiuto insperato. Inizia così la sua personale e disperata battaglia per ritrovare la figlia, un viaggio che la porta indietro nel tempo, a un momento della sua vita che sperava fosse sepolto, per sempre. C’è qualcuno là fuori che ha deciso di vendicarsi…



Data uscita: 29 settembre
Per Anita Blake, niente è più importante della famiglia che si è faticosamente costruita nel corso degli anni. Perciò, quando il migliore amico di Nathaniel, Jason, si presenta alla sua porta con un delicato problema personale, la Sterminatrice accetta di buon grado di aiutarlo. In fondo, si tratta solo di trascorrere un po' di tempo con lui e con la sua nuova fidanzata, J.J.: nessuno più di Anita comprende le difficoltà di un rapporto con una creatura delle tenebre, e J.J. ha bisogno di qualcuno che la rassicuri e che le insegni a gestire la doppia natura di Jason, che è sia lupo mannaro, sia pomme de sang di Jean-Claude. Ma ciò che Anita non poteva immaginare è che quel semplice favore la trascinerà ben presto in un intrigo molto pericoloso, la cui posta in gioco è la vita delle persone che ama...




Per oggi è tutto cari lettori! Buone letture!
Jasmine




domenica 25 settembre 2016

Recensione: Pomodori verdi fritti al caffè di Whistle Stop - di Fannie Flag

Buona domenica cari lettori!!
Ho appena finito di leggere "Pomodori verdi fritti al caffè di Whistle stop" e non ho potuto resistere: dovevo scrivere subito una recensione!
Ci ho messo una vita prima di leggere un libro di questa famosissima e apprezzata autrice, ma infine ce l'ho fatta! Tutto merito di Nik de Gli Alberi da Libri che con la sua bellissima recensione mi ha costretto a recarmi in biblioteca e leggerlo una volta per tutte!
Grazie Nik!!! :D :D


TRAMA
Evelyn Couch è infelice. Ha quarantotto anni e si considera una donna delusa e insoddisfatta dal matrimonio e dalla vita. Poi un giorno, nel corso di una visita alla suocera ricoverata in casa di riposo, fa la conoscenza della signora Ninny Threadgoode: e davanti ai suoi occhi stanchi si spalanca un mondo nuovo. Il mondo di Whistle Stop, una comunità di emarginati, amabili sognatori e stravaganti che cinquant'anni prima la signora Threadgoode ha visto raccogliersi intorno al piccolo Caffè vicino alla stazione. A gestirlo è una singolare coppia al femminile composta dalla dolce Ruth e da Idgie, bisbetica e perennemente in lite con il mondo.
Il romanzo racconta di come il Caffè divenne l'unico locale in Alabama frequentato sia dai negri che dai membri del Ku Klux Klan; di come Bill Ferrovia, il bandito senza volto, continuò per anni a rubare cibo dai treni merci per donarli alle vittime della Grande Depressione; di come Idgie e Big George furono accusati e processati per omicidio...
Ma è soprattutto la storia di come Idgie, Ruth e gli altri personaggi che affollano i ricordi della signora Threadgoode riescano ad entrare nella vita di Evelyn. La forza della loro esistenza si trasmetterà alla donna, e l'esempio del calore e del mutuo rispetto che li hanno animati riuscirà a restituire un senso alla sua esistenza.
Evelyn è una donna insoddisfatta della propria vita. Ha quarantotto anni ma si sente già vecchia.
è una casalinga sposata con un uomo che non ama più e madre di due figli che non vede mai. La sua unica consolazione è il cibo: inghiotte una moltitudine di salatini, patatine, dolci, ciambelle, caramelle e chi più ne ha più ne metta!
Ogni domenica è costretta a recarsi nella casa di riposo in cui è ricoverata la suocera, ed è proprio qui che, seduta su una scomoda sedia di plastica a trangugiare l'ennesimo pacchetto di caramelle, Evelyn incontra la signora Nanny Threadgoode: un'ottantenne che attende il momento in cui passerà a miglior vita con il sorriso sulle labbra, soddisfatta della propria vita e una gran voglia di tornare a casa propria, a Whisle Stop.

Inizia a parlare ad Evelyn per caso, raccontandole di quando, da bambina, venne ospitata dalla famiglia Threadgoode, e di come ci rimase sino a quando sposò uno dei loro figli.
Nanny conduce Evelyn e il lettore stesso in una cittadina ferroviaria sul finire degli anni '20, quando in Alabama vi era ancora una forte distinzione razziale. Quando bianchi e neri entravano da porte diverse nei locali, non potevano sostare sulle stesse carrozze dei treni, nè frequentare alcuni luoghi pubblici.
Ma a Whistle Stop le cose erano diverse. Gli abitanti si lamentavano dei loro "negri" (così li chiamavano), però si premuravano di aiutarli e difenderli in caso di ingiustizie perchè definiti "i loro negri".

Jaspere aveva capito che il suo tempo era finito, proprio come era accaduto ai suoi vecchi amici che arruginivano negli scali ferroviari. 
Era un peccato, perchè aveva vissuto nell'unico modo che gli era sembrato possibile.
Ma aveva vissuto, e non si sentiva un fallito.


La vita di questa città ruota intorno ad un posto speciale: il Caffè di Whisle Stop, in cui la cuoca Sipsey e il figlio Big John preparano i più buoni pomodori verdi fritti e barbecue, che si siano mai assaggiati.
Le proprietarie, Idgie e Ruth, sono due donne l'una l'opposto dell'altra, eppure, da quando si sono incontrate la prima volta, hanno capito di amarsi e che il loro destino era stare insieme.
Entrambe accolgono i senzatetto nel loro caffè per sfamarli, hanno un grande rispetto per i loro amici di colore e grande spirito d'altruismo.

 "Non avevo mai visto nessuno soffrire così. Pensai che sarebbe morta sulla sua tomba. Spezzava il cuore solo a guardarla.
Ma non versò mai una sola lacrima. Era troppo addolorata per piangere.
Sa, un cuore si può spezzare, ma continua lostesso a battere."

Con un stile fresco e coinvolgente, Fannie Flagg ci porta in un'Alabama in cui violenza domestica, razzismo e ingiustizia, si fonde con persone altruisti e gentili, unite in una cominuità in cui tutti possono trovare il loro posto.
Ogni personaggio, anche il più piccolo, è discritto in maniera talmente vivida da colpire il cuore del lettore.
C'è Dot Weems che con il suo "Bollettino settimanale di Whistle Stop", elargisce informazioni e disavventure della sua "dolce metà" a tutti i cittadini, in modo assurdo e divertente; Sipsey, cuoca dal cuore grande, suo figlio Big John, eternamente devoto a Idgie e Ruth, e il figlio Artis che combatte con un'insano bisogno di violenza e riscatto.
Ho adorato il figlio di Ruth, Stump, che a causa di un incidente perde un braccio e deve affrontarne le conseguenze; Eva, procace bellezza che ama gli uomini e non ne fa mistero; Grady, lo sceriffo che all'apparenza fa parte del Ku Klux Clan ma che in realtà difende la gente di colore della sua città (ma nessuno deve saperlo!), e tanti altri protagonisti.
Ma al di sopra di tutto c'è Idgie, donna dal forte temperamente; un maschiaccio che farebbe qualsiasi cosa per la sua Ruth. Anche uccidere.

Con il suo racconto di vita vissuta e i ricordi di un tempo ormai passato, Nanny guarisce l'animo deluso di Evelyn. La sprona ad iniziare una nuova fase, a rimettersi in gioco e in forma.
Ad apprezzare e amare se stessa e la vita, in un mondo che cambia ogni giorno di più.

"Certe volte guardo la fotografica di Cleo e del piccolo Albert e mi domando che cosa stiano facendo, e sogno di poter tornare ai vecchi tempi."
Sorrise a Evelyn. 
"è di questo che vivo adesso, tesoro. Di sogni, sogni del passato."


Voto: 3/4 Molto bello















venerdì 23 settembre 2016

Blog tour 4° tappa: Serenity Village di Susy Tomasiello - Estratti dal libro

Buongiorno cari lettori!
Oggi dedico il post al Blog Tour di Susy Tomasiello di I miei magici mondi, e al suo nuovo libro "Serenity Village".






4 Tappa: Estratti al libro


Primo estratto
«Dicevi che ci avrebbe fatto comodo avere alleati, ma se la loro auto non funziona, dovremmo portarli con noi il che significa correre altri rischi»
«Nella migliore delle ipotesi potrebbe andare così» - gli fece notare Nathalie - «ma c’è anche la peggiore delle ipotesi da considerare, se nessuna delle due auto funzioni, saremo tutti bloccati qui».
Rabbrividì al pensiero, riscaldata di colpo quando la mano di Tony cercò la sua.
«Nessuno rimarrà bloccato qui» le mormorò in tono convinto e per quanto fosse spaventata di fare la stessa fine di Rhage, Nathalie si sentì rincuorata da quelle parole.
Per una volta, non volle pensare a non destare sospetti perché camminare così con Antony, le faceva quasi pensare di essere una ragazza normale in compagnia di qualcuno cui teneva.


 Secondo estratto
«Jenny, tutto bene?» domandò Kledi raggiungendola e lei inspirò profondamente prima di rispondere.
«Puoi farmi un favore?»
«Certo» - s'inginocchiò al suo fianco Kledi - «tutto quello che vuoi».
«Conoscendoti, userai le parole giuste e un modo gentile per dirlo, ma preferirei non facessi tanti giri di parole ma che andassi al punto d’accordo?
Perciò se vuoi lasciarmi, dillo adesso e basta».
«Lasciarti?» - ripeté sgomento Kledi - «Jenny ma che dici, io non voglio lasciarti».
«Ed Elenor?»
«E’ andata via» - rispose sempre più perplesso Kledi - «credevi che volessi tornare con lei?»
«Io …»
«Io non voglio lasciarti Jenny, tu sei la cosa più bella mi sia capitata da tanto tempo ed è esattamente quello che ho detto a Elenor poco fa».
«Sul serio?» - domandò ancora dubbiosa Jennifer - «tu e lei avete condiviso una grande passione mentre io...». 
«Mentre tu sei colei che mi ha amato incondizionatamente ed io ti amo allo stesso modo» la interruppe con decisa dolcezza Kledi.



Regole per partecipare all'estrazione finale: 
1. Essere lettori fissi di tutti i blog che partecipano 
2. Mettere mi piace sulla pagina dell'autrice  
3. Commentare almeno due tappe del blogtour
4. Condivedere almeno una tappa e taggare due amici


 Blog partecipanti: 
19 settembre Milioni di particelle Presentazione Libro 
20 settembre Il salotto del gatto Libraio Scheda Personaggi
21 settembre Word of books Intervista 
22 settembre Non solo libri Recensione 
23 settembre Stoffe d'inchiostro Estratti 
24 settembre Giveway finale I miei magici mondi 
http://imieimagicimondi.blogspot.it/


Considerazioni finali:
Le potete trovare cliccando qui sotto ;)
I MIEI MAGICI MONDI





Bene lettori! Io vi saluto e vi rimando a Susy, che domani vi aspetta sul suo blog per l'ultima tappa e per donare a un fortunato lettore una copia del suo libro!

Un abbraccio! :) 



martedì 20 settembre 2016

Recensione: Gli insospettabili delitti della casa in fondo alla strada - di Alex Marwood

Buonasera cari lettori!
Ieri ho terminato un romanzo davvero bellissimo: uno di quelli che non vorresti mai mettere giù e che leggeresti anche di notte se non ci fosse qualcuno di molto più ragionevole, che ti ricorda che la mattina la sveglia suonerà... che lo si voglia o meno.
Ringrazio quindi la casa editrice New Compton Editori con cui ho da poco iniziato una colloborazione, e che mi ha gentilmente fatto dono di questo ebook! ^_^


TRAMA
Tutti gli abitanti di Beulah Grove numero 23 hanno un segreto. Se non fosse così, non avrebbero affittato in contanti e senza contratto delle lerce stanze in un vecchio edificio malmesso. Quello è il tipo di posto in cui si può finire quando non si hanno alternative. I sei inquilini dello stabile fanno vite solitarie e non si può certo dire che curino i rapporti di buon vicinato, ma in un’afosa notte d’estate, un terribile incidente li costringe a stringere una strana alleanza. Quello che non sanno è che uno di loro è un assassino. Ha già scelto la prossima vittima, e farà di tutto per proteggere il suo segreto.






Ci sono città, strade e case in cui non vorremmo mai vivere. Luoghi miseri e fatiscenti in cui solo le persone più disperate o in fuga da qualcosa, accettano di restare.
In Beulah Grove, a Londra, tra villette di nuova costruzione e vecchie case ristrutturate e abitate da famiglie abbienti, si trova il numero civico 23: un solo edificio e sei appartamenti.

I suoi inquilini sono persone di vario genere: un'anziana signora infelice della sua vita, una ragazza che scappa dagli assistenti sociali, un rifugiato politico, un volontario civile che si sente escluso dal mondo, un insegnante di musica taciturno e una donna in fuga dalla malavita.

Sei persone, sei storie diverse.
Ognuno di loro fugge da qualcosa, teme il confronto con la polizia e cerca di restare nell'ombra.
Una sera, però, qualcosa cambia. Un incidente li rende tutti complici, e per proteggere i loro segreti sono disposti a fare qualsiasi cosa.
Ciò che non sanno è che tra di loro c'è un assassino. Qualcuno di mentalmente instabile, che si diletta in un macabro gioco. Ma chi, tra di loro, è costui?

In un altalenante di suspance e rituali inquietanti, Alex Marwood conduce il lettore in uno squallido condominio che cela vite alla ricerca di riscatto, e tutti i suoi protagonisti sono descritti in maniera talmente reale, da pensare di poterseli trovare davanti.

L'anziana Vesta mi ha intenerito nella sua solitudine, Cher si è dimostrata una ragazza estremamente forte e decisa, ma Collette è stata la mia preferita: in fuga da uomini spregiudicati che la inseguono per mezzo mondo, non sa cosa fare, dove andare, come far sì che non la trovino più.
Mentre leggevo potevo sentire battere il suo cuore spaventato mentre correva lungo le strade di Londra, per seminare i suoi inseguitori. 
Immaginavo l'odore di putrefazione che l'Amante (così viene chiamato l'assassino), custodiva nel suo appartamento in soffitta.
E tremavo. Tremavo per quelle povere vittime cadute nella sua rete.

Cari lettori, se volete perdervi in un thriller che faccia venire la pelle d'oca e vi trattenga ad ogni nuovo capitolo, allora questo  è il libro giusto per voi.
Appena passata la metà del libro il nome dell'assassino verrà svelato, ma con grande maestria l'autore riesce a mantenere l'attenzione del lettore puntando su ben altre domane: "I suoi inquilini si accorgeranno di ciò che fa nel suo appartamento? Uno di loro sarà la sua prossima vittima? Collette riuscirà a sfuggire ai suoi inseguitori, o morirà per mano di qualcun'altro?".

Molte domande che troveranno risposta in un finale che fa sospirare e credere che, nonostante tutte le cose orribili che accadono, a volte anche quelle brutte hanno il potere di unire le persone.


"Tutti quelli che vivono qui vengono dimenticati, un po' alla volta, dalle persone con cui hanno condiviso gli spazi.
Lo stesso accade in tutta Londra, è l'anonimato che tutti adoriamo: una strada sicura verso l'oblio".



Voto: 3/4 Molto bello 
 







sabato 17 settembre 2016

Recensione: E se... - di Eliana Ciccopiedi

Buon sabato cari lettori!
Oggi il sole è tornato e l'autunno è di nuovo lontano!!
Per la seconda volta in una settimana vi propongo la recensione di un libro che nasce dalla penna di una nuova autrice, che mi ha gentilmente inviato il suo libro!
Una storia fresca e dolce, che vi farà divertire e sognare. :)



TRAMA
Elena è un architetto mancato che organizza matrimoni. L'architettura non paga al giorno d'oggi, e lei si è riciclata nel mestiere della wedding planner, che va per la maggiore. In realtà, non crede nel matrimonio. Ma sta con la stessa persona da dieci anni. La storia si apre con lei che assiste ad un musical di grande successo.
Elena è rimasta stregata. Dallo spettacolo, e da due occhi visti su quel palco, occhi intensi e colmi di follia. Gli occhi di Leonardo, uno degli interpreti. Lui non è nel migliore periodo della sua vita. La carriera è alle stelle, ma ha perso anche tanto.
Elena, sognatrice disillusa, su un treno per Firenze incontra per caso il suo idolo del momento. Lei ha tanto da dire, perché è in un periodo di trascuratezza, il fidanzato sempre meno presente, la vita che non è andata come doveva andare, e lui ha bisogno di ascoltare, per rimanere nel mondo reale e non cadere tra i ricordi di chi ha perduto. Un mix di circostanze e intenzioni farà passare loro del tempo insieme, tra palcoscenici e matrimoni, tra città e monumenti, e i due scopriranno molte affinità. E questo potrebbe far pensare al lieto fine. Non fosse per un particolare di una certa rilevanza.
E se... con discorsi più e meno seri, ma anche risate e scene divertenti, è un romance adatto a tutte le donne che fanno ancora sogni ad occhi aperti.


Il teatro, palcoscenico di grandi opere teatrali e magiche atmosfere, è da sempre un'intrattenimento a cui Elena non sa resistere.
Lo adora, e da qualche settimana lo frequenta assiduamente solo per vedere un musical in particolare: uno di quelli che ti rubano il cuore, da cui non puoi fare a meno di staccare gli occhi.
Tra gli attori ne spicca uno in particole: un uomo che si muove sul palco con estrema naturalezza. è il suo ambiente, la sua casa, e là sopra riesce a esprimere tutto sè stesso.

L'attore si chiama Leonardo, ed è apprezzato dal sesso femminile per la sua naturale bellezza, il sorriso affascinante e i modi gentili.
Di certo Elena non immagina che, per uno strano scherzo della sveglia che suona in ritardo, si ritroverà a dover prendere il treno per raggiungere la Toscana e davanti a lei, mentre è assorta nel suo libro preferito, incontra proprio Lui: l'attore che tanto l'aveva affascinata.
Elena inizia a parlarci quasi per caso, e mentre la loro conversazione si fa sempre più intensa e personale, il tempo passa e la destinazione arriva.
Ma tra loro non  ci sarà di certo un addio.

Mi è piaciuta molto la figura di Elena, una donna che è una continua contraddizione: fa la wedding planner, ama il suo lavoro, ma non il matrimonio; è fidanzata da dieci anni ma non crede nel "per sempre"; è diventata un architetto, ma avrebbe voluto fare l'archeologa.
Vive la vita con estrema leggerezza, ha il dono dell'ironia, è dolce e nasconde una vena romantica che cerca di celare inutilmente.
è anche una donna indipendente, che mette tutta se stessa per riuscire al meglio nel proprio lavoro.

Leonardo invece ha un carattere meno irruente, più introspettivo.
All'inizio la loro relazione è fortemente mentale. C'è attrazione tra i due, certo, ma l'innamoramento nasce da un confronto mentale, dalla condivisione di esperienze, dialoghi e confronti.
La realizzazione di ciò che avviene anche nella realtà.

Sicuramente il romanzo ha moltissimi dialoghi, e c'è un grosso particolare che mi ha impedito di godermi appieno il lieto fine, ma questo credo sia dovuto ad un pensiero esclusivamente personale. 
Ho invece apprezzato moltissimo la parte ambientata nel primo matrimonio, che mi ha fatto sorridere e rabbrividire davanti allo sconcertante vestito della sposa! :D

E se... è una storia che parla di un'amicizia che si trasforma pian piano in amore. é la ricerca (o conferma) della propria natura e il confronto con il dolore del lutto.
Ma soppratutto, è il desiderio di essere felici e di volere un lieto fine anche per se stessi.



Voto: 2/4 Bello











giovedì 15 settembre 2016

Recensione: Serenty Village - di Susy Tomasiello

Buonasera cari lettori! 
Oggi vi posto la recensione del nuovo libro di Susy del blog I miei magici mondi, amica blogger con cui collaboro nella rubrica Un libro al mese.
La particolarità di questo suo nuovo scritto è l'alone di mistero di ha voluto introdurre nel libro, pur mantenendo una buona dose di romance (che so essere il suo genere preferito), e il fatto di aver pubblicato il romanzo con una nuova casa editrice che, tra l'altro, ha fatto una copertina che a me piace moltissimo!
Pronti per leggere la trama? :)


TRAMA
Elena e Stuart sono una coppia molto innamorata. Un giorno decidono di passare un po’ di tempo lontani dalla confusione familiare e per caso s’imbattono in una strana cittadina, Serenity Village. Sono costretti a passare lì la notte a causa di un guasto alla moto e non ci sarebbe niente di male se questo posto non fosse quasi troppo perfetto.
Kledi e Jennifer si trovano lì per diverse ragioni, ma come gli altri due ragazzi si rendono conto che Serenity Village, è completamente diverso da come appare.
Sembra un posto perfetto, pulito, pieno di verde eppure è troppo tranquillo, troppo sereno e sembra che tutte le persone che ci vivano siano davvero strane. Che cosa nasconde questo posto? E perché sembra che tutti siano intenzionati a non lasciarli andare via?
Una storia che mescola amore e sentimenti con una punta di giallo che si risolverà soltanto grazie alla caparbietà dei giovani protagonisti.


Tutto ha inizio con una coppia di innamorati che decidono di prendersi un week-end di vacanze: Stuart ed Elena.
Usciti dall'autostrada, però, trovano dei lavori in corso, il percorso devia in mezzo a un bosco e poi si perdono.
La moto di Stuart si spegne misteriosamente appena varcata una cittadina chiamata "Serenity Village", e per farla ripartire ci vuole un pezzo di ricambio che il meccanico della città non vuole reperire. 
A questo si aggiungono persone stranamente silenziose, pronte a fissarli con sguardi avversi e di riprovevole colpa. 

Quando i due giovani comprendono di aver bisogno di un aiuto esterno, Elena chiama suo fratello Tony, chiedendogli di acquistare e portare loro il nuovo pezzo per la moto di Stuart.
Mentre giunge in città, però, Tony viene avvicinato da una ragazza, Nathalie, la quale sostiene di essere letteralmente intrappolata in quella città da quasi due settimane.
Lo sceriffo Perrie, infatti, si assicura che i loro "ospiti" vengano isolati da ogni tecnologia, e impone le sue ferree regole affinché regni un silenzio sovrano. 
Ma cosa nasconde veramente quest'uomo, la città di Serenity Village e i suoi taciturni abitanti?

Un'altra coppia si aggiunge al quartetto, e nel tentativo di risolvere il mistero e fuggire dalla città, i sei ragazzi scopriranno che a volte, anche nei momenti più impensabili, l'amore può bussare alla nostra porta.
Lo sa bene Tony, che ha sempre tenuto celato il suo cuore, o Kledi e Jennifer che riscoprono un nuovo amore.

Susy ci conduce il una cittadina velata di mistero, ma soprattutto in una storia dai toni molto rosa, in cui i sentimenti restano sempre in primo piano.
Il romanzo si legge molto velocemente, anche se ho sentito un po' il peso della mancanza della descrizione degli ambienti, che è stata fatta passare in secondo piano rispetto alle voci dei protagonisti. 
Però mi è piaciuto leggere anche il "dopo" Serenity Village, per capire cosa fosse successo ai protagonisti dopo quella strana esperienza.
Una bella storia dunque, che dimostra uno sforzo nel voler dare anche un'alone di mistero al proprio libro, e caratterizzata sempre da una grande delicatezza nel descrivere i sentimenti d'amore.


Voto: 2/4 Bello










mercoledì 14 settembre 2016

Novità librose #6: Settembre 2016

Buongiorno cari lettori!
Tante, tantissime novità usciranno nei prossimi giorni!! Eccone qui una carellata (e non in senso letterale!) :D :D

 


Data uscita: 13 settembre
In un futuro non molto lontano, il giudice Crevan è a capo della Gilda, uno speciale tribunale con il compito di condurre una spietata crociata contro l’immoralità. È lui e lui solo a decidere chi è un cittadino modello e chi invece è un “imperfetto”, un essere Fallato da marchiare a fuoco con una F sulla pelle e da allontanare dalla società civile. Celestine ha diciassette anni e non ha mai avuto dubbi sul suo ruolo nel mondo: è una figlia perfetta, una studentessa perfetta, ed è anche una fidanzata perfetta. La fidanzata di Art, il figlio del giudice Crevan. Ma un giorno tutto cambia. Celestine vede un Fallato in fin di vita e sente di doverlo aiutare. D’un tratto, ciò che ha sempre ritenuto giusto non lo è più, perché la compassione è più forte. Più forte della legge e delle rigide regole del giudice Crevan. Celestine decide quindi di soccorrere il pover’uomo e quel gesto si ripercuote su di lei con conseguenze drammatiche. Allontanata dalla famiglia, arrestata e umiliata, la ragazza viene trascinata in tribunale davanti a Crevan. E proprio lui, incurante delle suppliche di Art, la condanna a essere marchiata a fuoco come Fallata. Sarà durante il processo che la strada di Celestine incrocerà quella di Carrick Vane, un ragazzo misterioso e affascinante: l’unico amico su cui d’ora in poi Celestine potrà contare.



Data uscita: 15 settembre
Che cosa avvenne ad Anne Frank dopo l'arresto? Questo libro racconta per la prima volta la drammatica conclusione della vita di Anne attraverso le commoventi testimonianze di sette donne ebree, sue compagne di prigionia nei lager nazisti. Ognuna di queste donne, tra le quali c'è anche Hannah Pick-Gosiar, la Lies Goosens del Diario, amica d'infanzia di Anne Frank, racconta la sua storia: la vita nei Paesi Bassi prima dell'invasione tedesca, l'arresto, la deportazione, la sopravvivenza nei campi di concentramento di Westerbork, Auschwitz-Birkenau e Bergen-Belsen. Sette storie diverse, che hanno però in comune la tragica esperienza della vita nei lager e l'incontro con una prigioniera che sarebbe diventata più tardi il simbolo stesso dell'Olocausto. Emerge da queste pagine il ritratto di una ragazza coraggiosa, la cui storia privata, scritta per rimanere lo sfogo segreto di una coscienza, s'è trasformata in un terribile atto d'accusa contro il fenomeno più agghiacciante del ventesimo secolo. Le testimonianze di queste donne, dalle quali l'autore ha tratto, oltre al libro, un documentario televisivo, ci raccontano gli ultimi giorni di Anne Frank, svelando una storia che ha inizio dove il diario drammaticamente si interrompe.


Data uscita: 15 settembre
La strada è piena di rumori: le macchine che sfrecciano, le voci dei passanti, i clacson impazziti. Ma l’uomo non sente nulla. È come se tutto il mondo si fosse fermato in un istante. Per lui esiste solo lei. Lei che stranita si guarda intorno mentre il vento le scompiglia i capelli. Non la conosce, ma non importa. Sa di amarla. In fondo per farlo basta guardare i suoi occhi, le sue mani e la sua bocca. L’amore non ha bisogno di altro. L’uomo le si avvicina e le chiede di essere sua per sempre. Lei gli dice di sì. Perché amarsi vuol dire essere folli. Solo allora scoprono i loro nomi, ma già i loro cuori li urlavano. In quel momento lui le fa la promessa più importante. Quella di perdere, di non riuscire a darle sempre quello che desidera, di fare scelte sbagliate. Eppure le promette che non desisterà, non cederà mai solo perché costruire è la strada più complicata. Solo chi non ha mai amato non ha mai perso. Ed è allora che comincia la sfida, la sfida che come loro tutti gli amanti devono affrontare, e ogni loro storia insegna qualcosa. Insegna che per restare insieme si devono fare errori. Si deve piangere e litigare, essere deboli, incoerenti e lunatici. La ragione non ha nulla a che fare con i sentimenti. È il sogno la loro giusta dimensione. Bisogna credere nell’impossibile. Perché l’impossibile accade, come nei film e nei libri. Il segreto è trovare le parole. Se si ama qualcuno l’importante è dirlo, ripeterlo, una volta e un’altra volta ancora. E convincere l’altro che l’amore non è una bugia, un’invenzione dei poeti. È dentro ognuno di noi. Basta solo non temere di amare. Pedro Chagas Freitas ha dato una nuova voce ai sentimenti conquistando i lettori di tutto il mondo. Ora torna con il seguito di Prometto di sbagliare, che ha dominato le classifiche italiane per mesi. Un fenomeno editoriale mondiale che non conosce fine. Perché è facile parlare di amore. Ma nessuno sa farlo come Pedro Chagas Freitas. Nessuno come lui sa descrivere l’amore vero, quello che si spezza e si ricostruisce, che sbaglia, ma non si arrende. Che travolge e lascia senza fiato. L’amore che si cerca ogni giorno, ma che non è una chimera. È lì dietro l’angolo, imperfetto come tutti noi.



Data uscita: 22 settembre
Il vento solleva strati leggeri di fiocchi ghiacciati. Joana ha ventun anni e intorno a sé vede solo una distesa di neve. È fuggita dal suo paese, la Lituania. È fuggita da una colpa a cui non riesce a dare voce. Ma ora davanti a sé ha un nuovo nemico: è il 1945 e la Prussia è invasa dalla Russia. Non ha altra scelta che scappare verso l’unica salvezza possibile: una nave pronta a salpare verso un luogo sicuro. Eppure la costa è lontana chilometri. Chilometri fatti di sete e fame. E Joana non è sola. Accanto a lei ci sono altre anime in fuga, ognuna dal proprio incubo, in viaggio verso la stessa meta. Emilia, una ragazza polacca che ha soli quindici anni aspetta un bambino, e Florian, un giovane prussiano che porta con sé il peso di un segreto inconfessabile. I due hanno bisogno di Joana. Perché lei non ha mai perso la speranza. Perché la guerra può radere al suolo intere città, ma non può annientare il coraggio e la voglia di vivere. È grazie a questa sua forza che Joana riesce ad aiutare Emilia nella gravidanza e a far breccia nel carattere chiuso e diffidente di Florian. I loro giorni e le loro notti hanno un’unica eco: sopravvivere. E quando la nave finalmente si intravede all’orizzonte, la paura vorrebbe riposare in un porto sicuro. Ma Joana sa che non si finisce mai di combattere per la propria vita, ed è pronta ad affrontare ogni ostacolo, ogni prova, ogni scherzo del destino. Finché guardando in alto vedrà un cielo infinito pieno di neve, saprà che quel candore le darà la forza per non arrendersi. Appena uscito, Ci proteggerà la neve è salito in vetta alla classifica del «New York Times». Dopo lo straordinario successo di Avevano spento anche la luna, oltre 100.000 copie vendute in Italia, Ruta Sepetys torna a raccontarci un episodio realmente accaduto che dà voce a una pagina dimenticata della storia: lituani, polacchi, prussiani, per la prima volta insieme in fuga verso la salvezza. Passati e persecuzioni diversi uniti dal sogno della libertà. Un libro sul coraggio, sui segreti che danno la forza per lottare, sulla speranza che è in grado di scalfire anche il muro più alto fatto di odio e paura. 

Data uscita: 22 settembre
Tutti gli abitanti di Beulah Grove numero 23 hanno un segreto. Se non fosse così, non avrebbero affittato in contanti e senza contratto delle lerce stanze in un vecchio edificio malmesso. Quello è il
tipo di posto in cui si può finire quando non si hanno alternative. I sei inquilini dello stabile fanno vite solitarie e non si può certo dire che curino i rapporti di buon vicinato, ma in un’afosa notte d’estate, un terribile incidente li costringe a stringere una strana alleanza. Quello che non sanno è che uno di loro è un assassino. Ha già scelto la prossima vittima, e farà di tutto per proteggere il suo segreto.







Data uscita: 22 settembre
Londra, 1688. Beth Ambrose ha sempre condotto una vita tranquilla e protetta a Merryfields, la casa di famiglia alla periferia della capitale inglese. Un luogo dove i suoi genitori offrono rifugio alle anime malinconiche. È qui che Beth, artista appassionata e brillante, si lega all'inquieto pittore Johannes, che nutre il suo talento e la prende come apprendista. Quando in città le tensioni politiche iniziano a farsi sentire, nel cuore della notte bussa alla loro porta Noah Leyton, con una proposta che sconvolgerà l'intero mondo di Beth. Nel frattempo a Merryfields trova rifugio un nuovo ospite misterioso, che dà a Beth l'opportunità di realizzare le proprie ambizioni artistiche. Ma ben presto lei si renderà conto che c'è un prezzo molto alto da pagare... Mentre la Gloriosa Rivoluzione getta il Paese nel caos, riuscirà Beth a trovare il coraggio di seguire il proprio cuore e difendere tutto quello che ha di più caro?



Data uscita: 22 settembre
La relazione è dialogo. E un dialogo autentico presuppone la capacità di comunicare ma anche e soprattutto quella di ascoltare l'altro. Cosa succede quando i due attori sono uomo e gatto? Cosa significa dialogare con un gatto e cosa significa ascoltarlo? Quali dinamiche, quali emozioni e quali percezioni si creano? Quali sono gli elementi che determinano il carattere di un micio durante la crescita? Cosa definisce la maggiore o minore socievolezza nei confronti degli umani di casa? Come si forma un carattere amabile? Cosa dà di sé il micio nella relazione con il suo compagno umano e cosa questi deve mettere in gioco per favorire la costruzione di un dialogo realmente profondo e appagante per entrambi? La relazione con il gatto è un'intesa privata, emozionale, semplice, ma va costruita. La relazione con l'amico più intimo e solidale che si possa pensare di avere è una dimensione personale da cui ognuno può decidere di partire per scoprire nuove cose del mondo, sapendo che l'altro è pronto ad accoglierlo al ritorno.



Avendo letto "Il diario di Anna Frank" a 15 anni in pochi giorni, non potrei non leggere questo seguito tragico, ma che da comunque un finale scritto alla ragazzina che ha intenerito tutto il mondo con la sua storia.
"Ci proteggerà la neve" è un libro che invece devo assolutamente avere sulla mia libreria. Dopo aver letto "Avevano spento anche la luna" (sempre di questa autrice), credo che questo suo nuovo libro sia struggente e coinvolgente come il precedente, visto il tema che tratta.
Però anche "Flawed" mi ispira, non tanto per il genere di libro, quando per l'autrice, di cui ho letto alcuni libri che mi sono piaciuti moltissimo! :) 
Senza contare "Gli insospettabili delitti..", un thriller che solo dalla trama mi ha già conquistato!!

E voi cosa ne pensate? 
C'è qualche trama che vi coinvolge particolarmente? :)
Un abbraccio,

Jasmine