venerdì 22 luglio 2016

Tag #8: Ti sfido a trovare il tuo valore

Buongiorno cari lettori!
Oggi è l'ultimo giorno in cui leggerete un mio post sino ad agosto!
Eh sì, finalmente è arrivata l'attesissima settimana di relax al mare che aspetto da un anno!!
L'ho desiderata, sperata, agognata e finalmente sta per arrivare!
Tra i soliti dilemmi su quali vestiti mettere il valigia (una scelta difficile perchè tutto l'armadio non ci sta!), gli impegni dell'ultimo minuto e l'organizzazione familiare, ho programmato questo post (il tag l'ho trovato mercoledì sul blog La soffitta di Amelia), affinchè parta in automatico.





 Le regole del tag:
  • Usare l’immagine originale del tag
  • Citare il creatore del Tag e ringraziare chi vi ha nominato
  • Parla del valore che più ti rappresenta
  • Rispondere alle 10 domande 
  • Nominare altri 10 blog. 


- La creatrice del tag è Michela del blog "Le quindicirighe"
- Non mi ha nominato nessuno, ma ho scelto di mia spontanea volontà di farlo!
- Il valore che più mi rappresenta è sicuramente la sensibilità... una caratteristica a volte poco gestibile perchè mi impedisce di affrontare persino i telegiornali per evitare di piangere e stare male.

Ora veniamo alle domande e risposte! ;)


 Quali sono i tuoi valori più importanti?
I miei valori più importanti sono il rispetto e l'educazione. Sono stata cresciuta con questi due criteri e sono assolutamente convita che debbano essere alla base dei valori di ogni persona, affinchè si riesca a coesistere in maniera serena e pacifica.


Che importanza hanno i valori nella tua vita? Un'importanza primaria o secondaria?
Hanno un'importanza che definirei primaria.


Metti in pratica i valori che per te sono più importanti nella vita di tutti i giorni?
Sì, li metto in pratica quotidianamente ma non mi accorgo di farlo. Ormai sono cose che mi vengono in automatico.


Credi che oggi i valori per i giovani siano importanti?
Credo che le nuove generazioni abbiamo bisogno di guide che permettano loro di avere dei valori.
Purtroppo vedo tanti bambini viziati e maleducati, tanti adolescenti privi di rispetto per le persone, gli animali, la natura e le cose altrui.
E adulti strafottenti, con chiusure mentali che fanno venire i brividi.


In una sola frase, chi sei tu?
Sono una donna che sta compiendo un percorso in cerca del proprio scopo nella vita. Una persona che cerca di dare il meglio di se stessa nelle cose che fa, e che cerca di lasciare un'impronta del suo lato migliore nelle persone che incontra e che vogliono conoscermi e starmi vicino.


 Cos'è che recentemente hai imparato su te stessa?
Ho imparato che spesso, davanti all'ignoranza altrui, bisogna fare un passo indietro. Che in quel caso combattere è inutile: uno spreco di energia, perchè la convinzione umana è più forte di qualsiasi cosa.


In che ordine d'importanza, quale ruolo riconosceresti  ai seguenti aspetti della vita: felicità, soldi, amore e salute?
1) L'amore. L'amore pervade l'intero universo, è una forza energetica enorme e senza di essa noi non esisteremo. 
2) Felicità. Se si prova amore per ciò che ci circonda e la nostra stessa vita, allora si è felici e soddisfatti e si sta bene con il proprio spirito.
3) Se lo spirito sta bene, il corpo non ha problemi e c'è la salute.
4) I soldi sono importanti  nella nostra società perchè è stata costruita intorno ad essi, ma in altri paesi la gente è felice con ben poco: un tetto sopra la testa, il piatto pieno e persone da avere accanto sono tutto ciò che conoscono, apprezzano e amano. E questo li rende felici.


Cosa fai quando non sei d'accordo con quello che pensano la maggior parte delle persone?
Provo a parlare loro con calma, ad esporre i miei pensieri e cerco di minare le loro convinzioni come uno scultore che usa lo scalpello sulla pietra.
Se trovo una crepa, una possibilità di far vedere loro le cose in maniera differente (più positiva e aperta) bene, altrimenti lascio stare. Sarebbe una fatica inutile.


Cosa hai fatto per essere la persona  che hai sempre desiderato essere?
Direi più che altro cosa sto facendo per essere la persona che desidero essere.
Perchè come tutti ho ancora molto da migliorare e crescere; in verità sono convinta che sia un percorso che dura tutta la vita.
Ciò che faccio è essere coerente con me stessa. Ho individuato i miei difetti, li conosco, li accetto e cerco di smussarne gli angoli sinchè riuscirò a dominarli del tutto e a non farmi influenzare da essi.


La paura di sbagliare cosa ti ha impedito di compiere? E ciò cosa ti ha insegnato?
La paura ha influito su molte scelte che ho compiuto nella vita, e lo fanno tutt'ora.
Ogni tanto ci penso e mi dispiace, ma poi cerco anche di guardare al futuro. 
Di certo mi hanno insegnato che hanno un grande potere su di me. A volte mi terrorizzano talmente tanto che mi fanno essere impulsiva, quindi negli ultimi anni, quando mi capitava un ostacolo dettato dalla paura, mi fermavo, ci riflettevo, ponderavo le scelte e solo dopo guardavo dove questa paura voleva condurmi.
Diciamo che sto imparando a controllarla!


Ultimo punto: non scelgo di taggare 10 persone, ma chiunque abbia voglia di esporsi un pochino e parlare di sè!
In quel caso, come sempre, lasciatemi il link delle vostre risposte nei commenti così posso passare a leggerle! :)


Ecco qui.. se siete arrivati alla fine di queste domande vi ringrazio per il tempo speso, e spero di essermi fatta conoscere meglio! :)
Nella prossima settimana il blog sarà fermo, ma anche da sotto l'ombrellone risponderò volentieri ai commenti (se vorrete lasciarne ^_^), e cercherò di sbirciare i vostri blog in caso di novità!
Baci e abbracci!! Destinazione... VACANZE!! :) :)


 



mercoledì 20 luglio 2016

Tag #7: La vita segreta di una book blogger

Buongiorno cari lettori!
Oggi vi posto velocente un tag per cui sono stata nominata la prima volta più di un mese fa!
Nik de Gli alberi da libri mi ha dato la spinta finale per poterlo finalmente scrivere, quindi eccolo qui! :)
Venerdì, invece, ne pubblicherò un altro, molto diverso, tratto dal blog La soffitta di Amelia e che si intitolerà "Tag: ti sfido a trovare il tuo valore".
Ma intanto iniziamo con questo! ;)


1) Da quanto tempo sei nella blogsfera?
All'incirca dall'inizio del 2015, ma non so bene la data esatta... non me la sono mai segnata e non ho idea se su blogger sia scritta da qualche parte, quindi haimè so solo che il mio blog dovrebbe avere circa un anno e mezzo. (Anzi, colgo l'occasione per fare un appello: se qualcuno sa come vedere la data esatta nei meandri delle opzioni di blogger me lo dica per favore, così mi tolgo questo dubbio!! :))


2) Quando pensi di "ritirarti"?
E chi lo sa? Forse quando sarò stufa di cucire, di leggere e scrivere. Quello sarà probabilmente il momento in cui il mio blog non avrà più motivo di esistere.
Ma spero che questi interessi non passino mai!!

3) Qual'è l'aspetto migliore dell'avere un blog?
Sicuramente l'opportunità di poter scrivere non solo per me stessa, ma anche per chi legge ciò che metto nero su bianco.
Mi è sempre stato difficile far leggere ciò che scrivevo, quindi questa è stata una grande opportunità per espormi. E credo di aver fatto passi da giganti: primo fra tutti lo dimostra il fatto che mi sono esposta mettendo anche il mio vero nome, cosa che all'inizio mi terrorizzava.
C'è poi anche il fatto di aver conosciuto persone splendide e gentili, sempre disponibili a condividere suggerimenti e pareri. Tante blogger che come me amano i libri alla follia.
Una cosa che purtroppo non ho mai trovato nelle persone che ho incontrato di persona.


4) Qual'è l'aspetto peggio dell'avere un blog?
Il tempo. Sempre e solo il tempo.
Troppo poco per permermettermi di poter seguire giornalmente tutti i blog che seguo.
Vorrei poter leggere tutte le recensioni e commentare tutti i post, ma mi ritrovo invece a dover fare una grande scrematura: se il titolo del libro e la copertina mi ispirano, allora leggo e commento, altrimenti passo. Purtroppo non posso fare altrimenti, e credo di non essere la sola blogger a farlo. :(


5) Un book blogger che adori?
Ci sono parecchi blog che mi piace leggere, seguire e commentae. I principali però sono quattro perchè abbiamo più o meno gli stessi gusti in fatto di libri. Mi piacciono le recensioni che scrivono queste ragazze, sono sempre gentili e lasciano un commento ai miei post (che fa sempre piacere! ;))

6) Con quale blog ti piacerebbe collaborare?
Sicuramente con una blogger che ama il mio genere di libri, con cui sia disponibile confrontarsi e ci sia una compatibilità di carattere di fondo.
Collaborare significa prendere degli impegni, sviluppare delle idee, e andare d'accordo è di estrema importanza.

7) Che ne pensi della comunità dei blogger letterari?
Penso che siano stupendi e che avrei voluto scoprirli tanto tempo fa, e non nell'ultimo periodo.
Bhe, meglio tardi che mai! ;)


8) Qual'è il tuo segreto per avere un blog di successo?
Dunque, considerando il fatto che il mio blog non è assolutamente un blog di successo, posso comunque dire che secondo me, la chiave per ottenerlo, è essere se stessi, scrivere ciò che proviene dal cuore, dare spazio ai nostri pensieri e le nostre idee, essere gentili e rispettosi verso le persone che ci seguono e perdono parte del loro prezioso tempo per fermarsi nel nostro angolo di web e, ovviamente, avere anche un pizzico di fortuna!

9) Chi tagghi?
Taggo qualsiasi persona voglia rispondere a queste domande!
E se scegliete di farlo, lasciate il link delle vostre risposte nei commenti, così potrò passare a leggerle! :)


Ecco qui.. è tutto! Buona serata e a presto! :)

Novità librose #3: Luglio e Settembre 2016


Buongiorno cari lettori!
Oggi vi presento tre bellissime novità librose!
Pronti per scoprirle?


Si parte con un'offerta messa in atto dalla Garzanti: 2 libri al prezzo di uno (anzi, anche un po' meno di uno! ;))





Per chi ha letto e amato "Il profumo delle foglie di limone" (e qui rientra anche la sottoscritta), il 12 settembre uscirà il seguito edito sempre dalla Garzanti.... 















Infine, per chi è cresciuto con Harry Potter ci sarà una bellissima novità che neppure io mi lascerò sfuggire, perchè il 24 settembre esce un nuovo libro!!












Per oggi è tutto! A presto con altre belle novità! :)


 

lunedì 18 luglio 2016

Blog tour 4° tappa: Ritornare a sorridere di Susy Tomasiello - Recensione

Buongiorno cari lettori!
Oggi vi presento un post diverso dal solito. In genere preferisco non ospitare Tour inerenti a libri, ma questa volta ho voluto fare un'eccezione per una blogger che seguo da molto tempo, mia collaboratrice della rubrica "Un libro al mese: Susy e Jasmine ti consigliano", e persona di estrema gentilezza.
Ospite di questa quarta tappa è il suo ultimo romanzo pubblicato dalla casa editrice "La ragnatela": un traguardo che ogni scrittore vorrebbe raggiungere, e che darà l'opportunità a voi lettori di vincere una copia del suo libro!
Il mio compito all'interno di questo tour è stato quello di scrivere una recensione.






Trama 
La famiglia Hallet composta da Queen, Isabel e Ty accoglie in casa le due sorelle Ward: Isabel e Ally.
Queen è stato nominato tutore legale delle ragazze fino a maggiore età, e se all’inizio per loro è tutto abbastanza traumatico, ben presto si ritroveranno a far parte di questa grande famiglia.
Le loro storie si intrecciano con quelle di tre amici: Rys, Andrej e Ben. Tre amici molto diversi tra loro, che però sono legati da un profondo affetto.
Una storia che racconta quanto sia importante il legame familiare e di amicizia. Una saga familiare che va avanti negli anni, si sposta in posti diversi, si intreccia e si mescola con le storie d’amore e di amicizia che dimostrano quanto i legami siano importanti.
Anche quando tutto sembra perduto, tutti ritorneranno a sorridere.


In questo suo nuovo scritto, Susy intreccia con maestria le storie di più persone: uomini e donne destinati a trovare l'amore e a formare delle coppie.
Ci sono le sorelle Ward, desiderose di entrare a far parte della famiglia Hallet: Ally dovrà combattere contro la propria timidezza per conquistare il cuore di Queen, mentre Isabel dovrà riuscire a far comprendere a Ben  quanto poco importi il fatto che lui non sia ricco. 

Jessica si rifugerà tra le braccia dello studioso Simon, tra alti e bassi provocati dalla gelosia, mentre il fratello Ty partirà per diventare un marinaio, imbarcandosi nell'avventura più meravigliosa che esista: l'amore.

Tra questi amori più leggeri si inserisco anche le storie di July e Rys, i cui sentimenti sbocciati alle porte della maturità, subiranno un doloroso contaccolpo che solo anni dopo li farà tornare a sorridere.

La storia più bella, però, per me rimane quella tra Andrej e Natasha; una bellissima ragazza rimasta disabile dopo un incidente.
Andrej riuscirà a guardare oltre la sua carrozzina, scrutandone il carattere dolce e la bellezza genuina e pura, ritrovando se stesso e il suo amore per la medicina.

Un bel romanzo che si legge velocemente, con dialoghi molto teneri e romantici, racconti delicati e altri più intensi che si intrecciano in una grande famiglia.
L'unica cosa che avrei gradito di più sono le descrizioni delle ambientazioni, che sono state sostituite dai molti dialoghi, ma ho apprezzato il fatto che Susy sia riuscita a raccontare tante storie diverse in un solo libro.
Una lettura perfetta per questa stagione, con un meritato lieto fine.


Regole per partecipare: 
Il Blogtour parte l'11/07/2016 e terminerà il 22/07/2016.

Per partecipare dovrete:



1. Diventare lettori fissi dei blogger partecipanti;

2. Mettere Mi piace sulla pagina Facebook Susy T. Autrice;

3. Condividere almeno una tappa su un social a scelta e taggare due amici;

4. Commentare almeno due tappe del blogtour comunicando il proprio indirizzo email per essere ricontattati in caso di vincita.



Facoltativo:
Mettere Mi piace sulla Pagina Facebook di tutti i blogger partecipanti.

Premio del Giveaway
Una copia digitale del libro "Ritornare a sorridere".



Spero siate in tanti a partecipare a questo evento e vi auguro un buon proseguimento con la 5° tappa su Il salotto del gatto libraio con l'intervista a Susy e.... in bocca al lupo al vincitore! :)




 

sabato 16 luglio 2016

Recensione: Ora, per sempre e oltre - di Demetrio Verbaro

Buon sabato cari lettori!
Oggi ho postato per voi la recensione di un libro che l'autore mi ha gentilmente chiesto di leggere.
Una bella scoperta questo scrittore, che descrive con grande armonia i sentimenti d'amore.
Allora, pronti per leggere la trama?


Trama 
Davide e Giulia sono due ragazzi innamorati che si conoscono fin dall’asilo e che si sposano pieni di speranza per un futuro insieme. Il loro amore è semplice, genuino, profondo. Ma non riescono a diventare genitori e dopo che il dottore conferma che per loro sarà impossibile concepire figli, qualcosa si rompe nel loro rapporto. Entrano in un vortice che li travolge: litigi, tradimenti, risentimenti, divorzio. Ma come la mantide guidata dall’istinto si riproduce pur sapendo di morire alla fine dell’accoppiamento, così uno di loro guidato dall’amore si sacrificherà per la salvezza dell’altro. Alla fine infatti si scoprirà che il vortice che ha spazzato via il loro matrimonio era stato creato da uno di loro in un gesto d’altruismo estremo.





Voglio te, nonostante tutto, voglio te con le tue imperfezioni e difetti.
Voglio i tuoi occhi come rifugio, voglio il profumo dei tuoi baci,
i nostri cuori che tremano, i nostri respiri che palpitano.
Voglio te, voglio noi.
Voglio te, per sempre, ogni giorno della mia vita.


Ora, per sempre e oltre, ti amo e ti amerò.
è con queste parole che finiscono tutte le lettere che Davide e Giulia si scrivono sin da bambini.
Parole semplici, promesse intrise di un forte sentimento che anno dopo anno matura lentamente, accompagnandoli sino all'età adulta.
Sono due bambini che sin dal primo sguardo comprendono di essere fatti l'uno per l'altra.
Durante la crescita, la loro relazione subisce alti e bassi ma il loro amore, in un modo o in un altro, li fa ricongiungere sino al momento del fatidico sì.

Si sposano desiderosi di costruirsi una vita insieme, e di riempire le loro giornate con il suono gioioso delle risate di bambini. 
Un sogno che però s'infrange contro uno scoglio insormontabile, perchè non potranno mai diventare genitori.
L'esito sembra essere definitivo, spietato, e solo l'adozione può riportare speranza per il loro progetto.
Sinchè uno dei due commette un gesto spietato, destinato a distruggere il matrimonio.

Si dividono, conducono vite diverse, uno di loro rincorrerà un vecchio sogno, l'altro dovrà fare i conti con qualcosa a cui non si può sfuggire, sinchè i loro destini si incroceranno nuovamente, e la verità verrà a galla.
Perchè ci sono gesti estremi che, in nome dell'amore che proviamo, a volte sono l'unica possibilità che abbiamo per dare alla persona che amiamo la vita che desiderava.

Una bella storia d'amore e dedizione per la persona amata, che cela una scelta difficile e nasconde una verità triste e carica di sentimenti.
Ora, per sempre e oltre, è un romanzo breve che si legge velocemente (io l'ho finito in un paio d'ore), e che incanta con la forza dei sentimenti dei protagonisti.   
 

Voto: Bello




L'autore
Demetrio Verbaro nasce a Reggio Calabria il 14/12/1981. Ha tre figli: Thomas, Riccardo e Dorian.
E’ al suo quarto romanzo dopo “Il carico della formica” (di cui ha prodotto la trasposizione cinematografica) “L’attimo eterno” e “La farfalla con le ali di cristallo”.


Contatti:
Pagina Facebook




giovedì 14 luglio 2016

Recensione: La strana quadratura dei sogni - Alex Capus



Buongiorno cari lettori!

Oggi vi parlerò di un libro che mi è stato gentilmente inviato dalla casa editrice Garzanti.
Ammetto di aver avuto grandi aspettative per questo romanzo, tante da non volermelo lasciare sfuggire; purtroppo, però, ne sono rimasta molto delusa.


 Trama
È l’inizio di novembre del 1924. Il lago di Zurigo scintilla d’argento nonostante la foschia mattutina. Il convoglio dell’Orient-Express diretto a Parigi sta arrivando in stazione; sull’ultima carrozza, accanto allo sportello aperto, siede una ragazzina bionda stretta in una coperta di lana, assorta nei suoi pensieri. Da una rampa di carico, un giovane seduto a guardare i treni le fa un cenno di saluto. Sul binario accanto sfila il rapido in partenza per Ginevra, dove un uomo dal viso abbronzato è appena salito con la sua valigia. La ragazza si chiama Laura D’Oriano, e il suo sogno è quello di fare la cantante. Il ragazzo è Felix Bloch, ha appena dato l’esame di maturità e sta per iscriversi alla facoltà di ingegneria, o almeno così vorrebbe la sua famiglia. L’uomo è Émile Gilliéron e in quella valigia, in una scatola di sigari, custodisce le ceneri del padre, famoso pittore. I tre non hanno nulla in comune, tranne il fatto che le loro vite sono destinate a essere straordinarie. Perché Laura diventerà una delle prime spie antifasciste, Felix un importante premio Nobel per la fisica, ed Émile uno dei più rinomati falsari di opere d’arte al mondo. Ma tutto è ancora imprevedibile in quella nebbiosa mattina di novembre, dove insieme alla bruma autunnale aleggiano le infinite possibilità della vita. Questa è la storia di tre giovani catturati dalle ruote del tempo, sul binario che conduce alla seconda guerra mondiale. E degli incontri fatali che cambieranno la loro intera esistenza.


Tre storie di vita vera.
Tre persone che, una volta soltanto, si incontrano alla stazione dei treni in Svizzera. Si vedono, si notano, ma non si conoscono.
Sono tre vite destinate a seguire dei percorsi completamente diversi, che li condurrà alle porte della Seconda guerra mondiale.

Felix Bloch è un ragazzo che non sa bene cosa voglia fare nella vita. Secondo il padre dovrebbe studiare ingegneria, ma lui non è dello stesso parere.
Tuttavia, si iscriverà a quel corso, si rivelerà un grande studioso della materia e, successivamente, si addentrerà  nel campo della fisica e chimica.
A causa della guerra, avendo nonni ebrei, dovrà emigrare in America, dove otterrà una cattedra nel prestigioso istituto di Stanford, e prenderà parte alla programmazione della bomba atomica.

Emile Gillèron ha ereditato dal padre l’amore per la storia e la grande dote di saper dipingere e riprodurre manufatti storici in maniera così eccelsa da risultare veri, cosa che userà a suo vantaggio per sostenere la famiglia durante gli anni di carestia della guerra in Grecia.

Laura d’Oriano, invece, è una figlia d’arte che ha viaggiato per numerosi paesi.
Una volta stabilitasi in Francia inizierà una vita monotona e sedentaria che la condurrà a fare una scelta alquanto discutibile (e di cui non vi parlerò per non fare spoiler).
Successivamente, per poter mantenere se stessa e le figlie, inizierà a lavorare come spia e passerà poi alla storia per il suo triste destino.

Le storie di questi personaggi, realmente esistiti e di cui Wikipedia fornisce un gran materiale, sono affascinanti  e uniche ma.
Ma mi sono annoiata per tutte le 219 pagine. Onestamente non vedevo l’ora che il libro finisse.
Il modo in cui Alex Capus racconta le loro storie, è talmente impersonale e freddo, che sembra di leggere un libro di storia scolastico.
Non ho provato nessuna emozione a leggere delle loro vite. Persino quella di Laura, la più tragica, non mi ha trasmesso nulla.
Tutto viene scritto come se l’autore avesse riportato dei dati. Nulla di più o di meno.
Le loro storie, i loro caratteri o sentimenti, sono pressoché inesistenti.
Non capisco davvero come questo libro sia stato in classifica per mesi in Germania.
Un vero peccato, perché le vite di queste persone sarebbero stete molto interessanti, così come l’idea di dar loro un punto d’incontro.

Voto: Non mi ha convinto







mercoledì 13 luglio 2016

Novità librose #2: Luglio 2016



Buongiorno lettori! 
Eccomi due nuove uscite della DeA!

 Torna da me
di Mila Gray
Un’auto militare ferma sotto casa alle sette del mattino. Non può significare nulla di buono, soprattutto se sia tuo fratello che l’amore della tua vita sono soldati impegnati in una rischiosa missione in Afghanistan. Quando Jenna Kingsley, diciott’anni appena compiuti, occhi verdissimi e un viso tutto lentiggini, apre la porta al cappellano dei Marine in alta uniforme, il mondo le crolla addosso in un istante. Mentre il cuore batte a mille, il suo pensiero vola all’estate appena trascorsa. Quella in cui lei e Kit, migliore amico di suo fratello Ridley, sono caduti l’una nelle braccia dell’altro. Sono anni che Jenna stravede segretamente per Kit, bello e sexy da togliere il fiato, e proprio adesso che lui ha scoperto di ricambiarla, l’idea di perderlo è insopportabile. E pazienza se il padre, l’inflessibile Colonnello Kingsley, non fa mistero dell’odio che, per motivi mai davvero chiariti, nutre per il ragazzo. Mentre Jenna si prepara a ricevere la tragica notizia dalle labbra del cappellano, un’unica, atroce domanda le martella in testa: chi dei due è morto? Suo fratello Ridley oppure Kit?

«Una storia d’amore, sesso e amicizia, drammatica e coinvolgente come poche.»
Goodreads

Mila Gray

Mila Gray vive a Londra ed è autrice di romanzi per ragazzi e sceneggiature. Torna da me è il suo primo romanzo pensato per un pubblico adulto e sua madre ha l’espresso divieto di leggerlo!



 Come lui nessuno mai
di Bethany Chase
Tutte noi ne abbiamo uno. È il Grande Se della nostra vita: l’amore che avrebbe potuto essere e non è stato. Per Sarina Mahler – architetto trentenne di Austin, Texas – si chiama Eamon Roy, occhi penetranti e fisico da urlo scolpito da anni di allenamenti come nuotatore olimpionico. Praticamente perfetto. E imperdonabile, per il modo in cui la lasciò senza preavviso né spiegazioni. Adesso, dopo anni di assenza, Eamon è tornato in città, e pretende che sia proprio Sarina a seguire la ristrutturazione della sua nuova casa. L’occasione professionale è troppo ghiotta perché lei possa permettersi di rinunciare. Tanto più che, fidanzata con l’impeccabile Noah, non ha nulla da temere da Eamon, dal suo famigerato sorriso e dai suoi modi premurosi e attenti, così lontani dal ragazzo brusco e taciturno che ricordava. E allora come spiegare il brivido di pura emozione che le percorre la schiena ogni volta che i loro sguardi si incrociano?
Sexy, sincero, appassionante, Come lui nessuno mai mette in scena il più classico dei triangoli in una commedia piena di humor, di sorprese e di saggezza.

«Fresco e delizioso come un sorbetto nella calura d’agosto.»
Emily Giffin

Betany Chase  

Nata in Virginia, Bethany Chase è interior designer di professione e vive a Brooklyn. Come lui nessuno mai è il suo primo romanzo.



E voi cosa ne pensate di questi romanzi??
Pensate di leggerne almeno uno dei due?

A presto!
Jasmine