martedì 26 aprile 2016

Recensione: Il gatto che aggiustava i cuori - di Rachel Wells

Buongiorno cari lettori!
Questa mattina vi presento un libro piuttosto originale, perchè a narrare il tutto è proprio un gatto!
Attraverso i suoi occhi felini, infatti, si dipana una storia di incredibile dolcezza e affetto.
Siete pronti a farvi scaldare il cuore da Alfie e la sua avventura?




Trama
Come ogni gatto, Alfie adora passare le sue giornate sonnecchiando sul divano davanti al camino. Un po' di carezze, un po' di fusa rumorose, ed è felice. Ma all'improvviso è costretto a lasciare la casa in cui è cresciuto, e si ritrova solo e sperduto per le strade di Londra. Tutto cambia quando arriva in Edgar Road, una via piena di verde e di bellissime villette a schiera. Alfie capisce subito che solamente lì può sentirsi di nuovo a casa. Solamente lì può trovare una nuova famiglia. Eppure gli abitanti del quartiere non sono pronti ad accoglierlo. Concentrati sui loro problemi, non hanno tempo per occuparsi di lui. Fino a quando scoprono che non è un gatto come gli altri. Ha un dono speciale: è capace di riconoscere i desideri più nascosti. Alfie sa bene che Claire è ancora in cerca di amore dopo essere stata lasciata dal marito; che Jonathan, cinico e disincantato, in realtà si sente troppo solo, e che Polly vorrebbe solo qualcuno in grado di proteggerla. Giorno dopo giorno, si accorgono di quanto abbiano bisogno di lui. Il loro nuovo amico è pronto ad aiutarli, a provare a cambiare le loro vite, a riaccendere le loro speranze. Perché Alfie è in grado di aggiustare quello che il destino a volte ha rotto e di ascoltare la melodia silenziosa dei loro cuori.




La storia inizia in una mattina come tante altre, ma non per il gatto di nome Alfie.
La sua anziana padrona è deceduta, e la nipote vuole portarlo in un gattile. Ma cosa può esserci di peggio per lui, pensa Alfie, se non attendere che qualcuno decida di adottarlo? 
E se nessuno lo volesse?
Non può aspettare che siano gli umani a decidere del suo destino, così Alfie esce di casa e si addentra in un mondo che non conosce: il mondo della strada.

<<Mentre rimpiangevo l'unico genere di vita che avessi conosciuto, ho sentito d'istinto che dovevo sopravvivere, ma non sapevo come. 
Mi sono preparato a fare un balzo nell'ignoto.>>
 
Camminare per lunghi percorsi, senza una copertina calda e pulita su cui addormentarsi, o del buon cibo in una ciotola, rendono la sua esistenza triste e difficoltosa.
Ma Alfie è un gatto forte e tenace; così le settimane passano e lui continua a cercare una nuova casa.

<<La gente accusa noi gatti di essere egocentrici ed egoisti, ma spesso le cose stanno in tutt'altro modo.
Ero un gatto desideroso di aiutare chi ne aveva bisogno.
D'indole gentile e amorevole, ero impegnato nella nuova, specialissima missione: prendermi cura delle persone.>>

Quando arriva in Edgar Road, capisce di aver trovato un posto in cui potersi fermare: ci sono quattro case in attesa di essere riempite di nuovi umani. Persone che potrebberlo accoglierlo a braccia aperte.
Perchè di una cosa Alfie è sicuro: non si limiterà più ad avere un solo padrone, ma ne sceglierà ben di più, così sarà sempre sicuro di non essere più abbandonato e di avere un posto caldo in cui sonnecchiare, e tanto buon cibo per riempirsi la pancia!

Ma si sa, gli esseri umani sono assai strani, e quelli che incontra Alfie non sono da meno.
C'è Claire, uscita distrutta da un matrimonio senza amore.
Jonathan, che all'apparenza ha una corazza d'acciaio ma sotto sotto un cuore tenero.
La famiglia di Franceska, immigrati che faticano ad ambientarsi in Inghilterra.
E infine Polly, neo mamma che soffre di depressione post parto.

<<Ricordo di aver sentito Margaret spiegare come fanno le persone a crescere: a volte seguono una via rettilinea, altre volte prendono svolte sbagliate, ma gli esseri umani si evolvono e cambiano spesso.>>

Ogni abitante di Edgar Road ha bisogno di ritrovare gioia e serentità, e Alfie farà tutto il possibile per aiutarli.
Giorno dopo giorno, districandosi tra una casa e l'altra, li aiuterà a risolvere i loro problemi e a sorridere, creando nuove amicizie e anche una storia d'amore.

<<A quanto pareva, le case che avevo scelto avevano tutte una cosa in comune: la solitudine.
Penso che fosse quella la ragione per cui ero stato attratto da loro.
Sapevo che quelle persone avevano bisogno di amore e gentilezza da parte mia; di sostegno e affetto.>>

"Il gatto che aggiustava i cuori", è una storia leggera che si legge in poco tempo, ma ricca di amore e dolcezza.
Scritto in maniera semplice e mai  noiosa, possiede l'originalità di essere narrata in prima persona dal gatto Alfie! 
Certo il finale è un po' scontato,  e quando Alfie descrive gli ambienti e i colori, è surreale perchè i gatti vedono in bianco e nero... ma tralasciando questo non si può non essere travolti da questa storia di amicizia e amore felino.
Un libro adatto a tutti, con uno sguardo originale e divertente che vi farà innamorare di questo micio!

<<Al mattino, quando suonava la sveglia, saltavo delicatamente sopra di lei e le leccavo il naso. Volevo che si sentisse amata ogni giorno, quando apriva gli occhi, proprio come lo ero io>>.




Valutazione finale: 3/4
Molto bello