venerdì 19 agosto 2016

Recensione: Novemila giorni e una sola notte - di Jessica Brockmole



Buongiorno cari lettori!
Oggi è una data particolare: la prima in cui ricordo di aver iniziato e finito un libro in un giorno soltanto.
“Novemila giorni e una sola notte” mi è stato consigliato da una blogger speciale, e le sono immensamente grata di avermi donato una copia di questo libro.
Grazie Susy!!
Immaginavo che fosse un bel libro, ma mi rammarico di non averlo letto molto prima.
È stata una lettura talmente fluida, intensa e coinvolgente che una volta iniziata non  sono più riuscita a smettere di leggere.
Complice la fredda e piovigginosa giornata passata in montagna, è una stata una storia che mi ha tenuto compagnia e la cui recensione spero vi invogli a leggerla al più presto!


TRAMA
Cara figlia mia,
tu non hai segreti, ma io ti ho tenuto nascosta una parte di me. Quella parte si è messa a raschiare il muro della sua prigione. E, nel momento in cui tu sei corsa a incontrare il tuo Paul, ha cominciato a urlare di lasciarla uscire.
Avrei dovuto insegnarti come indurire il cuore; avrei dovuto dirti che una lettera non è mai soltanto una lettera. Le parole scritte su una pagina possono segnare l’anima. Se tu solo sapessi...

E invece Margaret non sa. Non sa perché Elspeth, sua madre, si sia sempre rifiutata di rispondere a qualsiasi domanda sul suo passato, limitandosi a mormorare: «Il primo volume della mia vita è esaurito», mentre gli occhi le si velavano di malinconia. Eppure adesso quel passato ha preso la forma di una lettera ingiallita, l’unica che Elspeth ha lasciato alla figlia prima di andarsene da casa, così, improvvisamente, senza neppure una parola d’addio. Una lettera che è l’appassionata dichiarazione d’amore di uno studente americano, David, a una donna di nome Sue. Una lettera che diventa, per Margaret, una sfida e una speranza: attraverso di essa, riuscirà infine a svelare i segreti della vita di sua madre e a ritrovarla?
Come fili invisibili, tirati dalla mano del tempo, le parole di David conducono Margaret sulla selvaggia isola di Skye, nell’umile casa di una giovane poetessa che, venticinque anni prima, aveva deciso di rispondere alla lettera di un ammiratore, dando inizio a una corrispondenza tanto fitta quanto sorprendente.
La portano a scoprire una donna ostinata, che ha sempre nutrito la fiamma della sua passione, che non ha mai permesso all’odio di spegnerla.
La guidano verso un uomo orgoglioso, che ha sempre seguito la voce del suo cuore, che non si è mai piegato al destino.
Le fanno scoprire un amore unico, profondo come l’oceano che divideva Elspeth e David, devastante come la tragedia che incombeva su di loro, eterno come i novemila giorni che sarebbero passati prima del loro incontro…
 

 
È il 1940 e Margaret, come tante altre ragazze, teme per la vita del suo amato Paul, arruolatosi in guerra.
Sua madre Elspeth sa cosa vuol dire temere per la vita del proprio innamorato. Lo sa perché l’ha provato sulla sua stessa pelle, e l’unica cosa che desidera poter fare è proteggere sua figlia da quegli stessi timori che l’attanagliavano in gioventù.
Ed è a causa delle bombe che cadono su Londra che il cuore di Elspeth riprendere a battere al ritmo dei vecchi ricordi. Pensieri che le feriscono il petto e la costringono a fuggire dalla propria casa, sulle orme di qualcosa che non esiste più.

"Avrei dovuto insegnarti come indurire il cuore; 
avrei dovuto dirti che una lettera non è mai soltanto una lettera.
Le parole scritte su una pagina possono segnare l'anima." 

Ciò che lascia a sua figlia è una lettera: un foglio di carta ingiallito dal tempo che un uomo di nome David scrisse ad una giovane Sue. Una dichiarazione d’amore che inevitabilmente pone Margaret a chiedersi chi sia veramente sua madre e, soprattutto, quale sia l’identità di suo padre.



Il romanzo si dipana così sotto forma di corrispondenza tra David e Sue nel lontano 1912, e Margaret e Paul nel 1940. Due storie diverse ma due amori entrambi forti, che si incrociano in domande e segreti svelati poco a poco.

Il romanzo incomincia con l'americano David Graham che, entrato in possesso di un libro di poesie, ne resta così ammirato da voler scrivere all’autrice per rimostrarle tutta la sua ammirazione.
Lei, poetessa in erba residente a Skye, un’isola situata al largo della Scozia, riceve la missiva dal suo primo “fan” e, lusingata dal fatto, risponde alla lettera di David.

Da poche righe e un gergo formale, i due cominciano una fitta corrispondenza a cadenza regolare, dalla quale nasce prima un’amicizia e poi un amore intenso e appassionato.
Grazie a David Sue riesce a superare una paura che credeva insormontabile, ma il loro non sarà un amore semplice.
Sue è sposata, il marito è partito per il fronte, e così farà David, imbarcandosi come volontario verso una guerra che ancora non gli appartiene.

Tra alti e bassi, fuggevoli incontri e promesse d’amore, i due ragazzi si imbarcano in una relazione clandestina, a cui non possono sottrarsi.
Lettera dopo lettera, il loro legame si salda sempre di più, e attraverso i loro occhi, le loro parole e i loro sentimenti, il lettore riesce a scivolare nella storia come se fosse avvolto da una calda coperta.
È stato facile sentire il vento sul mio viso, mentre sferzava la costa di Skye Island, così come l’adrenalina che provava David guidando la sua ambulanza attraverso le strade francesi bombardate dai tedeschi.

Ma può una donna rinunciare al suo amore più grande in memoria di un marito che non ha mai amato come il suo amante? Nonostante i suoi sentimenti abbiano diviso una famiglia e cambiato per sempre la sua vita, può mettere fine a tutto ciò che prova?
Novemila giorni senza David sono tanti, troppi. Ma può un amore così forte sbiadirsi nel tempo?
La risposta la lascio a voi lettori, perché sono certa che finirà per commuovervi così come ha fatto luccicare i miei occhi.
La guerra è triste, macabra, disumana. Ma la forza dell’amore riesce ad illuminarla come un faro nella tempesta.


 Voto: 4/4 Stupendo 




 






 

23 commenti:

  1. Ciao Jasmine, molto bello questo libro ( anche la tua recensione), credo proprio che lo leggerò!
    Ella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ella! :)
      in tal caso sono davvero curiosa di leggere una tua opinione!! ;)
      Ho visto che hai un blog anche tu, perciò sono curiosa di leggere qualcosa di tuo! :)

      Elimina
  2. Anch'io, a suo tempo, amai molto questo romanzo tanto da precipitarmi in libreria, qualche mese fa, per acquistare il nuovo libro dell'autrice. E me ne sono amaramente pentita, perché è davvero un flop.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Laura!!
      Non sapevo che l'autrice ne avesse scritto un'altro!
      Sebbene non sia all'altezza del primo mi hai comunque incuriosito: voglio vedere di cosa si tratta... :)

      Elimina
  3. Ce l'ho in libreria e, visto il tuo pensiero, mi sono decisa a leggerlo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Cristina! Benvenuta!! :)
      Se ce l'hai già in libreria non puoi non leggerlo!! è davvero meraviglioso!!
      Poi fammi sapere se ti è piaciuto! :)
      Un abbraccio!

      Elimina
    2. Ti farò sapere :-) Un abbraccio

      Elimina
  4. È un libro che ho in WL da un po' e non vedo l'ora di leggere!!! Bella recensione! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Alisya! Ti ringrazio ^_^ ^_^
      Se ce l'hai in WL non fare come me che ci ho messo una vita per decidermi a leggerlo: approfittane il prima possibile! ;)
      Bacioni!!

      Elimina
  5. Che brividi! Un titolo e un'autrice che non avevo mai visto né sentito.
    Di solito le storie di questo tipo sono ambientate ai giorni nostri con i ricordi durante la seconda guerra mondiale. Questo libo invece parla della seconda guerra ma ricordando avvenimenti della prima. Mi pare davvero tanto bello e interessante! Grazie Jasmine di questa ennesima dolcissima scoperta!!<3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Nik!!!
      La particolarità del libro è proprio quella di dividersi tra prima e seconda guerra mondiale, ma la cosa più originale è che tutta la storia viene letta attraverso delle lettere.
      Sono sicura che questo libro ti piacerebbe cara Nik! E ovviamente sono moooolto curiosa di sapere una tua opinione! ;)
      Per la scoperta del libro questa volta non devi ringraziare me ma Susy dei "Miei magici mondi".. è lei che mi ha convinta a leggerlo! ;)

      Elimina
  6. Ciao Jasmine!
    Questo libro è sul mio kindle da tempo immemore.
    Mi ha sempre frenata il fatto che sia un romanzo epistolare, ma vista la tua appassionata recensione credo che lo leggerò a breve.
    Baci, Stefi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Stefi!!
      Capisco cosa intendi: anch'io credevo che il fatto di essere un romanzo epistolare potesse non piacermi, invece l'autrice è riuscita a scriverlo in maniera tale da sembrare un classico romanzo con dialoghi e descrizioni.
      é riuscita in un intento difficile e l'ho promossa a pieni voti! ;)
      I sentimenti dei protagonisti, le ambientazioni, e il corso della storia mi ha davvero colpita nel cuore! ^_^

      Elimina
  7. Ahhh Jasmine questo e' uno dei libri che avrei voluto prendere subito quando e' stato pubblicato per la prima volta ma poi ho desistito non so neanche perche' ma di sicuro e' stata una scelta sbagliata, cerchero' di rimediare assolutamente! ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Brava Ely!!! Mettilo subito in lista!!! non vedo l'ora di leggere la tua recensione!!
      un bacione!! :)

      Elimina
  8. E' in lista. Titolo che mi toccherà rimarcare, allora, anche perché sono in vena di recuperi. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Mr Ink!
      Sono certa che non ti pentirai di questo recupero! ;)

      Elimina
  9. Risposte
    1. L'hai letto??! :) :) che bello!! Un meraviglioso libro senza alcun dubbio! :) :)

      Elimina
  10. Ciao Jasmine!
    Sono troppo contenta che ti sia piaciuto! E' un libro bellissimo, particolare, struggente e molto dolce e la tua perfetta e bellissima recensione lo dimostra ampliamente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te che me l'hai fatto conoscere e donato una copia!!
      Mi sembra ancora strano pensare di averlo letto tutto in un giorno, ma non riuscivo proprio a staccarmi dalle pagine!! :D :D

      Elimina
  11. E' un libro fantastico, che mi ha toccato il cuore

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Chiara! è sempre bello trovare altri lettori che hanno apprezzato questo libro! ^_^ ^_^

      Elimina

Questo blog vive grazie a voi lettori, che seguite e leggete i miei post.
Lasciate un commento e mi renderete felice! :)