lunedì 1 agosto 2016

Recensione: Le parole lontane del fuoco - di Tiffany Baker

Dio probabilmente poteva vantare dei diritti su Ethan, pensò, ma lei, forse, non aveva conquistato il suo cuore molto tempo prima? Lei era le tribù perdute, l'invocazione di idoli nella foresta, il frammento di una bandiera votiva nelle rovine di un tempio. 

Buon primo agosto cari lettori!
Sono da poco rientrata dalla mia brevissima settimana al mare e immagino che molti di voi stiano invece partendo per le ferie!
Onestamente credevo che avrei letto moltissimo in vacanza, a dimostrazione del fatto che la mia valigia pesava di più per i libri che non per vestiti e scarpe, invece ho finito soltanto un libro e mezzo...
Vabbè, almeno mi consolo dicendo che è stata una lettura molto bella! Il libro in questione è del 2012, quindi potete immaginare da quanto tempo fosse sulla mia libreria... in pratica ha le pagine ingiallite! 
Mi ero anche un po' spaventata perché negli ultimi tempi avevo letto pareri piuttosto deludenti su questa storia, e invece a me è piaciuta molto!
Spero sia lo stesso anche per voi! :)


Trama
Dicembre sta per arrivare. Un vento freddo ha ricominciato a soffiare sul piccolo paese di Prospect, a Cape Cod. Claire conosce bene quel vento capace di alimentare il fuoco e sa che niente è cambiato da molti anni prima. Le pare ancora di essere lì, intorno al falò, insieme a sua sorella Joanna: aveva solo sei anni quando per la prima volta ha sentito le parole del fuoco, e ha previsto il futuro secondo un antico dono trasmesso di generazione in generazione fra le donne della famiglia Gilly. Un'arte antica ma anche una terribile maledizione, secondo gli abitanti del paese. Tutti le considerano streghe e uniche colpevoli di un maleficio che da anni si abbatte sugli uomini della famiglia, vittime di strani incidenti, come Henry, il gemello di Joanna, scomparso a soli otto anni. Ma Claire è fuggita da tutto ciò. Si è ribellata a quel destino di sventura, ha cercato solo di essere una ragazza normale. Eppure il richiamo del fuoco è troppo potente. E Claire non può più scappare. Joanna ha bisogno di lei, ora come non mai. La sua famiglia è in grave pericolo, l'odio e la superstizione che da sempre le perseguitano stanno per distruggere tutto. Claire deve affrontare i fantasmi del passato, distinguere la verità dalla menzogna, affrontare la sua paura più grande. Perché Claire lo sa: il cerchio potrà chiudersi di nuovo solo di fronte all'abbraccio delle fiamme, in una fredda notte stellata. Solo così potrà salvare sua sorella e anche sé stessa.  

C'è un luogo nel paese di Prospect, in cui da generazioni le donne Gilly si occupano del sale: nella loro fattoria lo lavorano con dedizione per 365 giorni l'anno, vendendolo ai cittadini e gettandolo in un falò durante la festa di dicembre: un semplice sacchetto di granelli bianchi, in grado di sancire il futuro della città attraverso il colore delle fiamme sprigionato dal bacio con il fuoco.

Il sale è insito nella loro natura da generazioni. Striscia loro sottopelle, le lega alla fattoria di Salt Creek sin dalla nascita, maledicendole e benedicendole in egual modo.
Jo e Claire non potrebbero essere l'una più diversa dell'altra sia nel carattere che nell'aspetto: tanto una vota la propria vita al sale, tanto l'altra lo rifugge, sognando per se stessa una vita completamente diversa, lontana dal duro lavoro nella salina.

Claire e Jo sono sorelle disunite, senza punti di incontro e con visioni della vita alquanto diverse.
Jo si innamora del giovane With Turner sin da piccola, ma l'amore non è ciò che il sale ha in serbo per lei, e mentre Claire dona il suo cuore ad un amore impossibile, le carte del destino cospargono tra loro dissapori e sentimenti dolorosi, accendendo la miccia di un fuoco che divampa letteralmente tra le due ragazze, rompendo definitivamente un rapporto già friabile.

Tra incomprensioni, ingiustizie e segreti svelati poco a poco, Tiffany Baker delinea le vite delle sorelle Gilly e della giovane Dee (una ragazza giunta in paese sin troppo curiosa e dal cuore leggero) con grande maestria.
Ognuna di esse viene descritta in modo impeccabile: non troverete nessun personaggio candido e puro, perché il loro ritratto sarà saturo di luci ed ombre, decisioni sofferte, parole non dette e altre che avranno conseguenze nefaste.
Eppure non potrete non affezionarvi a Jo, sfregiata nel corpo ma indomita nello spirito, a Dee, giovane e ingenua, o a Claire, testarda e spregiudicata nel rincorrere una via priva di felicità.

è accanto a quest'ultima che vi arrabbierete. Poi la compatirete, e infine arriverà la consapevolezza.
Comprensione per una donna il cui obbiettivo è sempre stato quello di sfuggire a un luogo che fa parte di lei. è nel suo sangue, nel suo corpo, nella sua anima.
Il sale è ciò che fa di lei una Gilly, e solo quando capirà che invece di rifuggirlo dovrà trovare il proprio modo di lavorarlo e farlo suo, potrà trovare la pace con se stessa e con sua sorella.

Un libro la cui trama è un po' fuorviante perché non parla di streghe, ma di tradizioni antiche, del rapporto con la propria terra e con le persone che più ci sono vicine.
"Le parole lontane del fuoco" insegna che non sempre è necessario fuggire da qualcosa che non ci piace, ma che, al contrario, basta guardare i fatti da un'altra prospettiva per comprendere quanto diversi possano essere.
Un insegnamento di vita cosparso di sale perché, nella fattoria di Salt Creek, ogni cosa ruota attorno ad esso.
Il suo profumo è nell'aria, nasce dal mare che lambisce la costa, si deposita sul terreno di Salt Creek, e si lascia lavorare solo da una vera Gilly.

La lezione era stata impartita a Claire con le maniere forti: non puoi avere in sdegno il terreno che ti ha generato, perchè il corpo nasce dalla terrra, nello stesso modo in cui fa ritorno a essa.


Voto: Molto bello






18 commenti:

  1. Ciao cara! In attesa delle ferie, buon 1 di agosto a te :)
    Questo libro con ambientazione invernale me lo segno per dicembre, da leggere con un bel tè bollente e una coperta ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Giulia! :)
      In realtà l'ambientazione ha una durata di anni, quindi si può leggere in qualsiasi stagione, e sotto l'ombrellone è stato perfetto! ;)

      Elimina
  2. Bentornata Jasmine, per me questa sarà l'ultima settimana di attività, dopo di che meritate ferie :)
    E' vero che le tue letture non sono state così proficue però la recensione di questo romanzo mi è molto piaciuta tanto che l'ho subito segnato in WL! Poi, diciamocelo, ha anche una bella copertina :) A presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao!!
      La copertina è stupenda, e ammetto che è stato un incentivo utile per acquistare il libro! D'altronde, anche l'occhio vuole la sua parte! ;)
      Mi fa piacere sia finito sulla tua lista!
      Buone vacanze!!! :D :D

      Elimina
  3. Ciao e bentornata! Se hai letto pochino vorrà dire che hai fatto molte cose divertenti e quindi va benissimo lo stesso. Non so...questo libro mi ricorda una storia già letta o un film visto, ma le protagoniste erano (indovina?)...streghe.
    Ad ogni modo se un libro ha per protagonista delle donne e ancor meglio delle sorelle, per me è già un buon punto di inizio.
    un caro saluto da Lea

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Lea!!
      No, le sorelle non sono indovine... c'è solo la tradizione che sia una Gilly a gettare il sale nel fuoco e in base alla scintilla tutta la gente vede cosa si prospetta per l'intera città.
      Infatti la trama è un po' fuorviante..
      Io non ho visto nè letto altre cose simili.. comunque è davvero un bel libro!! ;)
      Ciao!! ^_^ ^_^

      Elimina
  4. Ciao Jasmine bentornata! Ho letto questo libro oramai due anni fa pero' lo ricordo con piacere e' stata una lettura appagante, anche io ero stata fuorviata dal titolo, mi immaginavo streghe e magia antica ma no e comunque l'autrice e' riuscita a non deludermi! Siamo assolutamente d'accordo su tutto ❤️

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ely!!
      Sai che mi sembra che questo sia il primo libro che abbiamo in comune!!??? Finalmente!!! :D :D
      Mi fa davvero piacere che sia piaciuto anche a te!!
      Un super abbraccio!! :) :)

      Elimina
  5. I libri Garzanti mi piacciono parecchio, hanno queste copertine che sembrano trasmettere pace, amore, tranquillità, ma poi tra le pagine c'è ben altro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Silvia!!
      In effetti una delle caratteristiche della Garzanti secondo me è proprio la scelta delle copertine, che spesso sono davvero bellissime!
      IN questo caso ho notato che la copertina in inglese è identica, a parte il titolo in italiano, ma resta comunque una casa editrice che punta molto anche sulla presentazione estetica dei libri! :)

      Elimina
  6. Ciao Jasmine, bentornata! Anche per le letture non conta la quantità ma la qualità e questa sembra proprio una storia interessante! Me la segno perchè prima o poi la vorrei leggere anch'io ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ariel! Parole sante: meglio la qualità che quantità! ;)
      Spero di leggere presto un tuo pensiero! :)

      Elimina
  7. Bentornata, cara! Spero ti sei divertita ;) questo romanzo non lo conoscevo, ma me lo segno perché sembra davvero interessante :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao!!!
      Grazie!! è stato tutto perfetto: sole, spiaggia, soggiorno e compagnia!!
      Spero lo leggerai presto!
      Un bacione!!

      Elimina
  8. Bentornata dolce Jasmine!!!
    Che ritorno in grande stile. Sembra un libro bellissimo e la tua recensione è a dir poco fantastica!!!Mi dispiace un po' che non parli di streghe ma lo metto in WL comunque perchè ha una trama davvero accattivante!

    Ti ho nominata al Liebster Award perchè te lo meriti e non c'è bisogno di girarci intorno oltre! Ovviamente se lo accetterai verrò poi a leggere le tue risposte ;)
    http://alberidalibro.blogspot.it/2016/08/tag-liebster-award-2016.html
    Ti auguro una buona serata e un abbraccio!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Nik!! Grazie mille!! :D :D è stato un libro che mi ha coinvolto tantissimo!! :)
      Grazie anche per la nomina! Ne avevo fatta una uguale un paio di mesi fa quindi stavolta passo.. Sarà per un'altra volta! ;)

      Elimina
  9. Belle parole Jasmine, non lo conoscevo questo libro ma mi incuriosisce molto ora. Bentornata, io parto domani. Un bacio

    RispondiElimina

Questo blog vive grazie a voi lettori, che seguite e leggete i miei post.
Lasciate un commento e mi renderete felice! :)