venerdì 20 maggio 2016

Recensione: Proibito - di Tabitha Suzuma

Cari lettori, questa sera vi saluto con un libro dal contenuto molto delicato. Qualcosa che sicuramente non è adatto a tutti, e che potrà anche inorridirvi.
So parlando di Proibito di Tabitha Suzuma: la storia di un grande amore tra sorella e fratello. Un sentimento che supera i limiti stabiliti da società e religione.





Trama
Lochan e Maya sono fratello e sorella. Lui ha 18 anni, è chiuso e solitario; lei ne ha 16, è sensibile e molto più matura di quello che la sua età richiederebbe. La loro ragione di vita, la loro preoccupazione più grande, è prendersi cura dei tre fratellini minori, allo sbando da quando il padre li ha lasciati e la madre si è abbandonata all'alcool. Sempre insieme, sempre vicini, sempre più complici. Un legame che rischia di trasformarsi in un dolce sentimento e una fatale attrazione.










Maya e Lochan vivono in Inghilterra con i loro tre fratelli: Kit (di tredici anni), Tiffin (di sette) e Willa, la più piccola (di soli cinque).
Il loro padre li ha abbandonati per una nuova famiglia dall'altra parte del mondo, e vivono con una madre troppo impegnata a ubriacarsi e passare il tempo con il suo nuovo amante. Non ha tempo per i suoi cinque figli. Di loro non le importa nulla, sono solo un peso che non vede l'ora di scrollarsi di dosso.
Gioca a fare la ragazzina, gettando le resposabilità di genitore sulle spalle dei figli più grandi.
Lochan e Maya si occupano di tutto ciò che riguarda la loro famiglia: puliscono la casa, preparano i pasti, accompagnano i fratelli a scuola, li vanno a prendere, parlano con i professori, firmano gli avvisi per le gite scolastiche e li portano alle visite mediche.
è seguendo i loro fratellini più piccoli in ogni cosa (dal vestirsi al mattino, al fare i compiti, lavarsi i denti, fargli il bagno e rimboccargli  le coperte notte dopo notte, mentre la loro madre se ne sta via per intere settimane), che ad un certo punto Lochan e Maya perdono il posto di fratelli maggiori e diventano genitori a tutti gli effetti: si sentono in dovere di provvedere ai più piccoli e fingere che tutto vada bene, affinchè gli assistenti sociali non vengano a scoprire la verità, dividendoli e affidandoli ognuno a una famiglia diversa.

Maya e Lochan hanno solo un anno di differenza, sono sempre stati molto uniti e hanno sviluppato un rapporto così stretto, che dividerli sarebbe impossibile.
L'inevitabile catastrofe è proprio lì a due passi quando una sera accade: un bacio, semplice eppure carico di un significato che può sembrare mostruoso.

Lui è sempre stato più di un fratello. è la mia boccata d'ossigeno, la ragione che mi fa alzare dal letto ogni mattina.
Ho sempre saputo di amarlo in un modo speciale.

Entrambi sono confusi, non sanno cosa gli stia succedendo, nè perchè si siano innamorati l'uno dell'altra: perchè di questo si tratta. Il loro non è più soltanto affetto fraterno, ma vero e proprio amore.
Ciò che provano è un sentimento sbagliato agli occhi del mondo; vorrebbero riporvi rimedio, smettere di amarsi l'un l'altro come se fossero un ragazzo e una ragazza senza alcun legame di sangue.
Ma non possono. Non ci riescono.
Le loro emozioni sono come un fiume in piena che li travolge e, inesorabilmente, si porta con sè una quantità indicibile di rimorsi, sensi di colpa e la disarmante consapevolezza di volersi comunque amare, nonostante tutto.

Il loro amore è sofferto, bisbigliato al buio, pericoloso e soprattutto proibito.
Perchè ciò che faticano a pronunciare può avere consengue disastrose.
L'incesto è reputato un reato. Anche se consensuale prevede la detenzione in prigione... senza contare l'effetto allarmante che avrebbe su gli altri fratelli.
Gli assistenti sociali interverrebbero immediatamente, e tutto si sgretolerebbe per sempre.

 Come può il nostro amore essere terribile se non stiamo facendo del male a nessuno?
Come può una cosa tanto sbagliata renderti così felice?  

Tutto  rimane avvolto in un vortice di follia che avviluppa il lettore.
Ci si chiede sin dove si spingeranno, sino a dove li porterà questo sentimento estremo e anti convenzionale.

Proibito è un libro che può suscitare molte sensazioni e opinioni.
All'inizio ero disgustata; orripilata.
Eppure, leggendo del loro amore spassionato e sincero, alla fine ho compreso che l'unica colpa di Maya e Lochan è stata quella di venire al mondo attraverso lo stesso grembo.
Per questo motivo non darò un voto al libro... il mio parere rimane tutt'ora discordante dentro la mia testa.
Il finale è triste, e sono convinta che  Lochan abbia fatto la scelta sbagliata. Voleva proteggere Maya, ma così facendo ha pagato un prezzo altissimo.
Di bello c'è che, in ogni capitolo, i due protagonisti si alternano per raccontare in prima persona l'evolversi della storia.

Come noterete questa volta ho deciso di non dare alcuna valutazione al libro, perchè non saprei proprio che voto dargli. Questo forse perchè, in fondo in fondo, un po' mi ha sconvolta.
Vorrei dire che la storia mi è piaciuta... ma come può piacere una storia d'amore che pare essere così sbagliata?

Di certo so solo che quando due ragazzi smettono i panni di adolescenti, lasciandosi dietro i giorni di una gioventù spensierata, per assumersi il ruolo di genitori di due bambini, più un ragazzino svogliato e infuriato con il mondo intero, i ruoli iniziano a confondersi, si perde il senso della realtà, tutto inizia a capovolgersi e il caos dei sentimenti può portare a limiti pericolosi.




16 commenti:

  1. É un libro bellissimo che rileggerei altre centinaia di volte. Il finale poi é davvero straziante.. un romanzo che non dimenticheró tanto facilmente :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Gresi!!
      è certamente un romanzo mooolto particolare... però nel mio caso non è riuscito a conquistarmi.. chissà, forse non era il periodo giusto per leggerlo! :/

      Elimina
    2. Mi spiace!! Penso non era il suo momento, ma sono certa ti rifarai presto con qualche altra lettura ;)

      Elimina
    3. Siiii!! Ne ho appena iniziato uno che è davvero bello!! :) :)

      Elimina
  2. Ciao Jasmine,
    prima di scrivere ti avviso che sarà uno dei miei commenti lunghi :D
    Di questo libro ne ho sentito parlare però sinceramente proprio per la tematica trattata non mi sono sentita molto attratta dal libro. I giudizi che ho trovato anche su Amazon sono più che positivi però... c'è ancora quel Però grande come una casa che mi blocca.
    Molto bella e dettagliata come sempre la tua recensione che mi ha permesso, comunque, di capire qualcosa in più.
    Penso che hai fatto benissimo a non dare valutazione perchè in certi casi potresti valutare le sensazioni che ti ha trasmesso e non la storia in se che merita tanti spunti di discussione.
    Il tema dell'amore impossibile mi ha sempre affascinata, in questo caso però non sono del tutto convinta di potermi avvicinare alla lettura perchè temo poi di partire troppo prevenuta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Susy, a dire il vero i tuoi commenti lunghissimi mi piacciono moltissimo! ;)
      Anch'io avevo dato un'occhiata ai pareri su amazon, e sono tutti estremamente positivi!
      Eppure per me non è stato così... ho faticato molto a finire di leggerlo, in alcuni punti ero veramente inorridita (specialmente in quelli un po' spinti)..
      però non mi sento di dire che è un libro brutto, perchè comunque l'autrice ci ha messo grande impegno nel riportare una storia così forte.
      Se non ti convince, lascia stare: a mio parare ci sono moltissimi altri libri che lasciano il segno in maniera diversa. :)

      Elimina
  3. Oh cavolo!Tipica esclamazione di quando vengo a leggerti!!
    Che trama. La leggerei senza alcuna esitazione sai? Una storia così merita di essere studiata dai migliori psicologi. Non riuscirei però a giudicare male i ragazzi in questione, nonostante l'incesto sia un'azione davvero sconvolgente anche per me.
    Inoltre leggere che il finale è straziante mi ha messo una curiosità addosso che non so dirti! L tua recensione è come sempre coinvolgente al massimo. Grazie cara Jasmine^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Nik! Grazie!! ^_^
      Neppure io sono riuscita a giudicare male i ragazzi, perchè in fondo non è colpa loro se vivono una tale situazione che li porta poi a vivere determinate sensazioni..
      però ci vuole una grande apertura mentale per accettare tutto senza restarne almeno un po' scioccati.
      Il finale è davvero triste, e non aiuta per nulla la lettura.
      Se deciderai di leggerlo sarò molto curiosa di sapere la tua opinione!! ;)

      Elimina
  4. Ehy:) ti ho appena nominata nel liebster award 2016, ti spetto!^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao! Ti ringrazio moltissimo ma ho già partecipato la settimana scorsa :)

      Elimina
  5. "Proibito" è stato uno dei pochi libri per cui sono stata male per settimane. La situazione in cui Maya e Lochan si trovano, viste le circostanze, a vivere è tremendamente angosciante. A me il finale è piaciuto però. Non c'era altra via d'uscita. Peccato non abbiano pubblicato altri libri di Tabitha Suzuma :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Giulia!!
      Hai proprio ragione: non poteva esserci altra via d'uscita. Un lieto fine sarebbe stato praticamente impossibile per una situazione di questo tipo :( :(
      Resta comunque una storia intensa, ma che non mi ha coinvolta del tutto

      Elimina
  6. Non vedo l'ora che venga il momento di andare al mare per leggere un bel libro, e allora per sceglierlo passerò di qua :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti anch'io non vedo l'ora che arrivi l'estate per crogiolarmi al sole con un bel libro!!
      Quando vuoi passa a trovarmi! spero che tu riesca a trovare il libro che fa per te! :)
      Un abbraccio! :)

      Elimina
  7. E' in lista da un'eternità!! Devo decidermi a leggerlo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Solo un consiglio: aspetta il momento giusto! ;)

      Elimina

Questo blog vive grazie a voi lettori, che seguite e leggete i miei post.
Lasciate un commento e mi renderete felice! :)