lunedì 2 maggio 2016

Recensione: Io prima di te - di Jojo Moyes

Buongiorno cari lettori!
Come forse avrete notato ho dato un cambio alla grafica del blog, dal nuovo header floreale alle immagini per valutare le recensioni (ho pensato che i bottoni a cuore fossero più adatti visto che il blog tratta anche di cucito!).
Anzi, se vedete cose "strane", è perchè i lavori sono ancora in corso e sto armeggiando per capire cosa sia meglio e cosa no! ;)

A parte questo piccolo incipit, scrivo questo post per parlarvi di un libro che molti di voi avranno già letto, o che conoscono e di cui, tra l'altro, a giugno uscirà il film con protagonista la bellissima Emilia Clarke (che tra l'altro io adoro alla follia visto che è la mitica Madre dei Draghi nella serie tv "Il trono di spade"!! :) ).
Era nei miei progetti leggerlo al più presto, ma devo ringraziare Francesca del blog Wonderland, per avermi chiesto di scrivere una recensione... perchè così mi ha dato modo di acquistarlo e tuffarmici dentro una volta per tutte! 
Tra l'altro vi consiglio di fare un giro sul suo blog perchè crea delle cose davvero belle e originali! ;)



Trama
A ventisei anni, Louisa Clark sa tante cose. Sa esattamente quanti passi ci sono tra la fermata dell'autobus e casa sua. Sa che le piace fare la cameriera in un locale senza troppe pretese nella piccola località turistica dove è nata e da cui non si è mai mossa, e probabilmente, nel profondo del suo cuore, sa anche di non essere davvero innamorata di Patrick, il ragazzo con cui è fidanzata da quasi sette anni. Quello che invece ignora è che sta per perdere il lavoro e che, per la prima volta, tutte le sue certezze saranno messe in discussione. A trentacinque anni, Will Traynor sa che il terribile incidente di cui è rimasto vittima gli ha tolto la voglia di vivere. Sa che niente può più essere come prima, e sa esattamente come porre fine a questa sofferenza. Quello che invece ignora è che Lou sta per irrompere prepotentemente nella sua vita portando con sé un'esplosione di giovinezza, stravaganza e abiti variopinti. E nessuno dei due sa che sta per cambiare l'altro per sempre. "Io prima di te" è la storia di un incontro. L'incontro fra una ragazza che ha scelto di vivere in un mondo piccolo, sicuro, senza sorprese e senza rischi, e un uomo che ha conosciuto il successo, la ricchezza e la felicità, e all'improvviso li ha visti dissolversi, ritrovandosi inchiodato su una sedia a rotelle. Due persone profondamente diverse, che imparano a conoscersi senza però rinunciare a se stesse, insegnando l'una all'altra a mettersi in gioco. 




Certi libri, certe storie inventate ma terribilmente simili a fatti che realmente accadono, inducono il lettore a lasciare un pezzetto di se stesso nel libro. E questo è stato uno di quei casi.
Ho amato tutto: la lettura è stata scorrevolissima, i protagonisti erano ben delineati, alcune scene mi hanno fatto ridere, altre mi hanno reso triste e una mi ha commosso.
Il tema trattato è davvero molto delicato, e probabilmente molta gente penserà che il finale sia sbagliato
Io, invece, penso che fosse l'unico possibile per un uomo come Will.
Avviso che ci sarà dunque uno spoiler che vi farà sicuramente comprendere il significato del finale, ma non avrei saputo scivere una recensione senza far trasparire tra le righe la scelta finale del protagonista.
Ovviamente sono promosa di leggere non solo il seguito di questo romanzo, ma anche gli altri libri già pubblicati da questa splendida autrice!



Sin dalle prime righe Luisa Clark (detta Luo), mi ha entusiasmato: ha ventisei anni (la mia età), ha perso il lavoro (come me), è piena di dubbi e non sa bene cosa vuole fare nella vita (praticamente la mia copia).
Ha molte potenzialità e qualità, ma non se ne rende conto e non sa sfruttarle.
Ha provato molti lavori ma nessuno sembra adattarsi a lei, e quelli che le vengono proposti sono davvero pessimi: tra pulire le interiora dei polli e fare la ballerina di lap dance, la scelta lascerebbe chiunque piuttosto interdetto.
Il lavoro come assistente per una persona disabile che le viene proposto in extremis, non la convince per niente. Quello che non sa è che sarà la prima occasione in ventisei anni di vita a darle una scossa.

Will Traynor è un uomo di trentacinque anni che ha vissuto la vita sino in fondo. Ogni sport spericolato, ogni esperienza al limite dell'adrenalina, lui l'ha provata.
è uno di quegli uomini insaziabile di conoscenza, deciso a vivere ogni esperienza che la vita gli propone.
E poi accade. La pioggia che bagna l'asfalto, una moto che sfreccia veloce, lui che attraversa la strada senza guardare, troppo preso dalla conversazione al cellulare.
Un secondo; un frammento di tempo così istantaneo da sembrare insignificante. Ma non per Will Traynor.
Per lui quel millesimo di secondo cambierà tutta la sua vita.


Quando Lou e Will si incontrano, si ritrovano entrambi a dover combattere per qualcosa che non vogliono: lui è frustrato e arrabbiato con la vita, odia ogni istante passato su quella sedie a rotelle e l'unica cosa che vorrebbe è poter morire.
Ha promesso a sua madre che vivrà per altri sei mesi. 
Soltanto sei, prima di essere ricoverato in una clinica in Svizzera e scegliere di morire.
Lei è una ragazza piena di allegria ma insicura, che si trova a dover cercare di svagare e controllare un uomo che non la vuole neppure vedere. Luo vorrebbe soltanto licenziarsi e tornare a casa, ma non può: la sua famiglia ha problemi economici e il suo stipendio è fondamentale per aiutare i genitori.

A volte mi chiedevo se fosse un meccanismo di difesa, se per lui l'unico modo di affrontare la vita fosse fingere che tutto questo stesse capitando a qualcun altro.
Nei momenti in cui lo vedevo fissare fuori dalla finestra, pensavo che fosse la persona più triste che avessi mai conosciuto.
 
La loro convivenza è dunque difficile e travagliata, ed è con molta dedizione e gentilezza che Lou riesce a far aprire un pochino Will.
Tra i mille problemi di salute che lo assillano, la convinzione che la vita non valga più la pena di essere vissuta, e interminabili giornate a guardare un mondo che non sente più di poter vivere pienamente, Lou viene a scoprire il vero motivo per cui è stata assunta e prende una decisione importantissima: far cambiare idea a Will, mostrandogli quanto di bello ci sia ancora da scoprire.
Perchè la vita ha molte sfumature, e anche quelle più scure si possono illuminare. 

Dovevo convincere Will a provarci.
Avevo centodiciassette giorni per convicere Will Traynor che aveva una ragione per vivere.

Ciò che Lou non sa è che questa scelta avrà grandi conseguenze sulla sua vita, la più importante delle quali sarà qualcosa di inatteso e inaspettato: si innamorerà di Will, del suo sorriso, del suo umorismo, del modo che ha di prenderla in giro, di elencare i suoi difetti e di osservarla.
Perchè Will riesce a guardarle dentro, e a capire chi è veramente Lou. Quale splendida creatura sia, e quali immense risorse possieda. 
Sa che le sue ali sono grandi e possenti, ma le serve qualcuno che l'aiuti a capire cosa possiede, e la sospinga a dispiegarle, scoprendo nuove possibilità, nuove realtà e obbiettivi che potrebbero darle una vita migliore. 

Non sarebbe rimasta  qui ormai, indipendentemente da quello che sarebbe accaduto a Will Traynor. C'era qualcosa in lei, una nuova consapevolezza, un bagaglio di cose viste, di luoghi che aveva visitato. 
Mia sorella aveva finalmente nuovi orizzonti. 

Entrambi hanno uno scopo da raggiungere, e i giorni passano veloci come la sabbia che scende in una clessidra.
Granello dopo granello inghiottiranno entrambi in una spirale chiamata Amore.
Sinchè non sarà più possibile tornare indietro. 

<<Sai una cosa?>>
<<Cosa?>>
<<Qualche volta, Clark, sei praticamente l'unica ragione per cui desidero alzarmi al mattino.>>   
 
Eppure non è sempre tutto così semplice. L'amore a volte non basta. Non può bastare a colmare momenti che non si ripeteranno più, sensazioni che non proveremo più, desideri che resteranno irrealizzati.

<<La mia non è una gran vita, ma quando penso a quanto potrebbe peggiorare, certe notti resto disteso sul letto e mi manca il respiro. E sai una cosa? Nessuno vuole sentir parlare di tutto questo. Nessuno vuole sentirti dire che sei spaventato, o che soffri, o che hai paura di morire per colpa di qualche stupida infezione presa per caso. Nessuno vuole sapere come ci si sente a essere consapevoli che non farai più sesso, non mangerai mai più il cibo che hai cucinato con le tue stesse mani o non potrai più tenere tuo figlio tra le braccia. Nessuno vuole sapere che qualche volta mi sento così intrappolato su questa sedia che ho soltanto voglia di gridare come un pazzo al pensiero di trascorrere un altro giorno inchiodato qui>>.

Sarà in questo momento che vi sentirete tristi, che piangerete con Lou e, forse, penserete che non è giusto.
Ma chi siamo noi per decidere cosa sia giusto o sbagliato?
Cosa ci da il diritto di pensare che qualcuno sia costretto a vivere il resto della vita che gli rimane, ancorato a una sedia a rotelle, incapace di muovere nulla se non la testa?
Sempre sulle spalle di qualcun' altro per compiere anche le cose più basilari, sempre in attesa del prossimo colpo di tosse che lo spedirà in ospedale?

La vita rimare là fuori, oltre i vetri di una finestra appannata dal suo respiro, e Will non può sopportarlo.

Jojo Moyes è riuscita ad affrontare un tema delicato e importante come la vita dei tetraplegici in ogni sua forma. Dai problemi fisici che deve affrontare Will quotidianamente, al turbinio di sentimenti che lo accompagnano, sino al rapporto che ha il mondo esterno con le persone disabili.
Vi garantisco che non ho trovato nulla di inesatto o fuori posto. è la realtà. Nuda e cruda nella sua spietata verità.
Una realtà con cui molte persone sono dovute venire a patti. Trovare un modo per non lasciarsi morire dentro, per cercare di vivere al meglio ciò che ancora gli rimane, con i mezzi che gli sono dati.
Ma se loro hanno il coraggio di andare avanti, io credo che anche chi faccia la scelta contraria abbia lo stesso identico ardore.
Perchè quando l'unica scelta che si ha, è quella di morire, allora è una decisione che abbiamo il sacrosanto diritto di compiere. 

Mi resi conto che avevo paura di vivere senza di lui.
"Com'è che tu hai il diritto di distruggere la mia vita", volevo chiedergli, "ma io non ho voce in capitolo nella tua?"
La scelta di Will mi è sembrata così logica e vera, da sentirla talmente mia, che non mi è dispiaciuto così tanto per Lou. 
Perchè era giusto così. Perchè doveva andare così.
Perchè ciò che compie Will è pur sempre una forma d'amore. Amore per se stessi e per la propria esistenza; perchè se non amiamo noi stessi per primi, se non accettiamo ciò che siamo, non riusciremo mai ad amare qualcun'altro senza confini.
E lui non è in grado di amare il nuovo Will, perchè non riesce a spezzare il ricordo del vecchio. 

Il sospiro che mi sfuggì fu simile a un lungo brivido. Restammo in silenzio, lasciando che le sue parole penetrassero.
Avrei potuto restare là tutta la notte, sopra il resto del mondo, il calore della mano di Will nella mia, e sentire la parte peggiore di me che lentamente cominciava a scivolare via.

Louisa Clark ci dimostra quanto la personalità di una persona che, pur non potendoci abbracciare o toccare, ci sostiene, ci incoraggia e ci fa innamorare.
Il suo amore mi è piaciuto perchè è autentico e spinto da una dedizione che non si aspetta nulla in cambio. Vuole amarlo così com'è, senza cambiarlo, senza pretendere nulla di più o di meno. Accettandone difetti e limiti.
E questo trovo sia una delle forme d'amore più puro che esista.

 Lo baciai, cercando di riportarlo indietro. Lo baciai e tenni le labbra contro le sue finchè i nostri respiri si mescolarono e le lacrime che sgorgavano dai miei occhi diventarono sale sulla sua pelle, e mi dissi che, da qualche parte, minuscole particelle del suo corpo sarebbero diventate minuscole particelle del mio, assorbite, inghiottite, vive, eterne.
Volevo imprimere anche il più piccolo pezzettino di me contro di lui.
Volevo lasciare qualcosa di mio dentro di lui. Volevo dargli ogni briciolo di vitalità che sentivo e costringerlo a vivere.



Valutazione finale: 3/4
Molto bello

   









32 commenti:

  1. Ciaooo Erin!
    Ma che bellezza questa nuova grafica, ammetto di aver adorato la tua scorsa header ma questa è altrettanto bella e poi il bianco lo preferisco si legge sempre tutto meglio. Bellissima. Brava, brava!

    Ma adesso parliamo del libro, un'altra lettura in comune che bello! Io ho adorato questo libro che mischia sorrisi, lacrime, commozione e arrabbiatura. Ho provato veramente di tutto leggendo questo libro e dalla tua bellissima recensione si capisce che anche tu hai capito l'essenza di questo libro che resta impresso anche una volta finita la lettura. Hai proprio ragione, sono daccordo quando dici che è difficile dire se è giusta o sbagliata una scelta. Ci sono dei momenti in cui bisogna trovarsi in mezzo per capire cosa veramente si vorrebbe fare, giudicare così a priori non è facile.
    Adesso spero che il film sia altrettanto bello. Inoltre non so se lo sai ma c'è un continuo di questo libro e spero che non rovinino qualcosa perchè questo libro è bellissimo così.
    E dopo un altro mio lungo commento (scusa) ti saluto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Susy... quanto adoro i tuoi commenti lunghissimi!!! ;) (e dico davvero!)
      Stiamo raggiungendo il record di letture in comune, visto??!! hahaha!! meglio tardi che mai!! ;)
      Ti ringrazio molto! Sono felice che la nuova grafica ti piaccia così tanto! sono talmente esigente in queste cose che alla fine ci perdo un mucchio di tempo per trovare quello che (per il momento), mi piace sotto ogni aspetto!
      Lo so lo so.. sono troppo esigente! ;)

      Questo libro è stata una vera scoperta! è tutto magnifico, mai noioso, e Lou mi ha fatto davvero molta tenerezza.
      Mi rivedo molto in lei!
      La situazione è molto particolare, e l'argomento forte, eppure l'autrice l'ha raccontato in una maniera che meglio di così non si poteva fare!
      Non vedo l'ora di vedere il film!! io AMO E ADORO alla follia la protagonista che hanno scelto!! infatti mentre leggevo me la immaginavo ed era tutto molto più realistico!!
      Un abbraccio! :)

      Elimina
  2. Splendida recensione, cara Erin!Ho letto con piacere il tuo commento da cui traspaiono mille emozioni e mi hai davvero incuriosita. Prendo nota :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara Acquila!!
      Consiglio con tutto il cuore questo romanzo: ci fa amare ancora di più quelle cose della vita semplici eppure importantissime, e racchiude un amore senza limiti! :)

      Elimina
  3. Concordo con te che il finale è giusto così, non sarebbe stato il gran romanzo che è se ci fosse stato il lieto fine. Bella recensione, è come se avessi riletto il libro e mi è quasi venuto da piangere

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Erica!
      è proprio per questo finale che mi chiedo come sarà il seguito.
      Certo fa piangere ed è triste... ma mentre leggevo il mio cuore diceva: è giusto così.
      Mi dispice averti quasi fatto piangere... quando ho iniziato a scrivere mi è venuto tutto di getto e non sono più riuscita a fermarmi.. credo la parte più malinconica di me sia praticamente esplosa!!! :D :D :D

      Elimina
  4. Ho adorato questo libro dall'inizio alla fine e non vedo l'ora che domani esca il seguito (anche se ho sentito dire che non è all'altezza del primo)! Speriamo che il film sia fedele al testo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il seguito esce domani? Non lo sapevo... Credo Aspetterò di leggere qualche recensione prima Di prendere il secondo..tanto per capire se valga veramente la pena di acquistarlo. Il film ho la sensazione che sarà bellissimo!! :D

      Elimina
  5. Questo è uno di quei libri che anche dopo anni resta addosso, dentro, dappertutto.
    Ho ripercorso grazie a te la storia di Will e Lou e ho provato le medesime sensazioni di allora, aspetto il seguito, ma non lo leggerò subito, non so ma dopo Io prima di te non ho più letto nulla dell'autrice, forse bloccata dalla paura di restare delusa, o dal timore che un'altra storia potesse offuscare questa...vedremo, di certo la Moyes non sbaglia un colpo.
    Brava, recensione precisa e dolcissima.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao! È proprio vero che la storia ti resta addosso!! In effetti Ho visto che l'autrice ha scritto altri libri, e sono molto curiosa di leggerli! Con calma li affronterò uno ad uno :)

      Elimina
  6. Ciao Erin! Prima di tutto grazie mille per i complimenti, sei stata davvero troppo gentile! Per quanto riguarda la grafica credo che l'header sia davvero molto adatto e appropriato!
    Sono davvero molto felice che ti sia piaciuto questo libro e la tua recensione mi ha fatto tornare al momento in cui lo leggevo, pregando che nelle ultime pagine Will cambiasse idea e decidesse di vivere per Lou (romantica fino alla fine). Però credo anche io che la sua decisione sia la più adatta al personaggio, non avrebbe mai potuto amare Lou pienamente come avrebbe desiderato. In ogni caso io ho pianto insieme a Lou come una povera scema ed ora sto finendo il 2 libro!!! Anche questo dovrebbe essere venduto con una scatola di kleenex!!
    Grazie ancora e complimenti per la rexensione! Aspetto il sequel!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Francy! Sono contenta che sia piaciuto così tanto anche a te!!
      Will non poteva scegliere diversamente... Farlo avrebbe dovuto legare a sé e ai suoi limiti Lou... E lui voleva proprio il contrario per lei.
      Il secondo libro è così bello? Anche quello fa piangere?

      Elimina
    2. Io proprio oggi finirò il secondo e credo che sia davvero bello. Perchè non so voi, ma a me piace sapere come finisce (o continua) la storia di un personaggio, vedere l'evoluzione. Poi devo ammetterlo, mi sono proprio affezionata a Lou, mia stessa età e stessa incertezza nel prendere decisioni per la propria vita.
      Spero che il finale del libro meriti quanto tutto il libro, intanto ho già ordinato un libro della stessa autrice "The last letter from your lover"!!!

      Elimina
    3. In effetti Lou è rimasta in sospeso e vorrei vedere come se la passa e, soprattutto, se ha trovato un nuovo amore!
      E poi la libreria mi ha dato un buono con il 15% di sconto... Come potrei non utilizzarlo? ;)

      Elimina
    4. Ho appena scoperto che il sequel è uscito oggi in Italia, quale migliore occasione!!!

      Elimina
  7. Ma ciao Erin! A me piace tanto la Moyes ma questo non l'ho ancora letto, forse per paura perché è il romanzo che l'ha resa famosa in Italia e quando i pareri sono tanti e positivi ho sempre il timore di incontrare la tanto detestata delusione. Però è lì sullo scaffale che mi guarda e mi dice...non mi leggi? Caspita qui si capisce proprio quanto tu lo abbia adorato e devo sbrigarmi, lo devo leggere. Magari il prossimo mese :-)
    Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao salvia! Se il libro è sullo scaffale che ti dice "leggimi", mica vorrai farlo aspettare, giusto? :D
      Tuffati perché ne vale davvero la pena!! :) :)
      Un bacione!

      Elimina
  8. Allora Erin, cerchiamo di capirci: come diavolo fai ogni volta a scrivere delle recensioni una più bella dell'altra?
    L'ho letto da poco anch'io, ma confesso che non mi ha esattamente conquistato.
    Non tanto per il finale in sé, ma per il modo in cui l'autrice ci conduce al finale: ho avuto l'impressione che troppe cose fossero rimaste non dette, come se i nodi non fossero venuti al pettine. Hai ragione quando dici che questo era probabilmente l'unico finale possibile, ma io mi sono sentita proprio come Lou, avrei voluto più tempo e considerazione per accettarlo. Credo che negli ultimi capitoli le cose si siano mosse troppo velocemente, sia per Lou che per il lettore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Rosa, ti ringrazio per i complimenti sempre bellissimi che mi lasci! :) ...È il miracolo della musica: Quando ascolto quella giusta le parole mi escono senza problemi! :)

      Capisco molto bene il tuo punto di vista: in effetti non mi è sembrato che Will fosse innamorato tanto quanto Lou, e il finale è stato un po' strano... Io l'avrei preferito più struggente.
      Però ho tenuto in considerazione tutto, dalla scrittura al modo in cui si pone l'autrice davanti alle problematiche che deve affrontare Will. Alla fine mi è parso che il romanzo non si incentrasse tanto su una storia d'amore tra i due, quanto piuttosto sulla scelta del vivere o morire, e dell'amare incondizionatamente.
      Non l'ho scritto, ma ci ho messo un po' di tempo per scegliere se dare una valutazione di quattro o cinque punti, proprio per questo piccolo particolare.
      Poi però è rivalso tutto il resto.
      In ogni caso penso valga la pena leggerlo! :)
      Un abbraccio!

      Elimina
  9. Ciao Erin! Bellissima la nuova veste del blog! Anch'io adoro Emilia Clarke, tra l'altro il suo personaggio è uno dei miei preferiti di GoT! Per quanto riguarda il libro l'ho apprezzato, ma non così tanto come speravo =)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao!! Ti ringrazio Avid!
      Anche tu fan di GoT?!
      Alla fin fine è un bel libro, certo, ma arriva ai lettori in modo diverso.
      D'altronde nessuno è uguale ad un altro, giusto? ;)

      Elimina
  10. Ciao Erin! Allora, innanzitutto complimenti per la nuova grafica, mi piace tantissimo. E complimenti per questa bellissima recensione, davvero ** Io il libro l'avevo cominciato a leggere tempo fa, ma purtroppo lo stile dell'autrice non faceva per me e l'ho abbandonato. E poi avevo intuito come andava a finire. Non credo che leggerò il seguito, però sono molto curiosa di vedere il film, quello sì che mi ispira tanto tanto tanto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Davvero l'hai abbandonato? Pensa che a me invece è piaciuto molto il modo in cui scriveva l'autrice!
      Il film sembra davvero fantastico! Da vedere assolutamente!! :)

      Elimina
  11. Cara Erin, sono proprio contenta che sia piaciuto così tanto! Anche io ho lasciato un pezzo del mio cuore a questa storia.
    Anche io sono d'accordo sulla scelta di Will. Fin dall'inizio era palese che dovesse andare così e l'autrice è stata davvero brava nel non cadere nella banalità della situazione. L'unica cosa che un po' mi ha deluso però è stato il fatto che Will non si fosse innamorato di Lou, come lei di lui. Secondo me, se fosse tornato a camminare le avrebbe girato le spalle per tornare il vecchio Will di un tempo!!! Troppo pessimista secondo te? Io ho percepito questo dai suoi dialoghi!!
    Comunque sia non vedo l'ora di leggere il seguito e poi confrontarmi di nuovo con te!!!^_^ Buona serata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao cara!! Infatti neppure a me ha convinto la parte di Will perché non è sembrato molto innamorato, però poi ho pensato che per lui, scegliere di rinunciare alla vita, compresa Lou, fosse un modo per non renderla schiava di una situazione che lui per primo trovava insostenibile. Morire ha significato lasciarla libera di fare tutte quelle esperienze che la vita ci propone.
      È un atto d'amore... Contorto, ma pur sempre d'amore.
      Questo mese andrò a prendere il secondo! :)

      Elimina
  12. Ciao Erin, bella la nuova grafica, così come la tua recensione! Non so se leggerò questo romanzo, ma dalle tue parole sembra una storia molto intensa ed emozionante!

    P.s. Sai che ho iniziato a leggere "Avevano spento anche la luna"?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Ariel! Se ti capita di leggerlo aspetto un tuo parere! ;)
      Per quanto riguarda l'altro libro sono molto molto molto (ho già detto molto? ;)) contenta che tu lo stia leggendo! Attendo una recensione o un tuo parere appena lo finisci!
      Un bacione! :)

      Elimina
  13. Voglio leggere questo libro da un sacco! Adesso ne ho ancora più voglia :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Viola! Mi fa molto piacere! Spero ti piaccia tanto quanto a me! :) :)

      Elimina
  14. Data la trasposizione cinematografica leggere il romanzo è davvero un obbligo :) Complimenti per la grafica, Erin! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Gresi! Ti ringrazio! :)
      Il film dev'essere davvero bellissimo!! non vedo l'ora che esca al cinema!! *o* *o*

      Elimina

Questo blog vive grazie a voi lettori, che seguite e leggete i miei post.
Lasciate un commento e mi renderete felice! :)