mercoledì 2 dicembre 2015

Recensione: L'amante giapponese - di Isabel Allende

Buongiorno lettori!
Oggi vi posto la recensione di un romanzo che da settimane si trova in cima alla classifica dei libri più letti...
sto parlando di "L'amante giapponese" della famosissima autrice Isabel Allende.
Premetto che di questa scrittrice non ho letto nulla (sebbene il suo romanzo "La casa dei fantasmi" sia conosciuto in tutto il mondo), e questo è quindi il suo primo romanzo che affronto.

 "Temendo che il tempo fosse loro nemico, si soffocarono d'amore per consumarlo interamente, ma quanto più cercavano di esaurirlo, più violento si faceva il desiderio, e chi sostiene che il fuoco, prima o poi, si spegne da solo, sbaglia: ci sono passioni che divampano come incendi fino a quando il destino non le soffoca con una zampata, ma anche il questi casi rimangono braci calde pronte ad ardere nuovamente non appena ritrovano l'ossigeno."


Trama
Alma Belasco, affascinante pluriottantenne, colta e facoltosa, decide di trascorrere gli ultimi anni della sua vita a Lark house, una residenza per anziani nei pressi di San Francisco. In questa struttura, popolata da affascinanti e bizzarri anziani di diversa estrazione sociale, stringe amicizia con Irina, giovane infermiera moldava, di cui presto si innamorerà il nipote Seth Belasco. Ed è ai due giovani che Alma inizierà a raccontare la sua vita, in particolare la sua grande storia d'amore clandestina, quella con il giapponese Ichimei, figlio del giardiniere dell'aristocratica dimora in cui ha vissuto, nonché compagno di giochi sin dalla più tenera infanzia. Sullo sfondo di un paese attraversato dalla seconda guerra mondiale, con le taglienti immagini di una storia minore - quella dei giapponesi deportati nei campi di concentramento -, si snoda un amore fatto di tempi sbagliati, orgoglio malcelato e ferite da curare, ma al tempo stesso indistruttibile, che trascende ogni difficoltà e vive in eterno nel cuore e nei ricordi degli amanti. 




 "Tutti abbiamo dei demoni nascosti negli angoli più remoti dell'anima, ma se li portiamo alla luce, rimpiccioliscono, si indeboliscono, tacciono e alla fine ci lasciano in pace."




Il romanzo è piuttosto breve e si legge velocemente.
Non troverete momenti di infinite descrizioni o prolassi esagerate. Cosa positiva in una storia.
La nota dolente è stata la sintassi. La mia copia era quella della Mondolibri e ho trovato davvero tanti errori di calligrafia e parole scritte male.
Accantonando questa parte indigesta, se amate le storie d'amore un po' tristi sarete accontentati.
Alma vi condurrà in un viaggio nel tempo che durerà ottant'anni; dalla sua nascita in un'Europa che si affaccia alla seconda guerra mondiale, ad un'America ricca di opportunità ma ancora mentalmente chiusa dal punto di vista razziale.
è proprio qui che incontrerà Ichimei e, come già dice la trama, instaureranno subito un rapporto di amicizia profonda, destinato a tramutarsi in amore.
Molti anni dopo, nella casa di riposo di Lark House, la vita di Alma si intreccerà con quella della dolce Irina, di cui il nipote Seth si innamorerà follemente.
La storia del libro affronta molti temi, uno dei quali la deportazione dei giapponesi in campi di concentramento a causa dell'attacco giapponese a Pearl Harbor. Non avevo mai sentito parlare di questi campi, quindi per me il romanzo mi ha rivelato una realtà importantissima di cui non sapevo nulla.
Mi ha commosso la storia d'amore tra Alma e Ichi, così diversi sotto ogni aspetto, ma profondamente legati da un sentimento puro e sincero.
Ma ad essere onesta Alma non mi è piaciuta affatto. è una donna troppo abituata agli agi per potervi rinunciare per amore, troppo presa dalle sue aspirazioni e da obbiettivi lavorativi che per molti anni la terranno inevitabilmente lontana dal suo amante.
Questo ci insegna quanto le paure in genarale, e in questo caso quella di perdere il proprio agio economico e sociale, unito ad un forte timore del giudizio altrui, a volte possano predominare su tutto; anche l'amore.
Incredibilmente, però, per questi amanti i pezzi sembrano sempre incastrarsi alla perfezione, perchè nonostante gli ostacoli riusciranno a perdersi e ritrovarsi per tutta la vita.
In tutto questo si possono trovare pillole di vita di ogni personaggio che attraversa il romanzo. Dai componenti della famiglia di Ichimei, a quelli di Alma.
Storie di desideri proibiti, dolori insormontabili, forze inaspettate e amori profondi.
Irina è stato un personaggio che mi ha intenerito molto; una ragazza inseguita dai fantasmi del passato che lotta per trovare un po' di pace, il cui cuore cela una profonda dolcezza e perseveranza nell'affrontare i suoi demoni.
Il tutto sullo sfondo di un periodo in cui le convenzioni sociali vincolavano al silenzio amori multirazziali.
A mio avviso il romanzo è carino, veloce e scorrevole, ma credo che la sua posizione nella classifica dei libri più venduti, sia dovuto più alla notorietà dell'autrice, che dalla storia in sè stessa.

Voi cosa ne pensate? Qualcun' altro ha già letto questo romanzo?
Fatemi sapere cosa ne pensate :) 


Valutazione finale: 2/4
 


 


17 commenti:

  1. La Allende è un'autrice che conosco poco, nonostante abbia scritto tantissimo, di suo ho letto solo La casa degli spiriti e la trilogia per ragazzi dedicata ad Aquila e Giaguaro, ma questa nuova uscita mi intriga molto e se ne avrò modo le darò una possibilità.

    RispondiElimina
  2. La casa degli spiriti ti è piaciuto?
    Non ho mai sentito parlare della triologia per ragazzi...
    Il pregio di questo libro è sicuramente quello di essere un romanzo leggero e fresco, adatto ai periodi in cui le letture pesanti sono bandite! ;)

    RispondiElimina
  3. Non è il mio genere, ma alcune cose mi interessano :)

    RispondiElimina
  4. Ciao! Non ho mai letto nulla della Allende, ma mi piacerebbe tanto provare!

    RispondiElimina
  5. Della Allende ho letto molte cose tra cui quello che hai citato La casa degli spiriti e la triologia molto bella per ragazzi. Questo mi manca ma sembra carino

    RispondiElimina
  6. Ciao a tutti! Io sono appassionata lettrice di Isabel Allende, ho letto quasi tutto. Ho saltato solo la triologia di favole, non fanno per me. E il precedente a questo, Ripper, non mi ha entusiasmato. A parte qualche scivolone è un'autrice che mi entusiasma e che trovo bravissima a raccontare storie, a dare spessore a personaggi, mette passione in ogni parola. Per chi non l'ha mai letto, consiglio uno su tutti il mio preferito: IL PIANO INFINITO. Questo romanzo in ogni caso lo leggerò sicuramente

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il piano infinito?
      ummm.. vedrò di leggere anche quello!
      Ora mi hanno prestato "il diario di Maya", sempre di Isabel Allende.
      Sono all'inzio, ma la scrittura è sempre incalzante. :)

      Elimina
  7. Anch'io non ho mai letto nulla della Allende e volevo iniziare proprio con questo libro, ma ero indecisa. Ora mi hai convinta e mi sa proprio che lo prenderò. :)

    RispondiElimina
  8. Ciao! Questo libro mi ispira tantissimo, solo che l'idea della moltitudine di errori mi rende già critica, perché è sempre più dilagante questo problema tra i vari libri ç.ç Comunque bellissima recensione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quello degli errori è una nota che stona molto in effetti... onestamente non ne avevo mai trovati così tanti.. ma forse ogni edizione è diversa...
      in ogni caso dalla metà del libro in poi, spariscono :)

      Elimina
  9. Ciao!!! Con questa bellissima recensione mi hai convinta a leggerlo! Al più presto ti potrò dare il mio parere!!!

    RispondiElimina
  10. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  11. Bella recensione, il romanzo sembra interessante! Della Allende ho letto solo "Il gioco di Ripper" e, nonostante lo abbia trovato un po' prolisso in alcuni punti, nel complesso sono rimasta più che soddisfatta :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il gioco di ripper è sulla mia lista, ma siccome ne ho già quattro Dell'allende in due mesi, quello lo prenderò in lettura tra un bel po'!
      Il Bello di questa autrice è che ogni libro racconta una storia e affronta temi completamente diversi tra loro. Ha una dote molto particolare nello scrivere, che apprezzo sempre più!

      Elimina
  12. Risposte
    1. É una bella lettura! Adatta nei momenti di puro relax, senza tanto impegno :)

      Elimina

Questo blog vive grazie a voi lettori, che seguite e leggete i miei post.
Lasciate un commento e mi renderete felice! :)