lunedì 23 novembre 2015

Tag #1: Ingredienti libreschi

Arrivo un po' in ritardo, ma meglio ora che mai!
Mi spiego meglio... una settimana fa avevo visto questa bella idea di descrivere dei libri con gli ingredienti di cucina, sul blog Le mie parole e Fantasy for Dreaming... avevo anche lasciato un piccolo commento, ma solo ora ho trovato il tempo per dare una mia personale ricetta :)
Voilà il mio intruglio in cucina... un mix di zucchero e micidiali verdure!


1 PREZZEMOLO: Un libro che vedi ovunque

Un libro che ormai ha preso d'assalto le vetrine delle librerie e gli scaffali dei supermercati.
é OVUNQUE, ma nonostante gridi "leggimi", posso affermare che dopo aver letto il vendutissimo "50 sfumature di grigio" della stessa autrice, i miei neuroni hanno deciso che se avessi osato avventurarmi nuovamente nella controversa storia d'amore tra Ana e Christopher, se ne sarebbero andati in pensione anticipata per mai più fare ritorno.





2 CIPOLLA: Un libro che al solo sentirlo nominare ti metteresti a piangere.
Lessi questo libro all'età di sedici anni. Forse è stata l'età, forse la commovente storia di due sorelle, entrambe molto giovani e con problemi che ci mettono di fronte a una moltitudine di sentimenti, pensieri e opinioni, ma è stato il solo libro il cui finale mi abbia fatto piangere.
Una storia struggente, a cui le lacrime non hanno possibilità di scampo.
Se avete visto solo il film, dimenticatelo. Il romanzo è tutta un'altra cosa.







3 CAFFÈ: Un libro che ti ha tenuto sveglia.
Un romanzo, il primo di una serie, che mi faceva ripetere sempre la stessa frase:  "un'altra pagina ancora". E poi: "Beh, a questo punto finisco il capitolo".
Morale della favola? Alle quattro del mattino ero ancora là, sprofondata al calduccio tra le coperte del letto, gli occhi accesi da una sete di parole che non si esauriva mai.








4 PATATINE FRITTE: Una serie irresistibile che non hai potuto fare a meno di leggere tutta d'un fiato un libro dopo l'altro.

Ho iniziato a leggere "La pietra filosofale" a 12 anni. Un po' perché il regalo mi era stato regalato, un po' perché mi incuriosiva.
L'amore è scattato senza neppure accorgermene.
Una saga magica, che mette in primo piano temi importanti quali l'amicizia, l'amore, la lealtà, la luce e l'oscurità che vi è in ognuno di noi e le scelte che dobbiamo compiere per diventare adulti.
Dopo 14 anni custodisco ancora quei sette romanzi come un tesoro prezioso!





 5 LIEVITO: Un libro il cui successo è stato gonfiato troppo.

Niente da fare: l'ho cominciato, l'ho letto, chiuso e bandito dalla mia libreria per sempre.
Un'enorme successo a cui non riesco a dare una spiegazione.
In fondo una cosa carina però l'ho trovata: la copertina!
Per chi ama Jamie McGuire: perdonatemi... in questi casi non ho filtri!







6 CUPCAKE: Un libro dalle mille sfumature e colori.

Fiore di neve e il ventaglio segretoNon è un romanzo molto conosciuto, ma lo consiglio a chiunque abbia voglia di leggere un buon libro.
La storia di due ragazze, due amiche appartenenti a ceti sociali differenti, che però si trovano a vivere entrambe la stessa situazione: saranno sottoposte alla bendatura dei piedi; pratica diffusa nella Cina del XIX secolo, e comunicheranno tra loro tramite l'uso di messaggi scritti su ventagli e fazzoletti di seta. Messaggi impressi in un linguaggio che conoscevano soltanto le donne.
Questo romanzo contiene colori quali l'amore, l'amicizia, gli usi e costumi di una Cina estremamente differente dal nostro Occidente.
Le sue sfumature sono ciò che questa storia suscita nel lettore: tristezza, gioia, rabbia, felicità.

7 OLIO: Un libro che ti è scivolato via dalla mente.

Starcrossed Ricordo di essermi divorata i primi due libri di questa serie, complice la sabbia dorata e una comoda sedia sdraio in riva al mare.
Ma a distanza di anni non mi ricordo neppure i nomi dei protagonisti.
Forse li ho letti troppo in fretta.











8 LIMONE: Un libro che a tanti è piaciuto, ma che a te fa drizzare i peli.

Una storia orrenda. Decisamente surreale. Ho letto libri dai contenuti erotici mille volte più suggestivi di questo!
C'è il cliché della sindrome da infermiera, e quella dell'uomo bello e dannato, e tra l'altro, estremamente giovane e con una ricchezza spropositata.
Avrei potuto sorvolare su tutto questo se il libro fosse stato scritto meglio. La parte più deludente, infatti, me l'ha riservata la sintassi del testo... terribile. Ho visto ragazzini delle medie scrivere testi decisamente migliori.
Ovviamente questo è un mio parere, e mi rendo conto che il 70% della popolazione femminile mondiale non la pensa così. Quindi è meglio se mi fermo qui.

 9 AGGIUNGI UN POSTO A TAVOLA: Chi tagghi?.

Lancio l'invito alle/ai seguenti blogger (sperando di riuscire a compiere il giusto procedimento per taggarli), e chiunque legga questo post e abbia voglia di dire la sua! :)

Uno scaffale di libri
Libri che porto con me
Libri al caffè









13 commenti:

  1. Begli ingredienti, credo che mi appunterò alcuni. Cipolla, caffé e cupcake per la precisione. Visto che le patatine fritte le ho già finite e tutti gli altri appesantiscono lo stomaco :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spero allora che ti piacciano! Bon appetit! :) :)

      Elimina
  2. Ciao!
    Grazie per avermi nominato! Questo book tag è veramente carino!
    Concordo pienamente sul lievito e sul limone!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che meraviglia trovare finalmente qualcuno che la pensi come me!!! Ovunque mi giravo vedevo solo sguardi sognati per questi due libri!!!

      Elimina
  3. Ciao! Più leggo questo tag e più mi sembra divertente =D
    Jamie McGuire è ovunque e concordo, successo gonfiato!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Penso che chi abbia inventato questo tag per primo abbia avuto un colpo di genio! :)

      Elimina
  4. condivido il tuo lievito e le patatine fritte.
    Molto carino questo tag quanto prima devo farlo anch'io

    RispondiElimina
  5. Molto carina l'idea di associare i libri al cibo, e (per quanto riguarda i libri che conosco), concordo ^^

    RispondiElimina
  6. Ciao, grazie per aver fatto il tag (l'abbiamo inventato io e Sissy tube) mi hai fatto allungare la wl di un paio di titoli, e incuriosito molto con "fiore di neve..." che ho in libreria, ma che ancora non mi sono decisa a leggere... Grazie mille e a presto! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Angela! Tu e Sissy tube avete avuto un'idea bellissima!! Mica per niente la condividono in tanti!
      "Fiore di neve e il ventaglio segreto" mi è piaciuto molto...se ce l'hai già approfittane! :)

      Elimina
  7. Ciao! Troppo carino il tuo blog, ho ricambiato l'iscrizione *w* per quanto mi riguarda, neanche io sono attratta da Grey, non mi piacciono le storie riscritte cambiando punto di vista, ormai conosco la storia, so già che succede, la mia curiosità è più che smorzata ;P
    Per il resto è da tempo che desidero leggermi Black Friars, la consigli?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Jessica! Sei molto gentile :)
      Black Friars lo consiglio certamente perchè è un bel fantasy adatto agli adulti.
      La atmosfere ricreate dall'autrice sono tetre e misteriose (sarà perchè è quasi sempre ambientato di notte), ma questo non lo rende un libro pesante o deprimente. Anzi!
      I protagonisti sono ben descritti, ognuno con le proprie carattesitiche chiare e specifiche.
      C'è una storia d'amore ma non è per nulla melensa, e comunque non prevale sulla trama del libro.
      Il primo romanzo della seria, a differenza degli altri, mi ha affascinato moltissimo perchè la scrittrice ha utilizzato una scrittura molto forbita, con parole complesse.. (pensa che giravo con il libro e il dizionario come se fossero un'entità unica) donando alla storia un fascino che ho trovato in pochissimi romanzi. Alcune frasi, poi, erano pura poesia.
      Dal secondo libro fino all'ultimo (ce ne sono 4 in tutto), la scrittura diventa più "normale", ma la trama, i personaggi e le ambientazioni restano meravigliose.
      Non mi dilungo di più, altrimenti è meglio se scrivo direttamente una recensione!! :) :)

      Elimina
  8. Confermo le tue impressioni sui libri di James: troppo surreali e noiosi!
    Barbara

    RispondiElimina

Questo blog vive grazie a voi lettori, che seguite e leggete i miei post.
Lasciate un commento e mi renderete felice! :)