martedì 24 novembre 2015

Cuscini Natalizi: breve storia di un pizzo a cui ho dato una seconda vita

Meno un mese a Natale e un altro lavoretto che ha preso vita... o meglio due!
Fatti e finiti la settimana scorsa, aspettavano due righe per essere condivisi sul blog.
Un'idea carina per rendere divani, letti o poltrone più natalizi... con eleganza!




Il rosso non  poteva certo mancare! Così come i cuori e i pizzi bianchi, neri e dorati.
Quello nero con disegni dorati in realtà ha una storia un po' particolare... 
circa un mese fa sono andata nello spaccio di tre noti marchi di intimo, e ho trovato dei bellissimi collant  neri con appunto intarsi dorati. Già mi piacevano, poi ho visto che erano a metà prezzo... ed è scattato l'amore!
Una volta a casa, però, la macabra scoperta: erano talmente tanto difettate (le cuciture sul piede erano tutte storte e indossandole facevano mille pieghe), che erano impossibili da portare. In più devo aver pensato che il mio sedere fosse molto più grande di quello che in realtà non ho, perché avevo preso una taglia troppo grande per me....
Dopo una lunga riflessione pensando: "Perchè non mi va mai bene niente???"... ho deciso di trovare una soluzione. 
Quindi che fare?
Siccome a casa mia non si butta niente, perché tutto può essere recuperato (e di questo insegnamento do merito ai miei adorati genitori)... mani alle forbici e macchina da cucire, più una buona dose di scervellamento, ho tagliato i collant a destra e a manca, finché l'idea ha preso forma... fino a tramutarsi in due graziosi cuscini!

Un bel modo di recuperare qualcosa di nuovo che però non poteva fare il lavoro per cui era stato creato, e a cui ho dato un nuovo compito da assolvere: arricchire con un tocco classico ma elegante, qualsiasi cosa si desideri!


4 commenti:

  1. Non è una critica, ma più che natale a me viene in mente san Valentino.
    Comunque belli, a me piacciono i cuscini, sarà che sono utili :)
    Ottimo anche il tuo riciclaggio, se tutte le pesone fossero come te sarebbe meglio :)

    RispondiElimina
  2. non ci avevo pensato ma in effetti potrebbero andare bene x San Valentino! Meglio ancora, così possono essere sfruttati per più di una festività! :) grazie x il complimento... In un mondo fatto di consumismo è bello poter dimostrare che alcune cose possono essere riadattato a un nuovo uso! :)

    RispondiElimina
  3. Che bella idea!!! Si può applicare anche ai collant portati alcune volte e rotti in un punto! Complimenti davvero brava, anche perché il tessuto dei collant è un po' "rognoso"!!!!

    RispondiElimina
  4. Grazie Francy! :)
    Hai ragione sul tessuto dei collant... la particolarità di questi però, è che erano a metà tra il rigido e il "mollaccione". Cioè, è difficile da spiegare, ma diciamo che non avrebbero mai aderito bene a nessuna gamba. Erano difettati in tutti i sensi! O almento lo spero! A prezzo pieno costavano 15 euro.. se poi fanno sempre così schifo è una bella fregatura per chi li compra!
    In ogni caso ho usato il punto elastico per cucirli al tessuto...
    Come dici tu si potrebbero recuperare anche quelli rotti in un punto!
    Nel mio caso, però, dovendoli vendere non posso riutilizzare una cosa così personale. Dovevano essere nuovi per forza :)
    Poi è ovvio che se sono per noi stesse, si può riciclare fino allo svenimento! ;)

    RispondiElimina

Questo blog vive grazie a voi lettori, che seguite e leggete i miei post.
Lasciate un commento e mi renderete felice! :)